Il Santo Vangelo del Giorno Sabato del Signore 30 gennaio 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedichiamo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Creature Tenere ma Private della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.   Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

Immagine correlata

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Professione di Fede

 

 

 

 

Credo in un Solo Dio, Padre Onnipotente, Creatore del Cielo e della Terra, di Tutte le Cose Visibili e Invisibili. Credo in un Solo Signore, Gesù Cristo, Unigenito Figlio di Dio, Nato dal Padre Prima di Tutti i Secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio Vero da Dio Vero, Generato, non Creato, della Stessa Sostanza del Padre; per Mezzo di Lui Tutte le Cose Sono State Create.   Per noi uomini e per la nostra Salvezza Discese dal Cielo e, per Opera dello Spirito Santo, Si È Incarnato nel Seno della Vergine Maria e Si È Fatto Uomo.   Fu Crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, Morì e Fu Sepolto.  Il terzo Giorno È Risuscitato, Secondo le Scritture, È Salito al Cielo, Siede alla Destra del Padre Onnipotente.   E di Nuovo Verrà, nella Gloria, per Giudicare i Vivi e i Morti, e il Suo Regno non Avrà Fine.   Credo nello Spirito Santo, Che È Signore e Dà la Vita, e Procede dal Padre e dal Figlio.   Con il Padre e il Figlio È Adorato e Glorificato, e Ha Parlato per Mezzo dei Profeti.   Credo la Chiesa di nostro Signore Gesù Cristo, una Santa Cattolica e Apostolica.   Professo un Solo Battesimo per il Perdono dei peccati.   Aspetto la Risurrezione dei Morti e la Vita del Mondo Che Verrà.  Amen.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Gloria

 

 

 

 

Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli e Pace in Terra agli uomini Amati dal Signore.   Noi Ti Lodiamo, Ti Benediciamo, Ti Adoriamo, Ti Glorifichiamo, Ti Rendiamo Grazie per la Tua Gloria Immensa, Signore Dio, Re del Cielo, Dio Padre Onnipotente.   Signore, Figlio Unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre, Tu Che Togli i peccati dal mondo Abbi Pietà di noi; Tu Che Togli i peccati dal mondo, Accogli la nostra Supplica; Tu Che Siedi alla Destra del Padre, Abbi Pietà di noi.   Perché Tu Solo il Santo, Tu Solo il Signore, Tu Solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo: nella Gloria di Dio Padre.  Amen.

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

  

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, dobbiamo convincerci del fatto che molti di noi – quaggiù, sono la vera causa dei mali che li affliggono, poiché dediti continuamente alle insidie del mondo! Infatti, chi tra gli uomini dedica una parte della giornata alla Preghiera trova Giovamento in ogni cosa, trae spunto e riflessione da qualsiasi accadimento, ricordandosi – insomma, che il nostro Ruolo sulla Terra dovrebbe avere ben Altra Connotazione, ovviamente al Servizio del Padrone Universale.  Purtroppo e come sempre più spesso capita di notare, vi sono invece le Creature disturbate nell’Animo dal maligno, che le spinge a comportarsi stoltamente, come mine vaganti, senza Meta e senza Pace! Questi Figli, puerilmente preoccupati per l’aspetto esteriore, manifestano spesso alcuni sintomi, quali l’ansia e l’insonnia, sempre pronti a mentire pur di veder consolidare le loro traballanti certezze, insicuri nell’agire ma spaventati per la propria salute fisica, trascurando Quella Importante Ch’È Dell’Anima. Dobbiamo dedicare un po’ del nostro tempo a queste sciagurate figure, che correranno il rischio di morire sole, senza avere alcuno accanto nel Momento Solenne del Trapasso, poiché non avranno mai Amato alcuno, nemmeno loro stesse. Buona riflessione a tutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di nostra Signora Regina della Pace

(a Pedro Regìs – Anguera, 11 dicembre 2009)

 

 

 

 

Nostra Signora Regina della Pace Ha Detto: “Cari Figli, Che il Signore Faccia Sue le vostre Vite. Non ignorate ciò. Rendete al Signore Quel Che Gli Appartiene. Voi siete nel mondo, ma non siete del mondo. Siate Pieni di Coraggio e Testimoniate che voi Appartenete Veramente al Signore. Pregate, la vostra Vittoria E’ nella Forza della Preghiera. Quando Pregate divenite capaci di Comprendere i Disegni di Dio. L’Umanità è lontana dal Creatore. È Giunto il Tempo del Grande Ritorno! Cercate Colui Che È Amore e vi Attende a Braccia Aperte. Quando le Pietre giganti si scioglieranno, avverranno Cose misteriose. Non allontanatevi dalla Verità.     Siate con il Signore. Egli È da voi Sperimentabile, Egli vi Salva. Tale È il Messaggio Che vi Trasmetto per Conto della Santissima Trinità.  Vi Benedico Nel Nome Del Padre, Del Figlio e Dello Spirito Santo, Amen. Restate in Pace”.

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

Preghiera di Ringraziamento al Cristo di Dio!

(Riceviamo e pubblichiamo – 29 novembre 2020)

 

 

 

Caro e Prezioso Signore, quante Creature ho incontrato nel Percorso Concessomi quaggiù, trovandomi non sempre in armonia con il loro umano agire e coi pensieri – a volte malvagi, che quelle menti un dì affollarono! Eppure, ma Tu Sai Ogni Cosa, ho per tutti un Ricordo di Fraterna Pace, soprattutto per l’Anima di chi non è più in Vita e che ora, Trovandosi nel Mondo della Verità, Ben Conosce le Vie di chi in Terra E’ Stato Lasciato a Servir la Santa Causa Tua, in Attesa del Grande Giorno, Quando l’Onnipotente Padre Darà il Suo Permesso alla Seconda Tua Manifestazione.

Tuttavia, guardandomi oggi attorno, provo profonda tristezza per le genti che procedono di corsa e a testa bassa, senza conoscer finanche la mèta, prese come sono da una insana e frenetica andatura, poiché sospinte dall’autore d’ogni male! Ed è anche per ciò Che io – misero e perseguitato, Ti Ringrazio in totale Umiltà, perché nel mio Povero Cuore non trovarono spazio l’odio e né il rancore, avendoLo Occupato Già per Grazia un Inspiegabile e Dolce Amore, Che la Tua Infinita Misericordia Provvide ad Instillarvi Ancor Prima della mia Nascita.

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me. 

 

Padre nostro…….

Ave Maria………… 

Gloria……………….

 

 

 

 

Risultati immagini per IMMAGINI VINTAGE VOLTO GESù

 

 

 

 

 

Celebrando il Memoriale della Morte e Risurrezione del Tuo Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa Francesco e con Tutto l’Ordine Sacerdotale.   Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.   Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria.

Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.   Amen.

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

  

 

 

Preghiera del Mattino

Dio Raro, Onnipotente ed Eterno, Guida le nostre azioni Secondo la Tua Volontà, perché nel Nome del Tuo Diletto Figlio Portiamo Frutti Generosi di Opere Buone.

Dalla Lettera di San Paolo agli Ebrei (Eb 11, 1-2.8-19)

Fratelli, la Fede È Fondamento di Ciò Che Si Spera e Prova di Ciò Che non Si Vede.  Per Questa Fede i nostri Antenati Sono Stati Approvati Da Dio.  Per Fede, Abramo, Chiamato Da Dio, Obbedì Partendo per un Luogo Che Doveva Ricevere in Eredità, e Partì senza Sapere Dove Andava.   Per Fede, Egli Soggiornò nella Terra Promessa come in una regione straniera, Abitando sotto le Tende, Come anche Isacco e Giacobbe, Coeredi della Medesima Promessa. Egli Aspettava infatti la Città dalle Salde Fondamenta, il Cui Architetto e Costruttore È Dio Stesso.   Per Fede, anche Sara, sebbene fuori dell’età, Ricevette la Possibilità di Diventare Madre, perché Ritenne Degno di Fede Colui Che glieLo Aveva Promesso.  Per Questo da un Uomo Solo, e inoltre già Segnato dalla morte, Nacque una Discendenza Numerosa Come le Stelle del Cielo e Come la Sabbia Che Si Trova Lungo la Spiaggia del Mare e non Si può contare.   Nella Fede morirono tutti costoro, senza aver Ottenuto i Beni Promessi, ma Li Videro e Li Salutarono solo da lontano, dichiarando di essere stranieri e pellegrini sulla Terra.  Chi parla così, mostra di essere alla Ricerca di una patria. Se avessero pensato a Quella da Cui erano usciti, Avrebbero Avuto la Possibilità di Ritornarvi; ora invece Essi Aspirano a una Patria Migliore, cioè a Quella Celeste. Per Questo Dio non Si Vergogna di Essere Chiamato Loro Dio. Ha Preparato infatti per Loro una Città.   Per Fede, Abramo, Messo alla Prova, Offrì Isacco, e Proprio Lui, Che Aveva Ricevuto le Promesse, Offrì il Suo Unigenito Figlio, del Quale Era Stato Detto: «Mediante Isacco Avrai una tua Discendenza».  Egli Pensava infatti Che Dio È Capace di Far Risorgere anche dai morti: per Questo Lo Riebbe anche Come Simbolo.   Parola di Dio.

Dal Salmo Cantico da Lc 1 (Benedetto il Signore, Dio d’Israele, perché Ha Visitato e Redento il Suo Popolo).

Ha Suscitato per noi un Salvatore Potente nella Casa di Davide, Suo Servo, Come Aveva Detto per Bocca dei Suoi Santi Profeti d’un Tempo.  Salvezza dai nostri nemici e dalle mani di quanti ci odiano.  Così Egli Ha Concesso Misericordia ai nostri padri e Si È Ricordato della Sua Santa Alleanza.  Del Giuramento Fatto ad Abramo, nostro padre, di Concederci, Liberati dalle mani dei nemici, di ServirLo senza timore, in Santità e Giustizia al Suo Cospetto, per Tutti i nostri Giorni.

Dal Vangelo del Cristo di Dio secondo l’Apostolo Marco (Mc 4, 35-41)

In Quel Medesimo Giorno, Venuta la Sera, Gesù Disse ai Suoi Discepoli: «Passiamo all’altra Riva». E, Congedata la folla, Lo presero con sé, Così Com’Era, nella barca.  C’erano anche altre barche con Lui.  Ci fu una grande Tempesta di Vento e le Onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli Se Ne Stava a poppa, sul Cuscino, e Dormiva. Allora Lo Svegliarono e Gli Dissero: «Maestro, non T’Importa Che siamo perduti?».   Si Destò, Minacciò il Vento e Disse al Mare: «Taci, Càlmati!».  Il Vento Cessò e Ci Fu Grande Bonaccia. Poi Disse Loro: «Perché avete paura? Non avete ancora Fede?».  E Furono Presi da Grande Timore e si dicevano l’un l’altro: «Chi È dunque Costui, Che anche il Vento e il Mare Gli Obbediscono?».   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Con l’Approssimarsi della Notte, Accogli i nostri Doni, Padre Misericordioso, e Consacrali con la Potenza del Tuo Santo Spirito, perché Diventino per noi Sacramento di Salvezza. Per il Tuo Magnifico Cristo,  nostro Signore Delegato all’Amore.  Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

Come comportarsi in chiesa - Parrocchia di Bozzolo - Diocesi di ...

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)