Il Santo Vangelo del Giorno Venerdì del Signore 12 febbraio 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle in Cristo, Annunciare il Santo Vangelo non È per me un Vanto, ma È un’Autentica Necessità Che mi Si Impone: Guai a me se non Lo Annunciassi! Se Lo Faccio di mia Iniziativa – infatti, Ho Diritto alla Ricompensa; ma se non Lo Faccio di mia Iniziativa È un Incarico Che mi È Stato Affidato.  Qual È dunque la mia Ricompensa? Quella di Annunciare Gratuitamente la Parola senza Usare il Diritto Conferitomi dal Vangelo.   Anche per Ciò, pur Essendo Libero da tutti, mi sono Fatto Servo di tutti, onde Guadagnarne il Maggior Numero.  Mi sono fatto Debole per i Deboli, per Guadagnare i Deboli; mi sono fatto tutto per tutti, per Salvare a Ogni Costo Qualcuno che avesse Necessità di Ricevere Conforto, come gli Ammalati, gli Anziani, i Fanciulli, i Poveri e i Carcerati.  Come il Buon Paolo, al Cui Ricordo il Cuor mio Sussulta con Lacrime di Commozione, Tutto io misero Faccio per il Vangelo del nostro Signore Gesù, Auspicando di Diventarne Partecipe a mia volta, mentre Sereno Attendo il Giudizio di Dio. (L’autore)

 

 

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 
 
 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, d’ogni dove e se in silenzio, s’udirà il Volger del Tempo e delle Cose del Tempo Che Fu, Che mai più Tali appariranno. Non V’E’ Pace senza Amore Puro e non C’E’ Gioia senza Dio! Questo È il Messaggio di Speranza per gli Animi Attenti, così come di tristezza s’intenderà per chi li avrà distratti. Non badiamo eccessivamente alla materia e non fidiamoci troppo del mondo e dei suoi stolti rappresentanti – pur senza giudicare, ma Guardiamo al Cristo Salvatore, Unica e Certa Sponda Su Cui rifocillar l’Anima nostra. Restiamo in Attesa Che Egli Bussi ai nostri Cuori, Spalancando le Braccia al Solo Suo Passaggio, e avremo Davvero Salva la Vita! Serena Giornata a tutti, nella Grazia del Signore.

 

 

 

 

 

Il Terzo Messaggio di Fatima

(13 Ottobre 1973 – Anniversario dell’Ultima Apparizione e del Miracolo di Fatima)

 

 

“Come vi Dissi, se gli uomini non si Pentono e migliorino loro stessi, il Padre Infliggerà un Terribile Castigo su tutta l’Umanità. Sarà un Castigo più Grande del Diluvio, Come non si sarà mai visto prima. Il Fuoco Cadrà dal Cielo e Farà Morire una grande parte dell’Umanità, i Buoni e i cattivi, non Risparmiando né Preti né Fedeli. I Sopravvissuti si troveranno così desolati che invidieranno i morti.  Le uniche armi che rimarranno per Voi saranno il Rosario e il Segno Lasciato a voi Da Mio Figlio.  Recitate ogni giorno la Preghiera del Rosario. Col Rosario, Pregate per il Papa, i Vescovi e i Sacerdoti.  L’opera del diavolo si infiltrerà anche nella Chiesa in tale modo che vedrete Cardinali contro Cardinali e Vescovi contro altri Vescovi.   I Preti Che Mi Venerano saranno disprezzati e saranno opposti dai Loro Confratelli.  La Chiesa e gli Altari saranno danneggiati.  La Chiesa Sarà piena di quelli che accettano compromessi e il demonio spingerà molti Preti e Anime Consacrate a lasciare il Servizio Del Dio.  “Il demonio infurierà specialmente contro le Anime Consacrate.  Il Pensiero della Perdita di Tante Anime E’ la Causa della Mia Tristezza.  Se i peccati aumentano in numero e gravità, non ci Sarà più Perdono per loro”.  (Beata Maria Vergine di Lourdes).

  

 

 

 

 

Testimonianza

“La Piccola Angela” 

 

 

Napoli 09/11/2004 A Sua Santità Giovanni Paolo II °. Beatissimo Padre Giovanni Paolo II°, vorrei chiederLe di Pregare per la mia Piccola Angela, che si trova ancora in Ospedale Santobono di Napoli, ricoverata dal 09/11/2003 per un virus mortale preso nella sala operatoria. In tre mesi ha subito ben sette interventi alla testa, al secondo intervento del 07/01/2004 e andata in coma e i dottori non davano Speranze che sarebbe riuscita a Vivere. A quelle parole io e mia moglie abbiamo pianto tantissimo. Tornati a casa, e non riuscendo a dormire, abbiamo recitato il Santo Rosario con mio Fratello sua Moglie e mio Figlio Gaetano, avevamo davanti a noi la Statua della Beata Vergine Maria e la foto della piccola Angela. Finito di Recitare il Santo Rosario, mio Fratello mi ha detto di aprire il Vangelo e vedere cosa mi Diceva il Signore Gesù, ho aperto il Vangelo e subito mi sono messo a Piangere. Non riuscivo a leggere, mi dicevano di calmarmi e di leggere Cosa Era Scritto, così singhiozzando gli ho detto Cosa avevo letto: (“Va’, tuo Figlio Vive” Gv 4,50). Come si sa, non si operano i pazienti che sono in coma, ma i dottori decisero di operarla il 16/01/2004 (dopo 9 giorni). Dopo l’operazione i dottori dissero: l’intervento è riuscito. Io non avevo dubbi dopo la Parola di Gesù non poteva essere altrimenti, e la mia piccola Angela incominciava a dare segni di Risveglio. Le mie Preghiere da quel momento Sono State Incessanti. Chiedendo alla mia Santa Protettrice – Santa Patrizia, la Sua Intercessione, e Inginocchiato Davanti al Tabernacolo di Gesù e Davanti alla cripta di Don Giustino Maria Russolillo, Lodando e Ringraziando, chiedevo ininterrottamente di Guarire mia Figlia. Scrivevo anche nel Libro che si trova nella Cripta tutto quello che succedeva giorno per giorno a mia figlia. Intanto nella Chiesa della Santa Famiglia di Pianura (NA), si domandavano il perché quell’uomo tutti i giorni andasse a Pregare davanti al tabernacolo e giù alla Cripta? Cosi mio Fratello spiegò loro cosa mi era successo, e coinvolse tutti a Pregare per mia Figlia, così il nostro Parroco Don Mario Cavalera e tutti i Gruppi di Preghiera, le Suore Vocazioniste e tutti i Praticanti della Chiesa, hanno Pregato con me il Venerabile Don Giustino Maria Russolillo, affinché Intercedesse Presso Dio Padre Onnipotente e Gesù nostro Unico Re e alla Vergine Maria, nostra Tenera Madre, di Guarire la mia Piccola Angela. Mia figlia si è Svegliata dal coma, il virus è scomparso, e Ringrazio Dio per Tutto Questo. Ci sarebbe ancora tanto da dire e raccontare, di quanto mia Figlia ha dovuto subire, ma con l’Aiuto delle nostre Preghiere e con l’Intercessione di Don Giustino e Santa Patrizia al nostro Signore Gesù e alla Sua e nostra Tenera Madre la Vergine Maria, le ha superate tutte.    Ora i dottori dicono che la via della Guarigione sarà lunga e la migliore terapia è il suo ritorno a casa. Continuando a Pregare Don Giustino per Questa Sua Intercessione, e con l’Aiuto della Sua Preghiera la Guarigione ci sarà! Grazie di vero Cuore per avermi ascoltato. Lode e Gloria al nostro Dio Padre Onnipotente a Gesù e alla Vergine Maria ai Santi e tutti gli Angeli del Paradiso. Gesù e Maria la Benedicano e le Siano sempre Vicini. Un Caloroso Abbraccio dal papà di Angela, da mia Moglie Maria e i miei Figli Nunzia, Gaetano, e Salvatore. Le Bacio la Mano”.   Esposito Tommaso Pregate con noi, perché Dio Porti a Termine il Suo Operato! Grazie. Con Questa mia Testimonianza e con l’Aiuto Di Dio, Possa Toccare i Cuori di tutti i Battezzati lontani dall’Amore di Dio, perché Dio Esiste…  ed E’ in mezzo a noi.   Per chi non Crede, Solo Dio E’ Padrone della Vita, Lui Solo Sa quando un Suo Figlio deve andare da Lui; ricordatevi che non avete nessun diritto di togliere la Vita, non avete il potere su un solo dei vostri capelli, se deve cadere o no, come decidere della Vita di un altro? Figli del demonio un giorno anche da te il diavolo verrà a riscuotere la tua Vita, e nessuno Piangerà per te. Chi ti dice che Eluana e tanti altri dovevano morire così, chi ti dice che un giorno non si sarebbe svegliata? Tanti si sono svegliati dal coma, perché lei no? Guardati intorno, esempi ci sono stati, uomo di poca Fede, Matteo 17,20 “Per la vostra poca Fede, in Verità vi Dico: se avrete Fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo Monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile”.

 

 

 

Risultati immagini per IMMAGINI VINTAGE VOLTO GESù

 

 

 

Celebrando il Memoriale della Morte e Risurrezione del Tuo Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa Francesco e con Tutto l’Ordine Sacerdotale.   Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.   Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria:  Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.   Amen.

 

 

 

Risultato immagini per gif animate del Vangelo

 

  

 

Preghiera del Mattino

Signore, noi ci Inginocchiamo di Fronte alla Tua Maestà.   Primogenito di Tutte le Creature, Primizia dei Risorti dai Morti, Tua È la Priorità in Ogni Cosa. Vero Uomo e Amico degli uomini, Amante della loro Anima e Vero Dio Tornato nella Gloria del Padre, noi ci Avviciniamo a Te con la Familiarità Amorosa degli Amici dello Sposo il cui solo Timore È Quello di Essere Separati da Lui. Amen. 

Dal Libro della Gènesi (Gn 3, 1-8)

Il serpente era il più astuto di tutti gli Animali selvatici Che Dio Aveva Fatto e disse alla Donna: “È Vero Che Dio Ha Detto: “Non Dovete Mangiare di alcun Albero del Giardino”?”.  Rispose la Donna al serpente: “Dei Frutti degli Alberi del Giardino noi Possiamo Mangiare, ma del Frutto dell’Albero Che Sta in Mezzo al Giardino Dio Ha Detto: “Non Dovete Mangiarne e non Lo Dovete Toccare, altrimenti morirete””.   Ma il serpente disse alla Donna: “Non morirete affatto! Anzi, Dio Sa Che il Giorno in Cui voi Ne Mangiaste Si Aprirebbero i vostri Occhi e Sareste Come Dio, Conoscendo il Bene e il male”.   Allora, la Donna vide che l’Albero Era Buono da Mangiare, Gradevole agli Occhi e Desiderabile per Acquistare Saggezza; Prese del Suo Frutto e Ne Mangiò, poi Ne Diede anche al Marito, Che Era con Lei, e anch’Egli Ne Mangiò. Allora Si Aprirono gli Occhi di Tutti e Due e Conobbero di essere nudi; Intrecciarono Foglie di Fico e Se Ne Fecero Cinture.  Poi Udirono il Rumore dei Passi del Signore Dio Che Passeggiava nel Giardino alla Brezza del Giorno, e l’Uomo, con Sua Moglie, Si Nascose dalla Presenza del Signore Dio, in Mezzo agli Alberi del Giardino.   Parola di Dio.

Salmo 31 (Beato l’uomo a cui È Tolta la colpa)

Beato l’uomo a cui È Tolta la colpa e Coperto il peccato.  Beato l’uomo a cui Dio non Imputa il delitto e nel cui Spirito non è inganno.  Ti ho fatto conoscere il mio peccato, non ho coperto la mia colpa.  Ho detto: “Confesserò al Signore le mie iniquità” e Tu Hai Tolto la mia colpa e il mio peccato.  Per Questo Ti Prega ogni Fedele nel Tempo dell’angoscia; quando irromperanno grandi Acque non potranno raggiungerlo.  Tu Sei il mio Rifugio, mi Liberi dall’angoscia, mi Circondi di Canti di Liberazione.

Dal Vangelo del Cristo di Dio secondo l’Apostolo Marco (Mc 7, 31-37)

In Quel Tempo, Gesù, Uscito dalla regione di Tiro, Passando per Sidòne, Venne Verso il Mare di Galilea, in pieno territorio della Decàpoli.  Gli portarono un sordomuto e Lo Pregarono di Imporgli la Mano.  Lo Prese in Disparte, Lontano dalla folla, gli Pose le Dita negli Orecchi e con la Saliva gli Toccò la lingua; Guardando quindi Verso il Cielo, Emise un Sospiro e gli Disse: “Effatà”, cioè: “Apriti!”. E Subito gli Si Aprirono gli orecchi, Si Sciolse il Nodo della sua lingua e Parlava Correttamente.  E Comandò loro di non Dirlo a nessuno.  Ma più Egli Lo Proibiva, più Essi Lo Proclamavano e, Pieni di Stupore, Dicevano: “Ha Fatto Bene Ogni Cosa: Fa Udire i sordi e Fa Parlare i muti!”.   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Signore, Che Cosa Posso Dire della Giornata Che Sta Finendo? Assomiglia a migliaia di Giornate passate, tutte con questo scarto tra i miei progetti e la loro realizzazione. Ho voglia di Giustificarmi ai Tuoi Occhi, di DarTi delle Spiegazioni, proprio Come faccio Davanti a persone Che Contano. Vorrei Restare a Testa Alta di Fronte a Te e devo dirmi, con Forza, ogni Giorno, che questo sentirmi accusato è senza senso, perché Tu non mi Accusi, per mia Fortuna! Insegnami a Stare al Tuo Fianco, perché non mi senta più di Fronte a Te come un accusato di Fronte al Giudice. Anche a me Tu Dici: “Non sei il Mio Servo, ma il Mio Amico”. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)