Testimonianza  (Riceviamo e pubblichiamo – 09 luglio 2022).

Al di là della dilagante pochezza delle genti, io sono Pronto per Te, mio Signore e Fratello Maggiore Gesù, poiché null’altro è più autentico per me – ormai, se non la Luce e l’Armonia della Tua Salvifica Parola! Aiutami, o Figlio dell’Uomo, Porta Definitivamente il mio Povero e Piangente Cuore Accanto al Tuo, perché Stanco delle assurdità Vissute purtroppo e a forza quaggiù, ma tanta è stata la Sofferenza da Consentirmi d’Osservare Attentamente la Differenza – nelle tormentate Creature incrociate Durante il mio Cammino, tra l’imposto e umano equilibrio e la pericolosa alterazione dello Spirito, con la conseguente e diabolica malattia per il Tempio di Dio, Qual È il nostro Corpo.  Pur se in Forza dell’Amore per il mio Prossimo – Così Obbedendo al Previsto Disegno del Magnifico Creatore e Tuo, ho esercitato un’inaudita violenza sul mio Animo, Vivendo come e con coloro che non avrei mai voluto nemmeno incontrare, poiché assurdamente lontani dalla Verità e materialmente servi degli infausti inganni del mondo.  Ma Ora, Divino ed Innocente Agnello, benché io non conti nulla, Abbi Pietà e Donami Finalmente – Te Ne Prego, l’Eterna Luce del Paradiso! Grazie.