Il Santo Vangelo del Giorno mercoledì del Signore 17 novembre 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

…. Scrivere della Sacra Parola È per me un Dovere, da Divulgare con Amore Spontaneo, giacché il Premio È Proprio Quello di Annunciare alle Creature la Salvifica Speranza.  Anche per Ciò, pur non contando io nulla, Esorto ad Aiutare chi Avesse Necessità di Ricevere Conforto, Pregando Insieme per le Sante Anime Abbandonate in Purgatorio, per i Defunti di Tutti i Tempi, per gli Ammalati, gli Anziani, i Fanciulli, i Poveri, i Sofferenti, i discriminati, gli atei e per i Carcerati.  Come il Buon Paolo, al Cui Ricordo il Cuor Mio Sussulta in Commozione, Tutto io misero Faccio per Questo Merletto della Veste di Cristo – Ch’È il Santo Vangelo – per l’appunto, Auspicando di Diventarne Partecipe a mia Volta, mentre in Ginocchio Attendo il Giudizio di Dio. (L’autore). 

 

 

 

 


Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedichiamo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Creature Tenere ma Private della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.   Per Grazia Ricevuta.

 

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone

 

 

Confiteor

(da Recitarsi possibilmente in Ginocchio, Invocando la Divina Misericordia)

 

«Confesso a Dio Onnipotente e a voi, Fratelli, Che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni, per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E Supplico la Beata Sempre Vergine Maria, gli Angeli, i Santi e voi, Fratelli, di Pregare per me il Signore Dio nostro.  Dio Onnipotente Abbia Misericordia di noi, Perdoni i nostri peccati e ci Conduca alla Vita Eterna.  Amen».

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

  

All’improvviso, Capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non Vedere e a non voler ancora Udire.

 

 

Atto di Dolore

 

O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con Tutto il Cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i Tuoi Castighi e, soprattutto, perché ho offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra Ogni Cosa! Propongo – col Tuo Santo Aiuto, di non offenderTi mai più e di Fuggire le occasioni prossime di peccato.  Signore, Misericordia, Perdonami! Amen. 

 

 

Preghiera dal Cuore

(Atto di Amorevole Umiliazione ai Piedi della Santa Croce – in Ginocchio – 27 luglio 2019)

 

“Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.  Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato, lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un Forestiero per i Figli di Mia Madre. Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

 

Professione di Fede

(in Ginocchio)

 

“I Servi Fedeli alla Maestà del Figlio dell’Uomo Saranno Pastori Umili e Buoni per le genti del Mondo Nuovo, a Compimento della Gloria in Terra di Dio Padre Onnipotente! Amen”. 

“Credo In Un Solo Dio, Padre Onnipotente, Creatore Del Cielo e Della Terra, e Di Tutte le Cose Visibili ed Invisibili.  Credo In Un Solo Signore Gesù Cristo, Unigenito Figlio Di Dio, Nato Dal Padre Prima Di Tutti I Secoli.   Dio Da Dio, Luce Da Luce, Dio Vero Da Dio Vero, Generato –  e non Creato, Della Stessa Sostanza Del Padre.  Per Mezzo Di Lui Tutte le Cose Sono State Create.  Per noi uomini e per la nostra Salvezza Discese Dal Cielo, e Per Opera Dello Spirito Santo Si È Incarnato Nel Seno Della Vergine Maria e Si È Fatto Uomo.  Fu Crocifisso per noi Sotto Ponzio Pilato, Morì e Fu Sepolto e Il Terzo Giorno È Risuscitato Secondo Le Scritture; È Salito Al Cielo, Siede alla Destra Di Dio Padre Onnipotente e di Nuovo Verrà Nella Gloria Per Giudicare i Vivi e i Morti e Il Suo Regno non Avrà fine.   Credo Nello Spirito Santo, Che È Signore e Dà La Vita e Procede Dal Padre e Dal Figlio, e Con Il Padre e Il Figlio È Adorato e Glorificato e Ha Parlato per Mezzo dei Profeti.  Credo Nella Chiesa Del Figlio Dell’Uomo, Una Santa Cattolica e Apostolica. Professo Un Solo Battesimo Per Il Perdono dei peccati e Aspetto la Risurrezione Dei Morti e La Vita Del Mondo Che Verrà! Amen”.

 

 

Gloria


Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli e Pace in Terra agli uomini, Amati dal Signore.  Noi Ti Lodiamo, Ti Benediciamo, Ti Adoriamo, Ti Glorifichiamo, Ti Rendiamo Grazie per la Tua Gloria Immensa, Signore Dio, Re del Cielo, Dio Padre Onnipotente.  Signore, Figlio Unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre, Tu Che Togli i peccati dal mondo Abbi Pietà di noi; Tu Che Togli i peccati dal mondo, Accogli la nostra Supplica; Tu Che Siedi alla Destra del Padre, Abbi Pietà di noi.  Perché Tu Solo il Santo, Tu Solo il Signore, Tu Solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo: nella Gloria di Dio Padre.  Amen.

 

Risultati immagini per immagini della Crociata di Preghiera

 


Fratelli e Sorelle Carissimi, con un Significativo ed attuale Messaggio, Oggi Leggeremo Insieme la Novena alla Vergine Celeste ed il Vangelo Esseno della Pace, Che Ben faremmo ad Esaminare nei più minimi Dettagli e ad Interiorizzare, poiché ci spiegano il perché dei mali nell’uomo, che muore per via di un preordinato e malefico disegno.  Troppe sono ormai le Indicazioni in Tal Senso, mentre noi – quasi la cosa non ci riguardasse, continuiamo a far finta di nulla e ad uccidere altre Innocenti Creature, infliggendo Loro una Grave Pena, ch’è la morte violenta. E ciò avviene anche per motivazioni diverse da quelle alimentari, quelle sportive, che tendiamo ancora e stoltamente a considerar normali. Nonostante il caos che impera, l’Amore del Creato È Cosa Grande, Impareggiabile nella Emanazione di Sensazioni Foriere di Grazie. Ma non tutto è perduto, giacché agli Occhi di Dio, Mediante la Preghiera Che Sgorga Pura dal Cuore, possiamo ancora Recuperare al male fatto. Vi sono delle Condizioni – però, perché Ciò avvenga: Riflettere Attentamente sui Messaggi Giuntici dalla nostra Vera Madre – l’Immacolata Concezione, e Obbedire ai Comandamenti dell’Altissimo Signore, Rimettendo ogni nostra vicenda nelle Sapienti Mani del Figliolo Prediletto – Gesù Cristo, Che Farà – allora, Riconoscere i Fratelli tra di loro, Aiutando il Genere Umano a Reinserirsi nel Salvifico Viale, Che Porta Direttamente in Paradiso.  Pax et Bonum!.

 

 

Potrebbe essere un cartone

          

 

Messaggio di Gesù

(a Giovanni, Domenica – 17 novembre 2019 A.D.)

 

“…. non basteranno le umane bare, per contenere i terreni Corpi delle Creature distratte purtroppo dal mondo!”.

https://it.yahoo.com/notizie/spiagge-distrutte-in-lazio-mareggiate-si-sono-portate-via-intera-costa-181421688.html

 

 

Novena all’Immacolata Concezione 

 

1° Giorno: Invocazione d’Aiuto a Maria

O Vergine Immacolata, Primo e Soave Frutto di Salvezza, noi Ti Ammiriamo e con Te Celebriamo le Grandezze del Signore, Che Ha Fatto in Te Mirabili Prodigi. Guardando Te, noi possiamo capire ed apprezzare l’Opera Sublime della Redenzio­ne e possiamo vedere nel Loro risultato Esemplare le Ricchezze Infinite che Cristo, con il Suo Sangue, ci Ha Donato. Aiutaci, o Maria, ad essere, come Te, Salvatori Insieme con Gesù di tutti i nostri Fratelli. Aiutaci a portare agli altri il Dono Ricevuto, ad essere “Segni” di Cristo sulle strade di questo nostro mondo assetato di Verità e di Gloria, bisognoso di Redenzione e di Salvezza. Amen. 3 Ave Maria

2° Giorno: Ti saluto, o Maria

Ti saluto, o Maria, tutta Pura, tutta Irreprensibile e Degna di Lode. Tu Sei la Corredentrice, la Rugiada del mio arido Cuore, la Serena Luce della mia mente confusa, la Riparatrice di tutti i miei mali. Compatisci, o Purissima, l’infermità dell’Anima mia. Tu Puoi ogni cosa perché Sei la Madre di Dio; a Te nulla si nega, perché Sei la Regina. Non disprezzare la mia Preghiera e il mio pianto, non Deludere la mia Attesa. Piega il Figlio Tuo in mio favore e, finché durerà questa Vita, Difendimi, Proteggimi, Custodiscimi. 3 Ave Maria

3° Giorno: Ottienimi un Cuore Fedele

Santa Maria, Madre di Dio, conservami un Cuore di Fanciullo, Puro e Limpido come Acqua di Sorgente. Ottienimi un Cuore semplice che non si ripieghi ad assaporare le proprie tristezze: un Cuore Magnanimo nel DonarSi, facile alla Compassione; un Cuore Fedele e Generoso, Che non dimentichi alcun Bene e non serbi rancore di alcun male. Formami un Cuore Dolce e Umile Che Ami senza esigere di essere riamato; un Cuore grande e indomabile così che nessuna ingratitudine Lo possa chiudere e nessuna indifferenza lo possa stancare; un Cuore tormentato dalla Gloria di Gesù Cristo, Ferito dal Suo Grande Amore con una Piaga che non rimargini se non in Cielo. 3 Ave Maria

4° Giorno: Aiutaci, o Madre

Regina nostra, Inclita Madre di Dio, Ti Preghiamo: Fa’ che i nostri Cuori Siano Ricolmi di Grazia e Risplendano di Sapienza. RendiLi Forti con la Tua Forza e Ricchi di Virtù. Su noi Effondi il Dono della Misericordia, perché Otteniamo il Perdono dei nostri peccati. Aiutaci a vivere così da meritare la Gloria e la Beatitudine del Cielo. Questo ci Conceda Gesù Cristo, Tuo Figlio, Che Ti Ha Esaltata al di sopra degli Angeli, Ti Ha Incoronata Regina, e Ti Ha Fatto Assidere in Eterno sul Fulgido Trono. A Lui Onore e Gloria nei Secoli. Amen. 3 Ave Maria

5° Giorno: Salvaci, o Maria!

O Vergine, Bella come la Luna, Delizia del Cielo, nel Cui Volto guardano i Beati e si Specchiano gli Angeli, Fa’ che noi, Tuoi Figli, Ti assomigliamo, e che le nostre Anime Ricevano un Raggio della Tua Bellezza Che non Tramonta con gli anni, ma Che Rifulge nell’Eternità. O Maria, Sole del Cielo, Risveglia la Cita dovunque è la morte e Rischiara gli Spiriti dove sono le tenebre. RispecchiandoTi nel volto dei Tuoi Figli, Concedi a noi un Riflesso del Tuo Lume e del Tuo Fervore. Salvaci, o Maria, Bella come la Luna, Fulgida come il Sole, Forte come un esercito schierato, sorretto non dall’odio ma dalla Fiamma dell’Amore. Amen. 3 Ave Maria

6° Giorno: Tu, o Maria

Ave Maria! Piena di Grazia, più Santa dei Santi, più Elevata dei Cieli, più Glo­riosa degli Angeli, più Venerabile di ogni Creatura. Ave, Celeste Paradiso! Tutto Fragranza, Giglio Che Olezza Soave, Rosa Profumata Che Si schiude a Salute dei mortali. Ave, Tempio Immacolato di Dio Costruito Santamente, Adorno di Divina Magnificenza, Aperto a tutti, Oasi di Mistiche Delizie. Ave Purissima! Vergine Madre! Degna di Lode e di Venerazione, Fonte d’Acque Zampillanti, Tesoro d’Innocenza, Splendore di Santità. Tu, o Maria, Guidaci al Porto della Pace e della Salvezza, a Gloria di Cristo Che Vive in Eterno con il Padre e con lo Spirito Santo. Amen. 3 Ave Maria

7° Giorno: RicordaTi dei Tuoi Figli

Vergine Maria, Madre della Chiesa, a Te Raccomandiamo la Chiesa tutta. Tu Che Sei Chiamata “Aiuto dei Pastori”, Proteggi e Assisti i vescovi nella loro Missione Apostolica, e quanti, sacerdoti, religiosi, laici, li aiutano nella loro ardua fatica. Ricordati di tutti i tuoi figli; avvalora presso Dio le loro preghiere; conserva salda la loro fede; fortifica la loro speranza; aumenta la carità. Ricordati di coloro che versano nelle tribo­lazioni, nelle necessità, nei pericoli; ricordati di coloro soprattutto che soffrono perse­cuzioni e si trovano in carcere per la Fede. A costoro, o Vergine, Concedi la Forza e Affretta il Sospirato Giorno della Giusta Libertà. 3 Ave Maria

8° Giorno: o Padre Misericordioso

Padre di Misericordia, Datore di Ogni Bene, noi Ti Ringraziamo perché dalla nostra stirpe umana Hai Eletto La Beata Vergine Maria ad Essere Madre del Figlio Tuo Fatto Uomo. Ti Ringraziamo perché L’Hai Preservata da ogni peccato, L’Hai Riempita di Ogni Dono di Grazia, L’Hai Congiunta all’Opera di Redenzione del Tuo Figlio e L’Hai Assunta in Anima e Corpo al Cielo. Ti Preghiamo quindi, per Sua Intercessione, di poter realizzare la nostra Vocazione Cristiana, di crescere ogni Giorno nel Tuo Amore e di Venire con Lei a Godere per Sempre nel Tuo Regno Beato. Amen. 3 Ave Maria

9° Giorno: Chinati su di noi

Ascolta, o Prediletta da Dio, l’Ardente grido che ogni Cuore Fedele Innalza Verso di Te. Chinati sulle nostre Piaghe doloranti. Muta le menti dei malvagi, asciuga le Lacrime degli afflitti e degli oppressi, Custodisci il Fiore della Purezza nei giovani, Proteggi la Chiesa Santa, Fa’ che gli uomini tutti sentano il Fascino della Cristiana Bontà… Accogli, o Madre Dolcissima, le nostre umili Suppliche e Ottienici soprattutto che possiamo un Giorno ripetere Dinanzi al Tuo Trono l’Inno che si leva oggi sulla Terra intorno ai Tuoi Altari: Tutta Bella Sei, o Maria! Tu Gloria, Tu Letizia, Tu Onore del nostro popolo. Amen. 3 Ave Maria.

 

Un po’ di Storia…

 

La Riflessione Teologica sull’Immacolata Concezione di Maria È Stata molto lenta.  Una Festa della Natività di Maria Era Celebrata in Oriente verso la fine del VI secolo.  Nel Secolo seguente, poi, sorse una Festa della Concezione di Maria. In Occidente, invece, Questa Festa della Concezione di Maria appare solo in Italia Meridionale, a Napoli, nel IX secolo e intorno al 1060 veniva Celebrata anche in Inghilterra, introdotta molto probabilmente da un Monaco Orientale. Dopo la conquista dell’isola da parte dei Normanni, la Festa riacquistò vigore e passò in Europa come Festa dell’Immacolata Concezione. Non tutti i teologi del tempo erano favorevoli. Perfino il grande San Bernardo di Chiaravalle (1091-1153), il Cantore di Maria, colui che si sentì rispondere ad un suo Saluto Rivolto alla Statua della Vergine: “Ave, Bernarde” (Ciao, Bernardo), protestò in una lettera contro i Canonici di Lione per aver introdotto questa Festa. In questo stesso periodo, però, un Discepolo di Sant’Anselmo di Aosta (1033-1109), Eadmero, sostenne la possibilità dell’Immacolata Concezione. L’argomento era molto semplice: Dio Lo Poteva Fare. Se perciò Lo Voleva Fare, Lo Fece. Di qui ebbe origine il famoso assioma: “Potuit, decuit, ergo fecit” (Dio Poteva; era conveniente, perciò Lo Fece). L’intuizione era buona, ma poteva portare a delle esagerazioni. Una volta che i teologi avevano deciso che una cosa era conveniente, concludevano che Dio L’Aveva Fatta. Ed esagerazioni del genere non mancarono. Seguirono alcuni secoli di dibattito teologico al riguardo. Poi, nel 1477, Sisto IV dà il suo beneplacito ad una Messa della Concezione; nel 1695, Innocenzo XII approva una Messa con ufficio e ottava per la Chiesa intera, ed infine, nel 1708, con Clemente IX la festa divenne di Precetto. Un altro appoggio alla Celebrazione dell’Immacolata Concezione venne nel 1830 con le Apparizioni della Vergine a Caterina Labouré,, che promosse la diffusione della Medaglia Miracolosa con l’Invocazione: “O Maria, Concepita senza peccato, Pregate per noi che Ricorriamo a Voi”. Finalmente nel 1854, Pio IX definì come Dogma di Fede la Concezione Immacolata di Maria e quattro anni dopo la Madonna Stessa, a Suggello di quanto la Chiesa aveva Proclamato, Si autodefinì a Lourdes: “Io Sono l’Immacolata Concezione”. Con la riforma Liturgica del Vaticano Il Questa Celebrazione ha Assunto il Grado di Solennità. L’Immacolata Concezione È spesso fraintesa da chi è privo di una sufficiente istruzione Catechetica: viene confusa con il Concepimento Verginale di Gesù. Diciamo subito che il Nuovo Testamento non dice nulla sulla Concezione di Maria. La riflessione teologica dei primi secoli toccò sì Maria, ma in modo indiretto. I primi due Dogmi Mariani, infatti, cioè la Verginità di Maria e la Maternità Divina, Erano prettamente Cristologici, nel senso che erano affermazioni fatte su Maria, ma con il fine di salvaguardare Verità riguardanti Gesù. I due Dogmi Mariani più recenti, cioè quello dell’Immacolata Concezione e quello dell’Assunzione, riguardano in maniera più diretta Maria. Da un certo punto di vista essi rappresentano dei privilegi concessi alla Madonna, perché doveva essere Madre di Gesù, Vero Dio e Vero Uomo. Però il loro significato più profondo è soteriologico, in quanto riguardano la nostra Salvezza. Ci Ammaestrano sul nostro Fine ultimo, sulla Grazia Vittoriosa di Cristo Che Vince il peccato e ci Porta alla Gloria Finale. La Cosa fondamentale che possiamo dire sull’Immacolata Concezione È Che Maria È Stata Redenta in previsione dei Meriti del Figlio Suo. Gesù Ha Guadagnato sulla Croce la Grazia dell’Immacolata Concezione di Sua Madre. Tutto Ciò significa che la Salvezza dell’umanità era operativa ancora prima che Cristo Nascesse. Solo se vediamo Dio condizionato dal tempo, proviamo imbarazzo per il Concetto di “Redenzione Preservativa”, vale a dire fatta in Vista dei Meriti Acquisiti da Gesù sul Calvario. Intuizione Questa tanto Cara al Beato Duns Scoto (1266-1308). La Salvezza È sempre un Dono Gratuito di Dio. Il Bambino È Santificato Gratuitamente nell’Acqua del Battesimo e l’adulto accetta come Dono di Dio la Grazia della Giustificazione Mediante la Fede. Quando diciamo che Maria È Stata Concepita Senza macchia di peccato, diciamo che È Stata Redenta nel Modo più Perfetto possibile: il peccato non L’ha potuta nemmeno sfiorare. Questa Sua Concezione Immacolata. però, È un Dono totalmente Gratuito di Dio. Mediante Questo Privilegio, dunque, Maria È la Perfetta Salvata. Ella non Ha mai avuto gli ostacoli Spirituali che distolgono noi, Creature nate con il peccato originale, dal Totale Amore di Dio. Questo Dono Le Ha Permesso di Pronunciare al momento dell’Annunciazione, pur con un profondo Atto di Fede di fronte al Disegno Imperscrutabile di Dio, un Sì senza limiti, senza alcuna Restrizione inconscia. In molti passi la Liturgia ci presenta la Vergine Santa come inizio della Chiesa. Sì, perché Maria È la Persona dove la Grazia della Redenzione raggiunse la Sua Espressione Massima. In Maria, infatti, la Chiesa incomincia ad esistere “senza macchia né ruga… ma Santa e Immacolata” (Ef 5,27). Ciò che la Chiesa intera Sarà un Giorno, È già Perfetto in Maria Mediante la Sua Immacolata Concezione e la Sua Assunzione. E allora si deve concludere che La Vergine Immacolata È lontanissima da noi ed È Inimitabile? No, assolutamente! Nel mondo della Grazia e dello Spirito, solo il peccato è anormale, mentre la Santità è normale. La nostra esperienza quotidiana ce lo conferma. Quando siamo in Contatto regolare con Dio nella Preghiera, quando prendiamo la Vita Spirituale con maggior serietà, tendiamo ad essere più Buoni, più Disponibili, più Gentili verso gli altri. Il fatto, quindi, che Maria Sia senza peccato, La Rende perciò Madre di Misericordia, Madre Compassionevole, Aiuto dei Cristiani. In una parola: Corredentrice. Vorrei concludere queste brevi note e riflessioni con alcune Espressioni di Lode nei confronti di Maria Immacolata, Espressioni che troviamo nella Liturgia delle Ore, ma nate dalla mente e dal Cuore del genio più alto della nostra poesia: Dante Alighieri. «… Qui SÈ a noi Meridiana face di Cantate, e Giuso, intra i mortali, SÈ di Speranza fontana vivace. Donna, SÈ tanto grande e tanto Vali, che qual vuol Grazia ed a Te non ricorre, sua disianza vuol volar sanz’ali. La Tua Benignità non pur soccorre a chi domanda, ma molte fiate liberamente al dimandar precorre. In Te Misericordia, in Te Pietate, in Te Magnificenza, in Te s’aduna quantunque in Creatura è di Bontate…». (Paradiso, XXXIII, 10-21) Tutti Questi Pregi e lodi, che Dante Indirizza alla Vergine Santa, sono possibili e convenienti solo perché Maria È Madre di Dio e Immacolata.

 

 

Vangelo Esseno della Pace

 

Gesù rispose: “Che Sia Fatto Secondo la vostra Fede”, e Si Sedette in mezzo ad essi, Dicendo: “È Stato Insegnato ai vostri antenati: Onora il Padre Celeste e la Madre, la Terra; segui i Loro Comandamenti affinché i tuoi Giorni Siano Prolungati sulla Terra”.   E, subito dopo Questo Comandamento, gliene Fu Dato un Secondo: “tu non ucciderai, perché la Vita È Stata Data a tutti Da Dio e, Quel Che Dio Ha Dato, non spetta all’uomo di riprenderLo”.  Perché ve Lo Dico in Verità, È da una Unica Madre Che Procede Tutto Quello che Vive sulla Terra. Ecco perché colui che uccide, uccide suo Fratello. Orbene, la Madre, la Terra, Si Discosterà da lui e lo Priverà del Suo Seno Vivificante. Ed i Suoi Angeli l’Eviteranno e quindi Satana prenderà dimora nel suo corpo. E la Carne degli Animali abbattuti Diventerà la stessa Tomba per il suo corpo! Perché ve Lo Dico in Verità, colui che uccide, uccide sé stesso, e colui che Mangia la Carne degli Animali abbattuti, Mangia un corpo di morte… E la Loro Morte diverrà la sua morte… E il Prezzo del peccato è la morte. Non uccidete mai e non Mangiate mai la Carne delle vostre Innocenti Vittime se voi non volete diventare gli schiavi di Satana.   Ecco il Cammino della Sofferenza Che conduce alla morte. Di contro, Fate la Volontà di Dio, affinché i Suoi Angeli Possano Servirvi Lungo il Sentiero della Vita. Obbedite dunque a Questa Parola di Dio: ‘Ecco, Io vi Ho Dato ogni Erba Che Reca Semenza Che Si Trova sulla Superficie di Tutta la Terra ed Ogni Albero sul Quale È il Frutto d’un Albero Che Reca Semenza. Per voi, fatevene dunque vostro Nutrimento. E ad Ogni Animale sulla Terra, ad ogni Uccello nell’Aria ed a Tutti Quelli che strisciano sulla Terra, a Tutte Queste Bestie nelle Quali Vi È un Alito di Vita, Io Do loro Ogni Erba Verde per Nutrimento’.  In più, il Latte di Ogni Bestia Che Si Muove e Vive sulla Terra Sarà per voi un Nutrimento; allo Stesso Titolo per il Quale Io Ho Dato Loro l’Erba Verde, Così Io vi Do il Latte. In Quanto alla Carne ed al Sangue Che Vivifica gli Animali voi non dovete Mangiarne…”. Un Altro Disse ancora: “Mosè, il più Grande Che mai Fu in Israele, Permise ai nostri padri di Mangiare la Carne degli Animali Puri e Proibì solamente la Carne degli Animali impuri. Perché dunque Tu ci Proibisci l’uso della Carne di tutte le Bestie? Qual È la Legge Che Viene da Dio? Quella di Mosè oppure la Tua?”.  … E Gesù Continuò: “Dio Ha Dato Questo Comandamento ai vostri padri: tu non ucciderai. Tuttavia il loro Cuore Era Indurito ed essi uccisero. Allora Mosè Desiderò Che almeno essi non uccidessero degli Uomini ed Egli Permise loro di mettere a morte gli Animali. Ma allora il Cuore dei vostri padri S’Indurì ancora di più ed essi uccisero indifferentemente Uomini e Bestie.  In Quanto a Me, Io vi Dico: ‘Non uccidete né uomini né Bestie e non distruggete gli Alimenti che portate alla bocca, perché se voi Mangiate degli Alimenti Viventi, Questi vi Vivificheranno.  Ma se voi uccidete per ottenere il vostro Nutrimento, la Carne morta vi ucciderà a sua volta. Perché la Vita Procede Solamente dalla Vita e dalla morte deriva soltanto la morte. E tutto quanto uccide i vostri Alimenti, uccide altresì il vostro Corpo e tutto quanto uccide i vostri Corpi uccide parimenti le vostre Anime. Ed i vostri Corpi diverranno simili al vostro Nutrimento e, del Pari, i vostri Spiriti Saranno Analoghi ai vostri Pensieri…”.  “Ordunque Mangiate Tutto Quello Che Si Trova sulla Tavola di Dio: i Frutti degli Alberi, i Grani e le Erbe dei Campi, il Latte degli Animali ed il Miele delle Api. Ogni altro alimento è l’opera di Satana e conduce ai peccati, alle malattie ed alla morte. Al contrario, il Ricco Nutrimento Che voi trovate sulla Tavola di Dio Dispensa al vostro Corpo Forza e Giovinezza; da allora la malattia resterà lungi da voi…”.

(Libro: La scoperta del Vangelo Esseno della Pace).

 

 

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Prega Comunicati Sacrificati Sii apostolo"

 

 

Benediciamo e Amiamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo Insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

Celebrando il Memoriale del Tuo Meraviglioso Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo, lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa – Francesco, e con Tutto l’Ordine Sacerdotale. Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.  Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria:  Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.  Amen.

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto È Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e Avrai Salva la Vita!

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

Se Siamo Morti con Cristo, Crediamo anche Che Vivremo con Lui.  Alleluia. (Rm 6, 8)

 

 

 

 

La Grande Promessa della Divina Misericordia

 

 


Preghiera del Mattino

Padre Che Sei nei Cieli, Voglio Cominciare Questo Nuovo Giorno Invocando il Tuo Nome.  Dammi Oggi gli Stessi Sentimenti di Tuo Figlio e l’Energia del Tuo Santo Spirito.  Donami la Grazia della Compassione per tutti coloro Che non Ti Conoscono e hanno Bisogno della Tua Guida.  Mandami Come Operaio nella Tua Messe e Dammi il Coraggio di Lavorare senza pigrizia e senza lamento. Amen. 

Detti dei padri

Un Giorno l’Abba Macario, passando di ritorno dalla palude nella sua cella, recava con sé dei rami di Palma, ed ecco per la strada gli venne incontro il diavolo con una falce per la mietitura.  Lo avrebbe voluto colpire con quella falce, ma non ci riuscì e gli disse: O Macario, da te subisco grande violenza, perché non posso avere la meglio su di te.  Infatti qualsiasi cosa tu faccia, la faccio anch’io: Digiuni e anch’io non mangio affatto, Vegli e anch’io non dormo affatto.  C’è una sola cosa in cui mi sei superiore; l’Abate Macario chiese: Quale? Il diavolo rispose: La tua Umiltà, a causa della quale non riesco ad avere la meglio su di te.

Antifona
Dice il Signore: «Io Ho Progetti di Pace e non di sventura.  Voi Mi Invocherete e Io vi Esaudirò: vi Radunerò da Tutte le Nazioni Dove vi Ho Disperso». (Cf. Ger 29, 11-12.14)

Colletta

Il Tuo Aiuto, Signore Dio nostro, ci Renda Sempre Lieti nel Tuo Servizio, perché Solo nella Dedizione a Te, Fonte di Ogni Bene, Possiamo Avere Felicità Piena e Duratura.  Per il nostro Signore Gesù Cristo, Tuo Figlio, Che È Dio, e Vive e Regna con Te, nell’Unità dello Spirito Santo, per Tutti i Secoli dei Secoli.

Dal Secondo Libro dei Maccabèi (2 Mac 7, 1. 20-31)

In Quei Giorni, ci fu il caso di sette Fratelli Che, presi insieme alla loro madre, furono costretti dal re, a forza di flagelli e nerbate, a Cibarsi di carni suine proibite.  Soprattutto la madre era Ammirevole e Degna di Gloriosa Memoria, perché, vedendo morire sette Figli in un Solo Giorno, Sopportava Tutto Serenamente per le Speranze Poste nel Signore.  Esortava ciascuno di loro nella lingua dei padri, Piena di Nobili Sentimenti e, Temprando la Tenerezza femminile con un Coraggio Virile, diceva loro: «Non so come siate apparsi nel mio seno; non io vi ho dato il Respiro e la Vita, né io ho dato forma alle membra di ciascuno di voi.  Senza dubbio il Creatore dell’Universo, Che Ha Plasmato all’Origine l’Uomo e Ha Provveduto alla Generazione di Tutti, per la Sua Misericordia vi Restituirà di Nuovo il Respiro e la Vita, poiché voi Ora per le Sue Leggi non vi preoccupate di voi stessi».  Antioco, credendosi disprezzato e sospettando che quel linguaggio fosse di scherno, Esortava il più Giovane che era ancora Vivo; e non solo a parole, ma con Giuramenti Prometteva che l’avrebbe fatto ricco e molto Felice, se avesse abbandonato le Tradizioni dei padri, e che l’avrebbe fatto suo amico e gli avrebbe affidato alti incarichi.  Ma poiché il Giovane non badava per nulla a queste parole, il re, chiamata la madre, la Esortava a farsi Consigliera di Salvezza per il Ragazzo.  Esortata a lungo, ella accettò di Persuadere il Figlio; chinatasi su di lui, beffandosi del crudele tiranno, disse nella lingua dei padri: «Figlio, Abbi Pietà di me, che ti ho portato in seno nove Mesi, che ti ho Allattato per tre Anni, ti ho Allevato, ti ho Condotto a questa età e ti ho dato il Nutrimento. Ti Scongiuro, Figlio, Contempla il Cielo e la Terra, Osserva Quanto Vi È in Essi e Sappi Che Dio Li Ha Fatti non da cose preesistenti; Tale È Anche l’Origine del Genere Umano. Non Temere questo carnefice, ma, Mostrandoti Degno dei tuoi Fratelli, Accetta la morte, perché io ti possa Riavere Insieme con i tuoi Fratelli nel Giorno della Misericordia». Mentre lei ancora parlava, il Giovane disse: «Che aspettate? Non Obbedisco al comando del re, ma Ascolto il Comando della Legge Che È Stata Data ai nostri padri per Mezzo di Mosè.  Tu però, che ti sei fatto autore di ogni male contro gli Ebrei, non sfuggirai alle Mani di Dio».   Parola di Dio.  (Rendiamo Grazie a Dio).

Salmo 16 (Ci Sazieremo, Signore, Contemplando il Tuo Volto).

Ascolta, Signore, la Mia Giusta Causa, Sii Attento al Mio Grido.  Porgi l’Orecchio alla Mia Preghiera: sulle Mie Labbra non c’è inganno.  Tieni Saldi i Miei Passi sulle Tue Vie e i Miei Piedi non vacilleranno.  Io T’Invoco poiché Tu Mi Rispondi, o Dio; Tendi a Me l’Orecchio, Ascolta le Mie Parole.  Custodiscimi Come Pupilla agli Occhi, all’Ombra delle Tue Ali Nascondimi.  Io nella Giustizia Contemplerò il Tuo Volto, al Risveglio Mi Sazierò della Tua Immagine.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia.  Io Ho Scelto voi, Dice il Signore, perché Andiate e Portiate Frutto e il vostro Frutto Rimanga.  Alleluia.

Dal Santo Vangelo del Cristo di Dio Secondo l’Apostolo Luca (Lc 19, 11-28)

In Quel Tempo, Gesù Disse una Parabola, perché Era Vicino a Gerusalemme ed Essi Pensavano Che il Regno di Dio Dovesse Manifestarsi da un Momento all’Altro.  Disse dunque: «Un Uomo di Nobile Famiglia Partì per un paese lontano, per Ricevere il Titolo di Re e poi Ritornare.  Chiamati dieci dei Suoi servi, Consegnò loro dieci monete d’oro, Dicendo: “Fatele Fruttare Fino al Mio Ritorno”.  Ma i Suoi cittadini Lo odiavano e mandarono Dietro di Lui una delegazione a dire: “Non vogliamo Che Costui Venga a Regnare su di noi”.  Dopo Aver Ricevuto il Titolo di Re, Egli Ritornò e Fece Chiamare quei servi a cui Aveva Consegnato il Denaro, per Sapere Quanto ciascuno Avesse Guadagnato.  Si presentò il primo e disse: “Signore, la Tua Moneta d’Oro Ne Ha Fruttate Dieci”.  Gli Disse: “Bene, servo Buono! Poiché ti sei mostrato Fedele nel poco, Ricevi il Potere Sopra dieci città”.  Poi si presentò il secondo e disse: “Signore, la Tua Moneta d’Oro Ne Ha Fruttate Cinque”.  Anche a questo Disse: “Tu pure sarai a capo di cinque città”. Venne poi anche un altro e disse: “Signore, Ecco la Tua Moneta d’Oro, Che ho tenuto Nascosta in un fazzoletto; avevo Paura di Te, Che Sei un Uomo Severo: Prendi quello che non Hai Messo in deposito e Mieti Quello Che non Hai Seminato”.  Gli Rispose: “Dalle tue stesse parole ti Giudico, servo malvagio! Sapevi Che Sono un Uomo Severo, Che Prendo Quello Che non Ho Messo in Deposito e Mieto Quello Che non Ho Seminato: perché allora non hai consegnato il Mio Denaro a una banca? Al Mio Ritorno L’Avrei Riscosso con gli Interessi”.  Disse poi ai presenti: “Toglietegli la Moneta d’Oro e Datela a colui che Ne Ha Dieci”.  Gli risposero: “Signore, Ne ha già dieci!”. “Io vi Dico: A chi ha Sarà Dato; invece a chi non ha, Sarà Tolto anche quello che ha.  E quei Miei nemici, che non volevano che Io Diventassi loro Re, Conduceteli qui e Uccideteli Davanti a Me”». Dette Queste Cose, Gesù Camminava Davanti a tutti Salendo Verso Gerusalemme.   Parola del Signore.  (Lode a Te o Cristo).

Preghiera della Sera

Per il Segno della Santa Croce, Proteggimi dai miei nemici, o Signore, mio Dio. Ti Ringrazio Veramente di Cuore per Avermi Creato, Fatto Cristiano – Salvandomi a Prezzo del Tuo Santo Sangue e Preservato in Questo Giorno dalle menzogne della Vita. Gloria, Onore e Lode a Te, mio Dio, con lo Spirito Santo, per Cristo nostro Signore. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

Ci Benedica Dio Onnipotente:

Padre, Figlio e Spirito Santo! Amen.