Messaggio di Gesù  (A Giovanni – giovedì, 14 luglio 2022).

“… siate Accorti, Figli Miei, perché la Parola del Padre Onnipotente Incombe su voi e su ciò che erroneamente ritenevate aver Creato! Con le bocche, dite di Credere e di Pregare, pur dimenticando che nulla vi appartiene seriamente, nemmeno la Vita, tanto cara anche ai vostri simili e per la Quale non poca Energia Impiegate, mai ricordando – però, Ch’È Unicamente nelle Salde Mani della Divina Sapienza.  Quasi foste già morti Dentro, state assistendo allo sgretolarsi d’ogni cosa, visto il mondo sta subendo i Colpi Assestati Inesorabilmente dal Tempo e dalla Storia! Una Raccomandazione: non Confidate in una Religione “comoda”, nel facile “Perdono” o nella Forza di un Amore sbandierato falsamente ai 4 Venti, perché l’Equilibrio Celeste non Ha Bisogno di Animi mediocri o di Cuori falliti, molti dei quali di già Abbandonati alla loro triste sorte, nelle buie stanze della eterna dannazione, assai lontane dalla Luce della Speranza. Pentitevi e Riannodate i Fili della Fede, perché senza d’Essa non andrete che nel baratro, ove il maligno vorrebbe spudoratamente scaraventare tutti voi, senza tener conto d’alcunché, per il semplice gusto di rovinare gli Originari Piani del Creato.  Benedico le Creature Fedeli alla Parola e Realmente Innamorate di Me, Che Sono il Salvatore!” (Gesù).