Il Grande Salto  (Esperienza di Vita Vissuta e Rivelata – 29 giugno 2020 “Santi Pietro e Paolo”).

““Per le genti della Terra – per i Cuori in Ascolto, V’È Necessità di Prendere Coscienza delle proprie Potenzialità, dei Doni Concessi dal Magnifico Creatore ad Ogni Creatura dell’Universo Intero! Infatti, se Utilizzassimo Sanamente Quel Che lo Spirito Induce a Seguir pel Tramite dell’Istinto, Otterremmo Grazie a Piene Mani, giacché È Proprio la Certezza d’Aver Raggiunto l’Obiettivo Che Sublima il Miracolo, Ovvero la Straordinarietà degli Eventi. 

Come non Guardare – perciò, alle Gesta dei Santi, e – quindi, dello Stesso Cristo di Dio, la Cui Trascendenza È Motivo d’Autentico Insegnamento per il Mondo Intero? E Come non Affidar la Sorte del nostro Cuore a Cotanta Meraviglia, Tenuto ancorché Conto Che lo Spirito Sovrasta la materia, Governandola? Certo, non È Facile Comprender Tali Apparenti Novità, ma un Rimedio Esiste e Prevede – per l’Appunto, lo Stare a Stretto Contatto con il Naturale Suolo, ma a piedi nudi, onde Consentire a Quell’Energia Che Quotidianamente ci Pervade di Attraversare il nostro Corpo e di Entrare in Contatto Gravitazionale con Quel Che Inconsapevolmente Calpestiamo: la Polvere! O Credevamo Che il Padre Celeste Avesse Generato l’Attrazione Terrestre per non Aver null’Altro da Fare? Quanto Perpendicolare È alla Terra Necessita – infatti, del nostro Ancestrale Apporto – anche Mentale (del Pensiero), Così Come Fu per la Stessa Santa Croce, la Cui Funzione S’Espresse Propriamente nel Catalizzar  l’Enorme Campo Energetico Inviato a Gesù dall’Onnipotente Padrone del Costituito, affinché Si Oscurassero e poi Riaprissero i Cieli – Ivi Richiamandone l’Anima Sua Prescelta e Bellissima, Resettando – quindi, i Tempi, non a caso Ripartiti dagli Accadimenti Storici Relativi. 

Fratelli e Sorelle Carissimi, Abbracciandoci Vicendevolmente ed in Purezza – Pregando Insieme e con Filiale Amore, Offrendo Tutto con Spontanea Carità al Prossimo, Preparandoci allo Stravolgimento del Conosciuto e al Grande Salto Evolutivo – Previsto da Sempre per Alcuni Eletti, Riflettiamo Attentamente sull’Intero nostro e altrui Percorso quaggiù, poiché non di Solo Pane Vivranno le Creature, ma di Tutto Quel Che Derivi dalla Divina Misericordia, Passando per la Giustizia del Figlio dell’Uomo – il Giusto Re. 

“Hoc Est Enim Corpus Meum!”: e non ho bisogno di tradurre””.