Il Santo Vangelo del Giorno giovedì del Signore 15 aprile 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

Fratelli e Sorelle in Cristo, poiché Annunciare il Santo Vangelo non È  per me un Vanto, ma un Preciso Dovere ed un’Autentica Necessità, guai a me se non Lo Divulgassi di mia Iniziativa! Infatti, ho Diritto alla Ricompensa Solo in Tal Caso, altrimenti Sarebbe Stato Semplicemente un Incarico Affidatomi.   Quale È  dunque il Mio Premio? Quello di Annunciare Gratuitamente la Parola, senza Usare il Diritto Conferitomi proprio dal Santo Vangelo.   Anche per Ciò, pur Essendo Libero, mi sono Fatto Servo di tutti, onde Guadagnarne il Maggior Numero. Mi sono fatto Debole per i Deboli, per Guadagnare i Deboli; mi sono fatto tutto per tutti, per Salvare chi Avesse Necessità di Ricevere Conforto, come gli Ammalati, gli Anziani, i Fanciulli, i Poveri e i Carcerati.   Come il Buon Paolo, al Cui Ricordo il Povero Cuore Mio Sussulta con Lacrime di Commozione, Tutto io misero Faccio per il Vangelo del nostro Signore Gesù, Auspicando di Diventarne Partecipe a mia volta, mentre in Ginocchio – e Sereno, Attendo il Giudizio di Dio. (L’autore). 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

 

 

 

Pace e Bene. Anche oggi, col Santo Vangelo del Giorno – leggiamo i Messaggi di Gesù, Preannuncianti quanto si sarebbe poi concretato in seno ai piani dei seguaci dell’antiCristo! Infatti, alcuni esponenti della massoneria, interloquiti sotto altre vesti, si bearono di aver abilmente rimosso il Santissimo Sacramento dall’Altare Maggiore di molti Importanti Santuari, realizzando – così, la dissacrante e occulta strategia del maligno, invidioso dell’Amore Che i Fedeli Riponevano (e Ripongono) in Gesù Cristo – il Salvatore.   Ma il diavolo fa le pentole… non i coperchi, e la Vergine Maria non Sta a Guardare, Operando ovunque Amorevoli Grazie in Favore dei Figli del Popolo di Dio, Che Attendono la Seconda Manifestazione dell’Agnello sulla Terra! Non È Facile Compender Ciò, stretti come siamo dalla sfrenata morsa del materialismo, ma il Tempo dei Tempi È Questo… e “Tutto Passa, Fuorché le Mie Parole”, Disse il Giusto Re.  Preghiamo con il Cuore per Tutti i Fratelli, Specialmente per Due Importanti umane Figure della Storia, Papa Francesco Bergoglio e il Rabbino Capo Di Segni, affinché l’Infinita Misericordia di Gesù Voglia Donar Loro la Giusta e Illuminante Forza, Necessaria al Grande Evento. Benedetto nei Secoli il Santo Nome del Signore! Amen.

 

 

 

 

 

Messaggio di Gesù

(a Giovanni, 03 gennaio 2020)

 


““…. la vostra sicumera nei confronti del Creato è generata dalla superbia, che è tra i frutti più dannosi dell’opera del male! Infatti, è l’atroce imbarbarimento dei Sentimenti tutti, che ha recato grande danno alla stessa umana Esistenza.  Il procedere veloce del Tempo ha fatto sì che non vi Accorgeste di quanto andavate cagionando all’Animo vostro, allontanandolo dalla Originaria Bellezza del Contatto con il Cielo. Ricordate, Figlioli, che la tristezza e la disperazione non sono Componenti Previste per voi, ma rappresentano la conseguenza delle abitudini del vostro stolto agire in Terra, ch’è configurabile nella reiterazione del peccato! Eppure, l’offuscamento del Pensiero ha fatto sì che non arrivaste nemmeno a recuperare agli atavici misfatti, benché più volte Avvisati dagli Eventi.   Un Mio contemporaneo servo, il Papa, sta Indicando al mondo il Giusto Modo di Vivere con Genuino Amore gli Ultimi Tempi, ma le genti non sono abituate al Buon Senso e non Amano quelle che ritengono complicazioni, anzi preferendo far finta di nulla, quasi che il Premio Dovesse Ugualmente Giungere in capo persino ai distratti! Ma non è affatto così, Creature Mie, e lo sapete, giacché anche voi assumete atteggiamenti positivi quando qualcosa o qualcuno vi aggrada, ponendovi a disposizione delle eventualità a seconda delle circostanze.  Alla Luce di ciò, atteso che tali comportamenti fanno ormai parte del vostro stile, perché il Cielo Dovrebbe Continuare ad Ignorare la vostra ritrosia al Ravvedimento? Molti tra voi anelano ai comodi risvolti terreni, affannandosi per sistemare al meglio le umane cose, ma poco o nulla fanno, poi, per Ingraziarsi il Signore Iddio, Che mai Ripagherebbe alla pari, Ricordate, un pur minimo loro Gesto di Leale Devozione; o pensate Che il Padre vostro Sia altrettanto Ingrato? Siete sulla buia via, purtroppo, ma avete scelto in tal modo, ignari di quanto andavate negli anni perdendo.  Attorno a voi, ovunque, Son Presenti i Segni del Termine del conosciuto, Preannunciati da Sempre e costantemente ignorati da una scienza malevola ed infingarda, sovente sospinta dal demonio alla banalizzazione delle Profezie, nonostante Tutto Appaia ormai Sempre più Chiaro a voi stessi.  Osservate Meglio Quel Che vi Circonda, però Utilizzando gli Occhi del Cuore, Mirando con Tenerezza all’Oltre, e vi accorgerete Che le Mutazioni Sono in Costante Aumento, Come a Voler Disarcionare dal dorso d’un Animale il passeggero scomodo, perché finanche questo voi siete oggi per il Pianeta.  Riflettendo e Preparandovi, evitando di perseverare nel tentativo di catturare il Vento con le mani, Ascoltate Attentamente Quanto Vado Ulteriormente a Precisare: “l’Antico Popolo di Dio, nella Sua Discendenza e poiché Tutelato dalle Autorità Celesti, non Ha sin qui Subito lesioni importanti dal maligno, e Si Appresta, per Tanto, a Presentarsi Umilmente al Mio Cospetto, con la Nuova Generazione in Festa, perché il Vero ed Unico Re Ha Vinto il male e i suoi seguaci e Torna a Star nel Concesso e Primordiale Paradiso Terrestre, con gli Elementi Tutti Uniti in Coro ad Acclamarlo, giacché Finita è la Grande Tribolazione per i Fedeli Figli Che, di Gioia e di Felicità, Piangeranno Inginocchiati, Gridando con Infinito Amore: “Benedetto Colui Che Viene nel Santo Nome del Signore e Pace ai Beneficiati dalla Sua Misericordia!””.

 

 

 


Messaggio di Gesù

(a Giuseppe Auricchia, Avola – 06.01.2003)

 

Ieri Sera, 06 gennaio 2003, alle ore 22,00, dopo aver ascoltato alla tv un programma – dove degli islamici hanno attaccato il Santo Padre Giovanni Paolo II, Pregavo Intensamente per il Papa, quando un Profumo Ha Inebriato la mia Mente e una Luce Meravigliosa mi Ha Accecato la Vista, ho ricevuto Questo Messaggio. Era Gesù e Così mi Ha Detto: “Presto Sarà la Mia Venuta, ma Prima Dovranno Compiersi Tutte le Sacre Scritture. Non abbiate paura. Ricordatevi di avere sempre a Cuore la Santa Messa. Mi Offro a voi Ogni Giorno, Questo È il Dono di Me Stesso Che Faccio in Modo per Riunirvi nella Chiesa, Unico Mio Corpo. Se venite alla Santa Messa, Osservate Questo Amorevole Sacramento. Vi Dico di PreservarLo, finché potete. Vi Dico Che un Giorno non lontano, la Messa Sarà Celebrata di nascosto dall’autorità dell’antiCristo. Chiedete le Mie Grazie, ve Le Concederò Liberamente. Finché avete dei Sacerdoti, cercate di (Fare) Celebrare la Messa Ovunque, Ove È Possibile, in Tutti i Luoghi. Finché Preserverete la Messa, Preserverete la Mia Presenza Sacramentale. La Mia Presenza Sacramentale non Sarà con voi ancora molto. In Diverse Chiese (il Santissimo Sacramento) È Stato già Bandito e Collocato Presso gli Altari laterali o in altre stanze, invece di Essere Presso l’Altare Maggiore, in Modo Che Tutti Possano VederMi. Se Mi Amate Veramente nei Tabernacoli, dovete Spesso FarMi Visita per DimostrarMi il vostro Amore. La Tribolazione del male è iniziata per Completare la Purificazione della Terra. A voi Fedeli vi Dico di Pregare il Rosario, domandandoMi di Proteggere le vostre Anime e Presto la vostra Fede Sarà Ricompensata. Vi Benedico”.

 

 

Preghiera

 

Signore, Vorrei Fare Parte di coloro Che Ami: dei Generosi Che Danno senza contare, dei Poveri che Accettano i Doni, Ringraziando con Tutto il loro Cuore, di coloro che sono capaci di Sopportare l’incertezza, Avendo Fiducia Che Tu Colmerai le loro mani vuote. Aiutami nella mia Debolezza.

 

 

Preghiera

 

Signore, Tu Sei Diventato Uomo Tra gli uomini. Tu Hai Amato e Reclamato l’Amore nel Nome di Dio, nostro Padre. Tu Ti Sei Preso Cura di coloro Che Soffrono, non Ti Sei Sottratto a coloro Che Sono Abbattuti, Sei Diventato l’Amico dei Poveri. Ti Sei Caricato del fardello del rifiuto, del tradimento, della sofferenza e della morte. Tu Vai fino in Fondo al Cammino, affinché noi non Perdiamo Coraggio. Voglio SeguirTi, Giorno dopo Giorno. Amen.

 



Preghiera

 


Salgano a Te, o Signore, le nostre Preghiere Insieme all’Offerta di Questo Sacrificio, perché, Purificati dal Tuo Amore, Possiamo Accostarci al Sacramento della Tua Grande Misericordia.   Per Cristo nostro Signore.

 




Antifona Antica

 


Ecco, Io Sono con voi Tutti i Giorni, Sino alla Fine del mondo.    Alleluia.  (Mt 28, 20)

 

 


Detti dei Padri



Un Fratello domandò a un Anziano: «Indicami una Sola Cosa da Custodire, perché io Ne Viva!».  L’Anziano gli disse: “Se puoi essere ingiuriato e sopportarlo, È una Gran Cosa, Che Supera Tutte le Virtù».


 

Preghiera dei Fedeli

 


L’Amore del Padre, Che Ha Dato in Mano Ogni Cosa al Figlio per RenderLo Testimone della Sua Parola, ci È Comunicato Già nella Professione di Fede Pasquale. Così Preghiamo con Fiducia: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.

Per Tutti i Credenti in Cristo, perché la Loro Fede Sia una Vera Testimonianza dell’Amore del Padre per il Figlio e del Dono del Suo Spirito.   Preghiamo: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.

Per coloro che Aderiscono a Religioni monoteistiche, perché la Luce dello Spirito Apra il loro Cuore a Riconoscere l’Unico Rivelatore di Dio nel Suo Figlio Incarnato.   Preghiamo: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.
 
Per le Giovani Generazioni tentate di indifferenza religiosa o di apostasia, perché Sappiano Rivolgersi a Colui Che Dio Ha Mandato.   Preghiamo: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.

Per la nostra Comunità, perché Traduca in Opere la sua Fede e, Spezzando il Pane dell’Eucaristia, Impari a Condividere anche il Pane Terreno con Chi È nell’Indigenza e nel Dolore.   Preghiamo: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.

Per noi qui presenti, perché Sappiamo Alimentare Ogni Giorno la nostra Fede in Cristo Come Rapporto di Amore Verso il Padre e Come Accoglienza dello Spirito senza misura.   Preghiamo: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.

Per Coloro Che Esercitano il Ministero del Diaconato e per chi non ha nessuno che gli Parli di Dio. Preghiamo: Ravviva la nostra Fede, Dio di Amore.

O Dio Misericordioso, Che ci Hai Reso Partecipi della Testimonianza Divina Donataci dal Tuo Figlio, AffidandoGli le Tue Stesse Parole: Fa’ Che la nostra Fede Diventi Ogni Giorno Più Feconda per la Vita Eterna.    Per Cristo nostro Signore.    Amen.

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

Celebrando il Memoriale della Morte e Risurrezione del Tuo Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa – Francesco, e con Tutto l’Ordine Sacerdotale.   Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.   Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria:  Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.  Amen.

 

Risultato immagini per gif animate del Vangelo

 

Preghiera del Mattino

Dio Onnipotente, Che nella Risurrezione di Cristo ci Fai Nuove Creature per la Vita Eterna, Accresci anche Oggi in noi i Frutti del Sacramento Pasquale e Infondi nei nostri Cuori la Forza di Questo Nutrimento di Salvezza.    Per Cristo nostro Signore.

Dagli Atti degli Apostoli (At 5, 27-33)

In Quei Giorni, [il comandante e gli inservienti] condussero gli Apostoli e Li presentarono nel sinedrio; il sommo sacerdote Li interrogò dicendo: «Non Vi avevamo espressamente proibito di Insegnare in Questo Nome? Ed Ecco, Avete Riempito Gerusalemme del Vostro Insegnamento e Volete Far Ricadere su di noi il Sangue di Quest’Uomo».   Rispose allora Pietro Insieme agli Apostoli: «Bisogna Obbedire a Dio invece che agli uomini.   Il Dio dei nostri padri Ha Risuscitato Gesù, Che voi avete Ucciso appendendoLo a una Croce.   Dio Lo Ha Innalzato alla Sua Destra Come Capo e Salvatore, per Dare a Israele Conversione e Perdono dei peccati.   E di Questi Fatti Siamo Testimoni Noi e lo Spirito Santo, Che Dio Ha Dato a Quelli Che Gli Obbediscono».   All’Udire Queste Cose essi si infuriarono e volevano metterLi a morte.  Parola di Dio.

Salmo 33 (Ascolta, Signore, il Grido del Povero)

Benedirò il Signore in Ogni Tempo, sulla Mia Bocca Sempre la Sua Lode.   Gustate e Vedete Com’È Buono il Signore; Beato l’Uomo Che in Lui Si Rifugia.   Il Volto del Signore contro i malfattori, per Eliminarne dalla Terra il ricordo.   Gridano i Giusti e il Signore Li Ascolta, Li Libera da tutte le loro angosce.   Il Signore È Vicino a Chi Ha il Cuore spezzato, Egli Salva gli Spiriti affranti.   Molti sono i mali del Giusto, ma da tutti Lo Libera il Signore.  

Dal Santo Vangelo del Cristo di Dio Secondo l’Apostolo Giovanni (Gv 3, 31-36)

Chi Viene dall’Alto È al di Sopra di tutti; ma chi viene dalla Terra, appartiene alla Terra e parla secondo la Terra.   Chi Viene dal Cielo È al di Sopra di tutti.   Egli Attesta Ciò Che Ha Visto e Udito, eppure nessuno Accetta la Sua Testimonianza.   Chi Ne Accetta la Testimonianza, Conferma Che Dio È Veritiero.    Colui infatti Che Dio Ha Mandato Dice le Parole di Dio: Senza Misura Egli Dà lo Spirito.   Il Padre Ama il Figlio e Gli Ha Dato in Mano Ogni Cosa.    Chi Crede nel Figlio Ha la Vita Eterna; chi non Obbedisce al Figlio non Vedrà la Vita, ma l’Ira di Dio Rimane su di lui.   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Guarda, o Padre, i Tuoi Fedeli Che anche oggi Hai Nutrito di Cristo, Pane Vivo, affinché, con la Luce della Fede e con la Forza della Carità, Costruiscano e Allietino Domani la Tua Chiesa.    Per Cristo nostro Signore.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)