Il Santo Vangelo del Giorno lunedì del Signore 18 gennaio 2021 (2028) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedichiamo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Creature Tenere ma Private della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.   Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

Immagine correlata

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me!

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Professione di Fede

 

 

 

Credo in un Solo Dio, Padre Onnipotente, Creatore del Cielo e della Terra, di Tutte le Cose Visibili e Invisibili. Credo in un Solo Signore, Gesù Cristo, Unigenito Figlio di Dio, Nato dal Padre Prima di Tutti i Secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio Vero da Dio Vero, Generato, non Creato, della Stessa Sostanza del Padre; per Mezzo di Lui Tutte le Cose Sono State Create.   Per noi uomini e per la nostra Salvezza Discese dal Cielo e, per Opera dello Spirito Santo, Si È Incarnato nel Seno della Vergine Maria e Si È Fatto Uomo.   Fu Crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, Morì e Fu Sepolto.  Il terzo Giorno È Risuscitato, Secondo le Scritture, È Salito al Cielo, Siede alla Destra del Padre Onnipotente.   E di Nuovo Verrà, nella Gloria, per Giudicare i Vivi e i Morti, e il Suo Regno non Avrà Fine.   Credo nello Spirito Santo, Che È Signore e Dà la Vita, e Procede dal Padre e dal Figlio.   Con il Padre e il Figlio È Adorato e Glorificato, e Ha Parlato per Mezzo dei Profeti.   Credo la Chiesa di nostro Signore Gesù Cristo, una Santa Cattolica e Apostolica.   Professo un Solo Battesimo per il Perdono dei peccati.   Aspetto la Risurrezione dei Morti e la Vita del Mondo Che Verrà.  Amen.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Gloria

 

 

 

Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli e Pace in Terra agli uomini Amati dal Signore.   Noi Ti Lodiamo, Ti Benediciamo, Ti Adoriamo, Ti Glorifichiamo, Ti Rendiamo Grazie per la Tua Gloria Immensa, Signore Dio, Re del Cielo, Dio Padre Onnipotente.   Signore, Figlio Unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre, Tu Che Togli i peccati dal mondo Abbi Pietà di noi; Tu Che Togli i peccati dal mondo, Accogli la nostra Supplica; Tu Che Siedi alla Destra del Padre, Abbi Pietà di noi.   Perché Tu Solo il Santo, Tu Solo il Signore, Tu Solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo: nella Gloria di Dio Padre.  Amen.

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, anche se riteniamo d’essere bravi e capaci, un popolo davvero intelligente Rende costantemente Omaggio al Signore, così come i Figli Rispettano il Padre destinato loro.  Questi Importanti Valori Sono mancati a noi ingrati, sempre pieni di superbia e di invidia anche per la Grazia altrui.  Il Giudice Delegato dal Dio Supremo al Pianeta Terra – il Figlio dell’Uomo Gesù, non Mancherà d’Osservare gli atteggiamenti tenuti dalle Creature di quaggiù, per poi Ripagare il loro Operato Attraverso i Ruoli Originariamente Assegnati! E Questo, perché nulla Sfugge a Colui Che Ha Creato l’Intero Universo, al Quale noi tutti Dobbiamo – con Connaturata Fede, Assoluta Obbedienza.  Preparando i Cuori in Ascolto al Grande Salto, Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, Com’Era nel Principio, e Ora e Sempre, nei Secoli dei Secoli, Amen!

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Messaggio di Gesù Cristo – il Salvatore

(a Giovanni – 13 ottobre 2014)

 

 

“……., scrivi.   Figli e Fratelli Miei, Comprendo le vostre perplessità circa la Fede, dal momento che Vivete quanto è dato purtroppo vedere nel mondo, ma dovete Sperare in Me, Così Come Io Ebbi Fiducia nel Padre Celeste Quando – Avvicinandosi l’Ora del Sacrificio Solenne, Arrivai a Temere Che l’Altissimo M’Avesse Abbandonato, Lasciando le Mie Ossa a marcire nella Terra.   Al di là di Quanto Scritto dagli uomini, Ciò non Avvenne, perché per Grazia Vinsi la morte, e il Creatore Fece di Me il Suo Miglior Allievo, la Testata d’Angolo, Che Girò l’Intero Universo per Raccordare le Creature tra loro.   Non abbiate paura, guardate al Cielo con l’Amore nel Cuore, seguite il vostro Sano Istinto, e Sentirete la Divina Melodia Discendere in ognuno di voi.   Vi Benedico!”.

 

 

Le Terribili Profezie su Roma

 

 

Il destino di Roma è segnato. Almeno questo è ciò che sostengono alcuni tra i più conosciuti Profeti del passato, Secondo i Quali proprio nella “Città Eterna” avrà inizio il conflitto finale tra le Forze del Bene e le armate sanguinarie di satana. Un conflitto che si protrarrà a lungo e che si risolverà soltanto quando di Roma non resteranno che macerie.

Diverse Profezie affermano che Roma sarà distrutta. Una famosa Predizione attribuita al Venerabile Beda assicura: “Finché rimarrà in piedi il Colosseo anche Roma durerà. Quando il Colosseo cadrà anche Roma cadrà e quando Roma cadrà il mondo finirà”.

Identico vaticinio sulla fine di Roma era stato divulgato da Tertulliano. I Messaggi della Vergine Maria a La Salette e a Fatima Avvertono che delle grandi disgrazie travolgeranno Roma. Nell’anno 1846 nel Messaggio di La Salette, località delle alpi francesi vicino a Grenoble, la “Bella Signora” ai Bambini Massimino e Melania intenti a Pascolare le Pecore, tra l’altro, Dirà: “…Roma sparirà e il Fuoco cadrà dal Cielo e Distruggerà tre città. Tutto si crederà perduto e non si vedranno che omicidi; non si sentirà che rumori di armi e bestemmie. I Giusti Soffriranno molto. (…) Roma perderà la Fede e diventerà il seggio dell’anticristo. I demoni dell’aria, con l’anticristo, faranno dei grandi prodigi sulla Terra e nell’aria e gli uomini si pervertiranno sempre di più…”.

 

 

La Profezia di Fatima

 

 

La Madonna Si Rivelerà 71 anni dopo ai Piccoli Pastorelli Lucia dos Santos, Franco e Giacinta Marto e Affiderà Loro dei Messaggi Profetici.

I Primi Due, tra l’altro, Riguardano l’Annuncio che la prima guerra mondiale sta per finire, ma che ne scoppierà un’altra, “durante il Regno del prossimo Pontefice (Pio XI, 1922-1939 nda)”. Il 31 agosto 1941, ventiquattro anni dopo i fatti di Fatima, la Stessa Lucia Parlò, per la prima volta, del Messaggio Ricevuto dalla Madonna e Disse Che Esso Era Diviso in Tre Parti; nel Cosiddetto “Terzo Memoriale” di Suor Lucia E’, appunto, Scritto: “Il Segreto Comprende tre cose distinte ed Io ne Svelerò due”.

La Parte non Divulgata del Messaggio, Detta anche Terzo Segreto di Fatima, o Quello Che si Ritiene Tale, Fu pubblicato a firma di L. Heinrich da un giornale di Stoccarda, il Neues Europa, il 15 ottobre 1963, e Parla anch’Esso di gravi castighi contro la città eterna.

“(…) Anche per la Chiesa, verrà il tempo per le Sue più grandi Prove. Cardinali, si opporranno a Cardinali; Vescovi a Vescovi. Satana marcerà in mezzo alle loro file, e a Roma vi saranno cambiamenti.

Ciò che è putrido cadrà e ciò che cadrà, più non si alzerà. La Chiesa sarà offuscata, e il mondo sconvolto dal terrore…”.

Molti Sensitivi Hanno Predetto la fine di Roma. Il Sensitivo F. Blanchard, nel 1886, raccontò che aveva avuto una spaventosa Visione, molto realistica che lo aveva lasciato per lungo tempo sconvolto. Ecco cosa disse di aver visto: “Al posto della fontana, nella piazza di Roma, dove si scorge la Basilica di San Pietro, c’era un’enorme tinozza di Sangue e qui andava la gente per tingere i drappi, che poi esponeva lungo le strade… I drappi rossi gocciolavano Sangue…”.

A Suor Imelda, nel 1872, Apparve Roma distrutta e “coperta di macerie”. Nostradamus Predisse inauditi flagelli che si dovrebbero abbattere su Roma.

Thomas Mann ci informa che: “Secondo un commentatore, P. Innocent Rissault, intorno al 1980 sarebbe iniziata l’egemonia dell’anticristo. Con lo scisma finale della Chiesa Cattolica Romana e la distruzione di Roma nell’anno 2000…”.

Renzo Baschera, attento studioso di Profezie, fa notare che un gran numero di Veggenti “Vedono sorgere in Roma un vulcano, dal quale verrà vomitata Lava e Fuoco, mentre la Terra Si Contorce…”.

 

 

Il Regno del Terrore

 

 

Il Monaco di Padova, Vissuto nel XVIII secolo, Ripete nelle Sue Profezie Quelle dell’Eremita Teolosforo (1300). Egli, tra l’altro, Predisse la distruzione di Roma nel 2013.

Nella seconda metà del secolo scorso, Giovanna Le Royer, che Visse nel Monastero di Fougères, Annunciò il Segno Che avrebbe Indicato che la catastrofe era vicina: “…quando si abbandonerà nella Chiesa la lingua della Catacombe (si riferisce al latino, nda) satana sarà prossimo a ingaggiare una tremenda lotta, perché sarà questo il tempo in cui il suo diletto figliolo starà per giungere sulla Terra”. Frate Bartolomeo di Salluzzo Predisse: “…Firenze bella e Napoli gentile, ch’ognun di voi divenuta è un porcile, con l’empia, sporca Roma, tutte e tre sarete dome e porterete una gran soma”.

San Giovanni Bosco (1815-1888), Fondatore dei Salesiani e Insigne Taumaturgo, Era Dotato di Grandi Poteri Paranormali, e Fu Frequentemente Illuminato da Sogni Profetici puntualmente Avveratisi come, tanto per fare due esempi, Quella relativa alla Conciliazione tra l’Italia e la Santa Sede e Quella Che Descrisse le varie fasi in cui poi si svolse effettivamente il Concilio Vaticano I.

In una delle sue tante visioni profetiche vide le afflizioni che avrebbero sconvolto Roma e ne informò papa Pio IX: “E di te, O Roma, che sarà? Roma ingrata, Roma effeminata; Roma superba. (…) Roma! Io Verrò a te Quattro Volte. Nella Prima Percuoterò le tue terre e i suoi abitanti (potrebbe essere la Prima guerra mondiale, 1915-1918, nda). Nella Seconda Porterò la strage e lo sterminio fino alle tue mura (si riferisce alla Seconda guerra mondiale?). Non apri ancora l’occhio? Verrò la Terza Volta, Abbatterò le difese e i difensori ed al comando del Santo Padre subentrerà il regno del terrore, dello spavento, della desolazione. Ma i Miei savi fuggono. La Mia Legge E’ tuttora calpestata. Perciò Farò la Quarta Visita. Guai a te se la Mia Legge Sarà ancora un Nome vano per te. Succederanno prevaricazioni nei dotti e negli ignoranti. Il tuo Sangue ed il Sangue dei tuoi Figli Laveranno le macchie che tu fai alla Legge di Dio”.

Scrive ancora Baschera: “Roma, come Parigi, sarà distrutta. Su questo punto concordano decine di Profezie. La distruzione non sarà però subitanea, immediata. Ci saranno ‘dei Segni’. In questo Messaggio si Dice difatti: ‘Io Verrò Quattro Volte a te’. Il Primo ‘Segno’ Sarà Dato probabilmente dal terremoto (ma si tratterà di una serie di mini-sismi, che ‘gireranno per i colli romani, come caproni imbizzarriti’)…”.

Santa Brigida vide: “Maometto ritornare a Roma, portando una lunga spada e seminando ovunque la discordia…”.

La monaca di Dresda scrisse di uno spaventoso e sibillino Sogno Profetico che aveva fatto su Roma: “Da poco mi ero addormentata quando una Mano mi Prese e mi Sollevò. Mi trovai come su un poggio e ai miei piedi c’era la Città Benedetta, ma di Questa riuscivo a distinguere solo il Colosseo… ho visto uscire una Processione di vescovi e di cardinali che, al posto di Pregare, litigavano fra di loro. ‘Riportano la Chiesa a Gerusalemme’, diceva qualcuno. E qualcun altro: ‘Hanno stipulato un patto con satana’. Quando riaprii gli occhi, al posto del Colosseo c’era un piccolo Lago e sopra un Angelo con una scritta in fronte: ‘Questa È la Seconda Prova. Ma prima che il Larice rinverdisca per la Terza Volta una grandinata ben peggiore si abbatterà sulla Città Santa, ridotta ormai ad una spelonca di ladri, dove la pestilenza e il vizio saranno Pane quotidiano e dove i vescovi mangeranno nella stessa scodella dei malfattori, mentre i Giusti periranno in carcere. Ed ora, mi Disse ancora la Voce, Voglio Farti Vedere la Prima Prova Che Verrà Mandata alla Città Santa! Ho visto allora una Fiamma di Fuoco cadere sibilando sulla Terra e andare a incunearsi tra le case, poco lontano dalla Basilica… E un’enorme voragine si aprì inghiottendo case, strade e persone…”.

 

 

L’ultimo Papa

 

 

Il Papa San Pio X, nel 1909, ebbe una Visione terrificante; nel corso di un’udienza cadde improvvisamente in uno stato molto simile alla trance. Ridestandosi da questo stato disse profondamente turbato: “Ciò che ho veduto è terribile! Sarò io o un mio successore? Ho visto il Papa fuggire dal Vaticano camminando tra i Cadaveri dei suoi Preti.  Si rifugerà da qualche parte, in incognito, e dopo una breve pausa morrà di morte violenta”. Tutto ciò dovrebbe accadere in una Roma in preda ad una grande Tribolazione.

Si conclude questa inquietante rassegna di Profezie su Roma citando il vescovo irlandese Malachia (1094-1149), Canonizzato nel 1190 da Clemente III; a Lui sono attribuiti 112 motti coi quali Profetizza altrettanti papi, da Celestino II fino al Papa della fine del mondo. Profezie originali e molto inquietanti. Ad esempio Papa Giovanni Paolo I è designato col motto De Medietate Lunae (della metà della Luna). Il Suo Papato Durò appena 33 giorni; Egli morì o, come scrive David Yellow nel suo libro “In Nome di Dio”, Fu assassinato alla metà del mese lunare. Giovanni Paolo II, il Papa attuale Fu Designato col motto De Labore Solis (Del lavoro del Sole). È noto il Suo viaggiare continuamente per il mondo come l’Astro Fulgente che ogni giorno Sorge e sembra percorrere infaticabilmente tutto il Cielo per scomparire al Tramonto e poi ricominciare.

Il Suo successore, penultimo Papa, è designato come Gloriae Olivae. L’ultimo Papa, secondo Malachia, si chiamerà Petrus Romanus. Ecco quanto dice la Celebre Profezia: “Durante l’ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa Siederà Pietro Romano Che Pascerà il Suo Gregge tra mille Tribolazioni; quando Queste saranno terminate, la città dei sette colli sarà distrutta e il Giudice Temibile Giudicherà il Suo Popolo”.

(Tratto dalla raccolta di Giuseppe Cosco)

 

 

 

 

Il Trionfo del Signore alla Sua Venuta Finale

(Salmo 97 della III sett. Salterio – Lodi Mattutine)

 

(I Miei Occhi Hanno Visto La Tua Salvezza, Preparata Da Te davanti a tutti i popoli (lc. 2, 30.31)

 

 

Antifona: Acclamate al Signore, nostro Dio! Cantate al Signore un Canto Nuovo, perché Ha Compiuto Prodigi.    Gli Ha Dato Vittoria La Sua Destra e Il Suo Braccio Santo.    Il Signore Ha Manifestato La Sua Salvezza, agli occhi dei popoli Ha Rivelato la Sua Giustizia.    Egli Si E’ Ricordato del Suo Amore, Della Sua Fedeltà alla Casa di Israele.    Tutti i Confini della Terra Hanno Veduto la Salvezza del nostro Dio.    Acclami Al Signore tutta la Terra, Gridate, Esultate con Canti di Gioia.    Cantate Inni Al Signore con l’Arpa, con l’ Arpa e con Suono Melodioso; con la Tromba e al Suono del Corno Acclamate Davanti Al Re, Il Signore.    Frema il Mare e Quanto Racchiude, il Mondo e i Suoi abitanti.    I Fiumi Battano le Mani, Esultino Insieme le Montagne Davanti Al Signore Che Viene, Che Viene a Giudicare la Terra.    Giudicherà il Mondo Con Giustizia e i Popoli Con Rettitudine.    Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, Com’Era In Principio, Ora e Sempre, nei Secoli dei Secoli. Amen! Antifona: Acclamate al Signore, nostro Dio.

 

 

 

 

 

Riflessione

(Riceviamo e pubblichiamo – 20 gennaio 2019)

 

 

 

…. quando gli umani usi e costumi perdono di consistenza, V’E’ Bisogno d’una Profonda Riflessione Interiore, giacché i Traguardi della Vita – una Volta Raggiunti e – quindi, Superati, Proiettano l’Uomo Verso un Livello Amorevolmente Puro, Ch’E’ poi l’Universo del Magnifico Creatore.

 

 

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

 

Celebrando il Memoriale della Morte e Risurrezione del Tuo Figlio, Ti Offriamo, Padre, il Pane della Vita e il Calice della Salvezza, e Ti Rendiamo Grazie per Averci Ammessi alla Tua Presenza a Compiere il Servizio Sacerdotale. Ti Preghiamo Umilmente: per la Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo lo Spirito Santo ci Riunisca in un Solo Corpo.  Ricordati, Padre, della Tua Chiesa Diffusa su Tutta la Terra: Rendila Perfetta nell’Amore in Unione con il nostro Papa Francesco e con Tutto l’Ordine Sacerdotale.   Ricordati dei nostri Fratelli, Che Si Sono Addormentati nella Speranza della Risurrezione, e di Tutti i Defunti Che Si Affidano alla Tua Clemenza: Ammettili a Godere la Luce del Tuo Volto.   Di noi tutti Abbi Misericordia: Donaci di Aver Parte alla Vita Eterna, Insieme con la Beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli Apostoli e Tutti i Santi, Che in Ogni Tempo Ti Furono graditi: e in Gesù Cristo Tuo Figlio Canteremo la Tua Gloria.

Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a Te, Dio, Padre Onnipotente, nell’Unità dello Spirito Santo, Ogni Onore e Gloria, per Tutti i Secoli dei Secoli.   Amen.

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Anche Oggi, Tutta la Terra Ti Adori e Inneggi al Tuo Santo Nome, o Dio Onnipotente ed Eterno, Che Governi il Creato Intero e Ascolti con Bontà le Preghiere del Tuo Popolo, Donando ai nostri Cuori la Pace Tua e del Prediletto Figliol Tuo Gesù, Signore Delegato alla nostra Salvezza.

Dalla Lettera di San Paolo Apostolo agli Ebrei (Eb 5, 1-10)

Fratelli, ogni sommo sacerdote è scelto fra gli uomini e per gli uomini viene costituito tale nelle cose che riguardano Dio, per offrire doni e sacrifici per i peccati. Egli è in grado di sentire giusta compassione per quelli che sono nell’ignoranza e nell’errore, essendo anche lui rivestito di debolezza. A causa di questa egli deve offrire sacrifici per i peccati anche per sé stesso, come fa per il popolo.   Nessuno attribuisce a sé stesso questo onore, se non chi è chiamato da Dio, come Aronne. Nello stesso modo Cristo non attribuì a se stesso la gloria di sommo sacerdote, ma colui che gli disse: «Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato», gliela conferì come è detto in un altro passo: «Tu sei sacerdote per sempre, secondo l’ordine di Melchìsedek».  Nei giorni della sua vita terrena egli offrì preghiere e suppliche, con forti grida e lacrime, a Dio che poteva salvarlo da morte e, per il suo pieno abbandono a lui, venne esaudito. Pur essendo Figlio, imparò l’obbedienza da ciò che patì e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono, essendo stato proclamato da Dio sommo sacerdote secondo l’ordine di Melchìsedek.   Parola di Dio.

Dal Salmo 109 (Tu Sei Sacerdote per Sempre, Cristo Signore.

Oracolo del Signore al Mio Signore: «Siedi alla Mia Destra finché Io Ponga i Tuoi nemici a Sgabello dei Tuoi Piedi».  Lo Scettro del Tuo Potere Stende il Signore da Sion: Domina in mezzo ai Tuoi nemici! A Te il Principato nel Giorno della Tua Potenza tra Santi Splendori; dal Seno dell’Aurora, Come Rugiada, Io Ti Ho Generato.  Il Signore Ha Giurato e non Si Pente: «Tu Sei Sacerdote per Sempre al Modo di Melchìsedek».

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Marco (Mc 2,18-22)

In Quel Tempo, i Discepoli di Giovanni e i farisei Stavano Facendo un Digiuno. Vennero da Gesù e Gli Dissero: “Perché i Discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei Digiunano, mentre i Tuoi Discepoli non Digiunano?”. Gesù Disse loro: “Possono forse Digiunare gli Invitati a Nozze Quando lo Sposo E’ con loro? Finché hanno lo Sposo con loro, non Possono Digiunare. Ma Verranno Giorni Quando lo Sposo Sarà loro Tolto: allora, in Quel Giorno, Digiuneranno. Nessuno Cuce un Pezzo di Stoffa Grezza su un Vestito Vecchio; altrimenti il Rattoppo nuovo Porta Via Qualcosa alla Stoffa Vecchia e lo Strappo diventa peggiore. E nessuno Versa Vino Nuovo in Otri Vecchi, altrimenti il Vino Spaccherà gli Otri, e si Perdono Vino e Otri. Ma Vino Nuovo in Otri Nuovi!”. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Gesù, Amore dei Cuori in Ascolto, Effondi la Tua Pace negli Animi a Te Fedeli, affinché le tenebre non pesino troppo sulla Sorte delle genti del mondo! Sia la Tua Misericordia Giusto Riparo per coloro Che Amiamo e per il Tuo Tenero Vicario in Terra, ma soprattutto per i nostri nemici, giacché proprio loro non compresero – purtroppo, il Salvifico Peso del Tuo Amore.  Buona e Santa Notte, Signor nostro, Unica e Autentica Porta sul Paradiso.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

Come comportarsi in chiesa - Parrocchia di Bozzolo - Diocesi di ...

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)