Il Santo Vangelo del Giorno Sabato del Signore 26 giugno 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

…. Scrivere della Sacra Parola È per me un Dovere, da Divulgare con Amore Spontaneo, giacché il Premio È Proprio Quello di Annunciare alle Creature la Salvifica Speranza.  Anche per Ciò, pur non contando io nulla, Esorto ad Aiutare chi Avesse Necessità di Ricevere Conforto, Pregando Insieme per le Sante Anime Abbandonate in Purgatorio, per i Defunti di Tutti i Tempi, per gli Ammalati, gli Anziani, i Fanciulli, i Poveri, i Sofferenti,  i discriminati, gli atei e per i Carcerati.  Come il Buon Paolo, al Cui Ricordo il Cuor Mio Sussulta con Commozione, Tutto io misero Faccio per Questo Merletto della Veste di Cristo – Ch’È il Santo Vangelo – per l’appunto, Auspicando di Diventarne Partecipe a mia Volta, mentre in Ginocchio – e Sereno, Attendo il Giudizio di Dio. (L’autore). 

 

 

Pin su Gesù

 

 

Confiteor

(da Recitarsi in Ginocchio, Invocando la Divina Misericordia)

 

«Confesso a Dio Onnipotente e a voi, Fratelli Che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni, per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E Supplico la Beata Sempre Vergine Maria, gli Angeli, i Santi e voi, Fratelli, di Pregare per me il Signore Dio nostro.  Dio Onnipotente Abbia Misericordia di noi, Perdoni i nostri peccati e ci Conduca alla Vita Eterna. Amen».

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

All’improvviso, Capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non Vedere e a non voler ancora Udire.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

Atto di Dolore 

 

O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con Tutto il Cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i Tuoi Castighi e, soprattutto, perché ho offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra Ogni Cosa! Propongo – col Tuo Santo Aiuto, di non offenderTi mai più e di Fuggire le occasioni prossime di peccato.  Signore, Misericordia, Perdonami! Amen.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 


Il Mondo Nuovo È Così a portata di mano che solo chi non vuole entrarVi riesce a restar davvero fuori da Cotanto Paradiso, Talmente Grande È l’Amore Che Ha per noi Figli il Trinitario Spirito Santo! E sarebbe sciocco non approfittare delle Occasioni Sane Che da Egli ci Viene Consentito di cogliere tra le sfumature più impensate della Vita. Anni addietro e ad un’Anima Come tante poi in Terra, Venne Rivelato Che persino chi aveva addolcito i percorsi di quaggiù con delle semplici ma Pure Canzoni Aveva Trovato Consenso Presso il Cielo, Ove la Musica Allieta l’Armonia sin dall’Inizio dei Tempi. Molti artisti “trapassati” han lasciato orme non da poco, a dimostrar quanto il male sia Sgradito a Tutti gli Elementi del Creato. Certo, non è facile comprender Ciò, proprio a causa del caos che da secoli ci avvolge, benché si tenti di scovare il Bene ovunque, Che in fondo Fa Star Sereni i Cuori. Qualcuno rammenterà il passaggio d’un vecchio brano che così faceva “e la maldicenza fino al Cielo non ci va!“. L’autore solo dopo anni comprese il perché di Quella frase quasi Sognata, che avrebbe da lì a poco modificata la sua Esistenza intera. A molti altri è capitato di sapere il perché di tanta Gioia Destinata, senza tuttavia abbandonar la Via già per loro Disegnata. All’uopo, il Fraticello del Gargano – pur Esorcista, Soleva Dire ai Fedeli colà presenti: “…. noi vediam la parte brutta del Ricamo dal di sotto, perché seduti su uno sgabello troppo basso!”.   A buon intenditor poche parole! Sia Lodato Gesù Cristo.

 

 

 


Messaggio di Dio Padre

(a Benedetta – Italia, 27 Marzo 2014)

 

Dio non Fa Preferenza per alcuno

  

“Padre mio, comprendo che l’Amore È Gratuito: È Sempre Dono.  Ho fatto Questa Considerazione perché mi ha Stupito Che Tu Abbia Gratitudine verso chi Ti Ama. Questa Gratitudine mi Potrebbe Sembrare un paradosso, eppure anche Tu non Puoi Pretendere Che le Tue Creature Ti Amino.  Per Questa Ragione chi Ti Ama Ti fa un Dono e Tu gli Sei Grato. Questo Dono poi È Fonte di Gioia Sia per chi Dona Che per chi Riceve. Tu Sei la Sorgente dell’Amore e Ti Doni Gratuitamente e noi, Tue Creature, Siamo Chiamate a Ricevere e a Donare Quanto Ricevuto con Tutte noi Stesse. Mi Sembra Ovvio Che Da Te Riceviamo Amore Purissimo e a Te Ritorniamo Amore impoverito dalle nostre miserie ma Tu, nella Tua Bontà, Lo Apprezzi e, nel Tuo Cuore Ardente, Bruci le nostre brutture. Io Credo Che Tu Sei Amore Perfettissimo e Che noi, Figli Tuoi, siamo Amore imperfetto, ma in Cammino Verso di Te, cioè Verso la Perfezione del nostro Essere. Comprendo Che il nostro Cuore non Può Essere Diviso Così Come il Tuo Cuore non È Diviso e, per Questa Ragione, non Esiste Amore Vero Che non Sia con Tutto il Cuore, con Tutta l’Anima e con Tutte le Forze. Nella mia Semplicità Oso Credere di AmarTi già Adesso con Tutto il Cuore, con Tutta l’Anima e con Tutte le Forze di Creatura imperfetta e Questo Credere mi Dà tanta Gioia, perché dall’Inizio del mio Cammino di Fede ho Sempre Sofferto Pensando di AmarTi troppo poco. Ma Ora Tu mi Fai Comprendere Che Chiedi Solo il Possibile dalle Tue Creature, perché Operare l’Impossibile È Compito Tuo. Tu Sai Che Ti Amo Come Sono Capace e, comunque, non sono sazia ed Anelo ad AmarTi Sempre più. Oggi Oso Credere Che la Santissima Trinità Ha Posto Dimora in me per Beneficiarmi Incessantemente con la Sua Grazia e che io, Giorno dopo Giorno, Avanzo nel Cammino Verso la Perfezione Che Tu, Padre Buono, Hai Pensato per me dal Momento in Cui mi Chiamasti all’Esistenza. Credo che ogni Giorno Ti Amo un po’ di Più, anche se spesso non ne ho la Consapevolezza, perché Tu Sei Bontà Infinita e Fai Sempre Quello Che Vuoi. Devo Impegnarmi a Crescere nell’Umiltà, perché non È sempre Facile Lasciarsi Amare da Te e dalle Tue Creature: l’orgoglio si oppone e vuole ribellarsi. Credo che noi, Figli Tuoi, Siamo Stati Creati per Amore e possiamo trovare la Gioia Piena a Cui Aneliamo solo Amando, per Mezzo della Grazia Che Tu ci Doni. Guardando a coloro che non ci Amano, dovremmo provare pena e Compassione, perché rifiutano la Gioia Che Deriva dall’Amore; anche noi dovremmo compiangerci ogni volta che chiudiamo i nostri Cuori. Se potessimo uscire dai nostri limiti e Credere Umilmente alla Tua Santa Parola Che Dice Che Tutto È nostro, noi Siamo di Cristo e Cristo È di Dio! (cfr 1Corinzi 3,22-23). Se Credessimo, potremmo Vivere già da ora un Acconto di Paradiso, Accogliendo l’Amore Che È Dentro e Fuori di noi, Vivo e Presente in Tutta la Creazione. Signore, Aumenta la nostra Fede, la nostra Speranza e la nostra Carità, perché Tu Sei il nostro Dio e noi siamo Figli e Servi Tuoi. O Dio, Che ci Ami Infinitamente ed Eternamente e Ti Doni Interamente a ciascuno di noi, Tu Riesci ad Amare ogni Figlio Tuo Come se Fosse l’Unico Esistente. Esulta il mio Cuore quando Pensa a Te e Nasce l’Esigenza di DonarTi Gratitudine Infinita ed Eterna. Allora, insieme al Salmista ripeto: “che Cosa Renderò al Signore per Quanto mi Ha Dato?” (salmo 115,12). Mio Signore e mio Dio Ti Dono tutta me stessa per sempre e, Confidando nella Tua Grazia, Ti Seguirò ovunque Tu Vada, perché so Che le Tue Vie Sono Vie d’Amore e Portano alla Beatitudine senza Fine, Che Tu Sei. Di noi tutti Abbi Misericordia e Apri i nostri Cuori, perché possiamo AiutarTi ad Aiutarci, con una Partecipazione sempre più Piena della Tua Salvezza. A Te, Dio nostro, ogni Onore e Gloria per Tutti i Secoli dei Secoli”.

Hai scritto Bene, Piccola Mia. Farò un’Aggiunta a Riguardo della Gratitudine: Essa È Giusta Ricompensa Secondo le logiche del mondo, Cioè È Dovuta a qualcuno che vi Fa del Bene. Questa È logica umana ed È Apprezzabile, ma la Gratitudine Soprannaturale È Molto di Più: Essa Sgorga Direttamente e Naturalmente dall’Amore ed È Dono Gratuito. Tu Mi dirai che non ci sarebbe Bisogno Che il Creatore Avesse Gratitudine per le Sue Creature e dici il Vero, perché non conosci abbastanza le Proprietà dell’Amore. Continua a Crescere, Bambina Mia, e Comprenderai Meglio, ma per il momento va Bene Così. Intanto Continua a Dare Gratuitamente Quel Che Ricevi Gratuitamente. Stai Serena e Lascia Fare al tuo Dio Che non Cesserà mai di Stupirti con la Sua Benevolenza. La Mia Grazia Abbonda su tutti e ciascuno Riceve Secondo l’Apertura del proprio Cuore, perché Dio non Fa Preferenze per alcuno. Vi Amo e vi Benedico! Dio, vostro Padre”.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

Messaggio di Gesù

(a Giovanni – 09 maggio 2021)

 

Riferito ai gestori della cosa pubblica internazionale, specialmente italiana

 

““Figli, nonostante la vostra umana cupidigia siete Creature del Padre Mio e, per Questo, Esorto ancora i vostri Cuori al Ravvedimento Sincero, poiché l’Ora È Venuta e molte Anime, purtroppo, Si Perderanno a causa del vostro dissennato agire, là dove perseveraste nella condotta ad oggi.   Sappiate che l’imitazione delle gesta di coloro che vi hanno allevato nell’effimero potere, fatto essenzialmente di malvagità e d’egoismo, porterà voi e i vostri Cari terreni alla tristezza perenne; infatti, chi s’è macchiato di gravi crimini contro l’Umanità non Troverà Pace nella Vita Prossima, pur ritenendo d’aver agito Bene in Quella Donatavi e conosciuta! Non avete consapevolezza degli Esiti del Vissuto di un Tempo, ma nemmeno riuscireste ad immaginare l’Attuale Sofferenza in cui versano le Anime di coloro che fra voi esercitarono un Dì il controllo sui Popoli, Ora invece alle Prese con l’Autentica Giustizia Celeste, Ben Diversa e Certa da quella orchestrata da voi nel mondo, nonostante gli sbandierati propositi degli ipocriti della politica terrestre, attuata dagli illusi servi del demonio.  Le Riferite Storie non Han Sortito Alcun Effetto nell’Animo vostro, lasciandovi totalmente indifferenti agli Avvertimenti; eppure, Attraverso i Miei, Mandai a Dire Che “Tutto Si Paga, nel Bene e nel male”, ma voi avete ritenuto che Fossero Parole Pronunciate da qualche esaltato, continuando nella vostra dissennata ed equivoca condotta.  A vostre spese e tra le tardive Lacrime, vi accorgerete dei grandi errori e dei peccati commessi nell’arco della vostra stessa Esistenza, specialmente nel non aver Insegnato ai “controllati” il Valore Salvifico della Preghiera e della Buona Applicazione dei Sani Principi, per la cui carenza Resterete Condannati all’Eterna Permanenza nei Luoghi di Purificazione, non Avendo Meritato di Accedere ai Percorsi dell’Evoluzione Universale, Prevista per i Figli Attenti alla Parola del Padre Mio.  Non commettete l’ulteriore sbaglio di ritenere fortunati i vostri paladini – passati e contemporanei, perché nel Mio “Setaccio” Saranno tuttavia Chiamati a Passar tutti, a prescindere dall’umano Credo e dalla estrazione sociale dell’Epoca, Tenuto Conto Che Io Sono il Giusto di Colui Che È il Creatore d’Ogni Cosa, il Padre Che Mi Ha Mandato a Ripristinar l’Ordine Celeste anche sul Pianeta Che maldestramente occupate.  Invocate il Perdono e, Vestendo il Sacco dell’Umiltà, Prenderete Parte alla Caduta Definitiva del vostro infingardo padrone, il separatore delle genti, il diavolo, il cui capo Verrà Schiacciato Sotto i Piedi dei Miei Angeli e servi, affinché Abbia a Trionfar Finalmente il Sempiterno Amore.  Ai Miei Comandi, qualcuno tra gli Effettivi Fedeli Indicherà ai Superstiti in Ascolto la Via Idonea da Seguire (Gesù)””.

 

 

Immagine correlata

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

Celebrando il Memoriale della Risurrezione del Tuo Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa – Francesco, e con Tutto l’Ordine Sacerdotale. Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.   Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria:  Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.  Amen.

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto È Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e Avrai Salva la Vita!

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

Preghiera del Mattino

Santa Famiglia, Ti Preghiamo oggi per le Famiglie Cristiane di tutto il mondo; Concedi la Perseveranza a coloro che sono “Insieme” nella Celebrazione della loro Fede; Mostra il Cammino da Seguire a coloro che cercano la Comunione e l’Unità: la Via Che Tu Stessa Hai Percorso, la Via della Croce; Fa’ Scoprire la Saggezza della Comunione nelle Gioie e nei Sacrifici a coloro che si sentono soli, nonostante siano in mezzo agli altri.  Concedi la Pace a ogni Famiglia, Ora e Sempre. Amen. 

Detti dei padri

Disse: “Come si dissipa un tesoro scoperto, così qualsiasi virtù, quando è resa notoria e manifesta, svanisce.

Antifona

Il Signore È la Forza del Suo Popolo, Rifugio di Salvezza per il Suo Consacrato.   Salva il Tuo Popolo, o Signore, e Benedici la Tua Eredità, Sii loro Pastore e Sostegno per Sempre. (Cf. Sal 27, 8-9)

Colletta

Donaci, o Signore, di Vivere Sempre nel Timore e nell’Amore per il Tuo Santo Nome, poiché Tu non Privi mai della Tua Guida coloro che Hai Stabilito sulla Roccia del Tuo Amore.   Per il nostro Signore Gesù Cristo, Tuo Figlio, Che È Dio, e Vive e Regna con Te, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria per Tutti i Secoli dei Secoli.  Amen.

Dal Libro della Gènesi (Gn 18, 1-15)

In Quel Tempo, il Signore Apparve ad Abramo alle Querce di Mamre, Mentre Egli Sedeva all’Ingresso della Tenda nell’Ora Più Calda del Giorno.  Egli Alzò gli Occhi e Vide Che Tre Uomini Stavano in Piedi Presso di Lui.  Appena Li Vide, Corse Loro Incontro dall’Ingresso della Tenda e Si Prostrò Sino a Terra, Dicendo: «Mio Signore, se ho Trovato Grazia ai Tuoi Occhi, non Passare Oltre Senza Fermarti dal Tuo servo.  Si Vada a Prendere un Po’ d’Acqua, Lavatevi i Piedi e Accomodatevi Sotto l’Albero.  Andrò a Prendere un Boccone di Pane e Ristoratevi; Dopo Potrete Proseguire, perché È Ben per Questo Che Voi Siete Passati dal Vostro servo».   Quelli Dissero: «Fa’ Pure Come hai Detto».   Allora Abramo Andò in Fretta nella Tenda, da Sara, e Disse: «Presto, Tre Sea di Fior di Farina, Impastala e Fanne Focacce».   All’Armento Corse Lui Stesso, Abramo; Prese un Vitello Tenero e Buono e Lo Diede al servo, che si Affrettò a Prepararlo.   Prese Panna e Latte Fresco Insieme con il Vitello, Che Aveva Preparato, e Li Porse Loro.   Così, Mentre Egli Stava in Piedi Presso di Loro Sotto l’Albero, Quelli Mangiarono.   Poi Gli Dissero: «Dov’È Sara, tua Moglie?».   Rispose: «È là nella Tenda». Riprese: «Tornerò da te Fra un Anno a Questa Data e allora Sara, tua Moglie, Avrà un Figlio».   Intanto Sara Stava ad Ascoltare all’Ingresso della Tenda, Dietro di Lui.   Abramo e Sara Erano Vecchi, Avanti negli Anni; Era Cessato a Sara Ciò Che Avviene Regolarmente alle Donne.   Allora Sara Rise Dentro di Sé e Disse: «Avvizzita come sono, dovrei provare il Piacere, mentre il mio Signore È Vecchio!».   Ma il Signore Disse ad Abramo: «Perché Sara ha riso dicendo: “Potrò Davvero Partorire, mentre sono Vecchia”? C’è forse Qualche Cosa d’Impossibile per il Signore? Al Tempo Fissato Tornerò da te tra un Anno e Sara Avrà un Figlio».   Allora Sara negò: «Non ho riso!», perché aveva Paura; ma Egli Disse: «Sì, hai proprio riso».  Parola di Dio.

Salmo da Lc (Il Signore Si È Ricordato della Sua Misericordia).

L’Anima Mia Magnifica il Signore e il Mio Spirito Esulta in Dio, Mio Salvatore, perché Ha Guardato l’Umiltà della Sua Serva.  D’Ora in poi Tutte le Generazioni Mi Chiameranno Beata.   Grandi Cose Ha Fatto per Me l’Onnipotente e Santo È il Suo Nome.  Di Generazione in Generazione la Sua Misericordia per Quelli Che Lo Temono.  Ha Rovesciato i potenti dai troni, Ha Innalzato gli Umili; Ha Ricolmato di Beni gli Affamati, Ha Rimandato i ricchi a mani vuote.  Ha Soccorso Israele, Suo servo, Ricordandosi della Sua Misericordia, Come Aveva Detto ai nostri padri, per Abramo e la Sua Discendenza, per Sempre.

Dal Santo Vangelo del Cristo di Dio Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 8, 5-17)

In Quel Tempo, Entrato Gesù in Cafàrnao, Gli venne Incontro un centurione che Lo Scongiurava e diceva: «Signore, il mio servo è in casa, a letto, paralizzato e Soffre Terribilmente».   Gli Disse: «Verrò e lo Guarirò». Ma il centurione rispose: «Signore, io non sono Degno Che Tu Entri Sotto il mio tetto, ma Di’ Soltanto una Parola e il mio servo Sarà Guarito.   Pur essendo anch’io un subalterno, ho dei soldati sotto di me e dico a uno: “Va’!”, ed egli va; e a un altro: “Vieni!”, ed egli viene; e al mio servo: “Fa’ questo!”, ed egli lo fa».  Ascoltandolo, Gesù Si Meravigliò e Disse a Quelli Che Lo Seguivano: «In Verità Io vi Dico, in Israele non Ho Trovato nessuno con una Fede Così Grande! Ora Io vi Dico Che Molti Verranno dall’Oriente e dall’Occidente e Siederanno a Mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel Regno dei Cieli, mentre i figli del regno Saranno Cacciati Fuori, nelle tenebre, dove Sarà Pianto e Stridore di Denti».  E Gesù Disse al centurione: «Va’, Avvenga per te Come hai Creduto».  In Quell’Istante il suo servo Fu Guarito.  Entrato nella casa di Pietro, Gesù Vide la Suocera di Lui Che Era a letto con la febbre.  Le Toccò la mano e la febbre la lasciò; poi Ella Si Alzò e Lo Serviva.  Venuta la Sera, Gli Portarono molti indemoniati ed Egli Scacciò gli spiriti con la Parola e Guarì Tutti i Malati, perché Si Compisse Ciò Che Era Stato Detto per Mezzo del Profeta Isaìa: “Egli Ha Preso le nostre Infermità e Si È Caricato delle Malattie”.   Parola del Signore. 

Preghiera della Sera

Spesso mi stupisco della Mancanza di Fede di tanti miei contemporanei. Non vedono forse il Sole Spuntare Ogni Giorno all’Orizzonte, Fedele all’Appuntamento Quotidiano? E la  Natura Continuare Tranquillamente il Suo Lavoro: le Piante, gli Alberi, i Fiori, il Grano… il Bambino Che Cresce Pazientemente nel Grembo della Madre? È vero, Signore, Che Tutto Ciò nelle grandi Città sembra terribilmente lontano. Anche in me la Fede sembra ogni tanto Assopirsi. E i Motori, le Macchine, gli Aerei, i Monumenti… non Parlano forse di un’Intelligenza Che È un Tuo Dono? Apri i nostri occhi, Signore. Donaci un Senso di Ammirazione che possa Risvegliare la nostra Fede. Allora Compirà delle Meraviglie tra di noi.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)