Il Santo Vangelo del Giorno mercoledì del Signore 04 agosto 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

…. Scrivere della Sacra Parola È per me un Dovere, da Divulgare con Amore Spontaneo, giacché il Premio È Proprio Quello di Annunciare alle Creature la Salvifica Speranza.  Anche per Ciò, pur non contando io nulla, Esorto ad Aiutare chi Avesse Necessità di Ricevere Conforto, Pregando Insieme per le Sante Anime Abbandonate in Purgatorio, per i Defunti di Tutti i Tempi, per gli Ammalati, gli Anziani, i Fanciulli, i Poveri, i Sofferenti, i discriminati, gli atei e per i Carcerati.  Come il Buon Paolo, al Cui Ricordo il Cuor Mio Sussulta in Commozione, Tutto io misero Faccio per Questo Merletto della Veste di Cristo – Ch’È il Santo Vangelo – per l’appunto, Auspicando di Diventarne Partecipe a mia Volta, mentre in Ginocchio Attendo Sereno il Giudizio di Dio. (L’autore). 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE ESSENZA CRISTO

 

 

Confiteor

(da Recitarsi possibilmente in Ginocchio, Invocando la Divina Misericordia)

 

«Confesso a Dio Onnipotente e a voi, Fratelli, Che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni, per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E Supplico la Beata Sempre Vergine Maria, gli Angeli, i Santi e voi, Fratelli, di Pregare per me il Signore Dio nostro.  Dio Onnipotente Abbia Misericordia di noi, Perdoni i nostri peccati e ci Conduca alla Vita Eterna.  Amen».

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

  

All’improvviso, Capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non Vedere e a non voler ancora Udire.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

  Atto di Dolore

 

O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con Tutto il Cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i Tuoi Castighi e, soprattutto, perché ho offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra Ogni Cosa! Propongo – col Tuo Santo Aiuto, di non offenderTi mai più e di Fuggire le occasioni prossime di peccato.  Signore, Misericordia, Perdonami! Amen. 

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

 Preghiera dal Cuore

(Atto di Amorevole Umiliazione ai Piedi della Santa Croce – in Ginocchio – 27 luglio 2019)

 

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.  Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato, lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un Forestiero per i Figli di Mia Madre. Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, col Santo Vangelo del Giorno abbiamo modo di leggere la Testimoniata Esortazione del Sacro Cuore del Signore Gesù, Che Invita Nuovamente tutti noi alla Rivisitazione della Condotta di Vita, al Fine di Ottenere il “Biglietto” per il Grande Viaggio Verso la Sempiterna Luce di Dio! La Beata Mèta È – infatti, inconsapevolmente Ambita anche dalle Anime dei malvagi, purtroppo imprigionati dall’autore d’ogni male, il cui nome è lucifero e che dagli Angeli del Paradiso Venne Cancellato per sempre dalla Volta Celeste! Poiché non sarebbe Piacevolmente facile star lontani dall’Amore del Padre nostro, posto Che È un Vero Onore Ridondar Tale Messaggio, abbandoniamo in fretta i “cammini tortuosi” e Poniamoci Subito alla Ricerca dell’Amore di Cristo, Che Ristorerà Abbondantemente i nostri stanchi Cuori, enormemente Provati dall’imperante sconquasso del mondo.  Pace e Bene a tutte le Creature di Buona Volontà.

 

 

Potrebbe essere un'illustrazione raffigurante 1 persona

 


Testimonianza

 

Dice il Sacro Cuore del Signore Gesù: “Non Crediate Che il Mio Allertarvi Sia Così Tanto per Fare o Dire, perché il Tempo dei Tempi È ormai Giunto, piaccia o no ai vostri inutili e stolti piani, mai dimenticando che lascerete in Terra tutta l’inutile materia, ch’è stata per voi Croce e Delizia, nonostante i Divini Comandi, continuamente violati! Nulla Accade senza Che il Padre Mio Lo Disponga, Ogni Cosa Gli È Sottoposta in Forza della Creazione, nei Cui Confronti tutti Dovrebbero Mostrar di Avere il Massimo Riguardo. Invece, le considerazioni che gli uomini fanno in luogo della Preghiera, altro effetto non otterranno che di far permanere più a lungo in Purgatorio le loro Povere e Tormentate Anime, già notevolmente pressate dall’insulso Vivere di alcuni.  Prendete il Coraggio a due mani e cambiate in fretta il vostro agire, poiché – a breve, molti Torneranno a Casa, con le non poche colpe da Scontare in Purgatorio… e sarà difficile finanche per la Mia Misericordia il soprassedere su alcune ostinate condotte Esistenziali.  È il Momento che i meno distratti restino in Attento Ascolto, Piegando Umilmente le ginocchia al suolo e facendo Solenne Voto d’Obbedienza all’Onnipotente, Invitando i Fratelli alla Profonda Riflessione su Tutto Quello Che – tuttavia, Verrà! Vi Benedico”.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

Testimonianza

(Riceviamo e pubblichiamo – 19 aprile 2019)

 

…. scendendo in strada, notavo che una signora teneva un foulard sul capo, verosimilmente rasato per via di trattamenti antiblastici! Conoscendola, immaginavo di avvicinarmi a lei, prendendo Teneramente le sue mani con le mie, dicendo: “So che Soffre molto, ma ho la Soluzione al suo problema, ch’è poi quello di molti; vada Subito a Far Visita alla Grotta Dedicata alla Vergine della Rivelazione, portando il suo Amore nel Cuore! Colà giunta, Si Ponga in Ginocchio Esattamente Innanzi alla Grata, Quella Che troverà nella metà del tunnel, poiché È Proprio in Quel Punto Che Apparve a Suo Tempo.  Prima di Pregar – però, benché Sappia Già Tutto, dica alla Mamma Celeste Che la mando io”.  La signora – con Fare Sereno e quasi Sedata, non ricordando il mio nome di Battesimo, rispondeva: “Se la Madonna Dovesse Chiedermi com’è che lei si chiami, cosa dovrò dirLe?”.  Replicavo alla donna: “…. quaggiù, la Gloria non appartiene mai agli uomini, ma Unicamente a Gesù – il Cristo di Dio; vada in Pace e Vedrà!”.   Subito dopo, come Destandomi, riprendevo la Via per la mia Originaria Destinazione.

 

 

 

Immagine correlata

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

Celebrando il Memoriale della Risurrezione del Tuo Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa – Francesco, e con Tutto l’Ordine Sacerdotale. Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.   Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria:  Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.  Amen.

 

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto È Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e Avrai Salva la Vita!

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

Se Siamo Morti con Cristo, Crediamo anche Che Vivremo con Lui.  Alleluia. (Rm 6, 8)

 

 

 

 

La Grande Promessa della Divina Misericordia

 

 

 Preghiera del Mattino

Lascia Che ci Rivolgiamo a Te, Signore Dio, con le Parole del Salmista; Inonda, Questa Mattina, i nostri Cuori del Tuo Amore, affinché Passiamo la nostra Giornata nella Gioia e nella Lode al Tuo Nome. “Sia su di noi la Bontà del Signore, nostro Dio: Rafforza per noi l’Opera delle nostre mani, l’Opera delle nostre mani Rafforza”. Perché Questa Terra sia più Bella e gli uomini Diventino Migliori, Fa’ di noi, Signore, degli Strumenti della Tua Pace. Amen.

Detti dei padri

“Abba Abramo, Discepolo di abba Agatone, chiese ad abba Poemen: ‘Come mai i demoni mi combattono?’. ‘Ti combattono i demoni? – gli dice abba Poemen – Non combattono contro di noi finché facciamo la nostra volontà; infatti le nostre volontà sono demoni, e sono esse che ci tormentano, fino a quando non le compiamo.  Vuoi vedere con chi combatterono i demoni? Con abba Mosè e quelli simili a lui”.

Antifona

I Tuoi Sacerdoti, o Signore, Si Rivestano di Giustizia ed Esultino i Tuoi Santi (T.P. Alleluia). (Cf. Sal 131, 9)

Dal Libro dei Numeri (Nm 13, 2-3.26 – 14, 1. 26-30.3)

In Quei Giorni, il Signore Parlò a Mosè [nel Deserto di Paran] e Disse: «Manda uomini a esplorare la Terra di Canaan, Che Sto per Dare agli Israeliti.  Manderete un uomo per ogni tribù dei suoi padri: tutti siano prìncipi fra loro».   Mosè li Mandò dal Deserto di Paran, Secondo il Comando del Signore.   Al termine di quaranta Giorni tornarono dall’esplorazione della Terra e andarono da Mosè e Aronne e da Tutta la Comunità degli Israeliti nel Deserto di Paran, verso Kades; riferirono ogni cosa a loro e a tutta la Comunità e mostrarono loro i Frutti della Terra.  Raccontarono: «Siamo andati nella Terra alla Quale Tu ci Avevi Mandato; Vi Scorrono Davvero Latte e Miele e Questi Sono i suoi Frutti.  Ma il Popolo che abita Quella Terra è potente, le città sono fortificate e assai grandi e vi abbiamo anche visto i Discendenti di Anak.  Gli Amaleciti abitano la regione del Negheb; gli Ittiti, i Gebusei e gli Amorrei le Montagne; i Cananei abitano presso il Mare e lungo la Riva del Giordano».  Caleb fece tacere il Popolo davanti a Mosè e disse: «Dobbiamo salire e conquistarla, perché certo vi riusciremo».  Ma gli uomini che vi erano andati con lui dissero: «Non riusciremo ad andare contro questo Popolo, perché è più forte di noi».  E diffusero tra gli Israeliti il discredito sulla Terra che avevano esplorato, dicendo: «La Terra che abbiamo attraversato per esplorarla è una Terra che divora i suoi abitanti; tutto il Popolo che vi abbiamo visto è gente di alta statura. Vi abbiamo visto i giganti, discendenti di Anak, della razza dei giganti, di fronte ai quali ci sembrava di essere come locuste, e così dovevamo sembrare a loro». Allora Tutta la Comunità alzò la voce e diede in alte grida; quella Notte il Popolo Pianse.   Il Signore Parlò a Mosè e ad Aronne e Disse: «Fino a Quando Sopporterò questa comunità malvagia che mormora Contro di Me? Ho Udito le mormorazioni degli Israeliti Contro di Me.   Riferisci loro: “Come È Vero Che Io Vivo, Oracolo del Signore, Così come avete parlato alle Mie Orecchie Io Farò a voi! I vostri cadaveri cadranno in questo Deserto. Nessun censito tra voi, di quanti siete stati registrati dai venti Anni in su e avete mormorato Contro di Me, potrà entrare nella Terra nella Quale Ho Giurato a Mano Alzata di Farvi Abitare, a Eccezione di Caleb, Figlio di Iefunnè, e di Giosuè, Figlio di Nun.   Secondo il numero dei Giorni che avete impiegato per esplorare la Terra, quaranta Giorni, per ogni Giorno un Anno, porterete le vostre colpe per quarant’Anni e saprete Che Cosa Comporta Ribellarsi a Me”.  Io, il Signore, Ho Parlato.  Così Agirò con tutta questa comunità malvagia, con coloro che si sono coalizzati Contro di Me: in Questo Deserto Saranno Annientati e qui moriranno».   Parola di Dio.

Salmo 105  (Ricòrdati di noi, Signore, per Amore del Tuo Popolo)

Abbiamo peccato con i nostri padri, delitti e malvagità abbiamo commesso.  I nostri padri, in Egitto, non Compresero le Tue Meraviglie.  Presto dimenticarono le Sue Opere, non ebbero Fiducia del Suo Progetto, arsero di Desiderio nel Deserto e tentarono Dio nella steppa.  Dimenticarono Dio Che li Aveva Salvati, Che Aveva Operato in Egitto Cose Grandi, Meraviglie nella Terra di Cam, Cose Terribili Presso il Mar Rosso.  Egli li Avrebbe Sterminati, se Mosè, il Suo Eletto, non Si Fosse Posto sulla Breccia Davanti a Lui per Impedire alla Sua Collera di Distruggerli.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia.   Un Grande Profeta È Sorto tra noi, e Dio Ha Visitato il Suo Popolo.  Alleluia.

Dal Santo Vangelo del Cristo di Dio Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 15, 21-28)

In Quel Tempo, Gesù Si Ritirò Verso la Zona di Tiro e di Sidòne.  Ed Ecco una Donna Cananea, Che Veniva da Quella Regione, Si Mise a Gridare: «Pietà di me, Signore, Figlio di Davide! Mia Figlia è molto tormentata da un demonio».  Ma Egli non le Rivolse neppure una Parola.  Allora i Suoi Discepoli Gli Si Avvicinarono e Lo Implorarono: «Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!».  Egli Rispose: «Non Sono Stato Mandato se non alle Pecore Perdute della Casa d’Israele».  Ma Quella Si Avvicinò e Si Prostrò Dinanzi a Lui, dicendo: «Signore, Aiutami!».  Ed Egli Rispose: «Non È Bene Prendere il Pane dei Figli e Gettarlo ai cagnolini».   «È Vero, Signore, – disse la Donna – eppure i cagnolini Mangiano le Briciole che cadono dalla Tavola dei loro Padroni».   Allora Gesù le Replicò: «Donna, Grande È la tua Fede! Avvenga per te Come Desideri».  E da Quell’Istante Sua Figlia Fu Guarita.   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Signore, Grazie per le persone Che mi Hai Fatto Incontrare Oggi.   Grazie per gli Avvenimenti, grandi o piccoli, Che mi Hai Fatto Vivere.   Grazie per Tutte le Occasioni Che Hai Tentato per RenderTi vicino a me, per Scuotermi dal mio torpore, per Entrare nella mia Esistenza con una Dilezione Tenerissima. Perdona le mie distrazioni e le mie ottusità.  Raccoglimi nelle Tue Braccia. Donami la Capacità di Stupirmi Sempre Davanti alle Tue Piccole Enormi Meraviglie. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)