Il Santo Vangelo del Giorno Domenica del Signore 22 novembre 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

O Gesù, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me. Amen!

 

 

 

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù. Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, comprenderai la Vera Essenza del Cristo di Dio e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle, dobbiamo riflettere attentamente sul nostro Operato Quotidiano, poiché “finito il Tempo della Vita finito E’ anche il Tempo di Meritare”. Non possiamo infatti Vivere ancora di Rendita, dovendo invece riflettere sul come restituire al Padre Nostro Celeste le Monete Consegnateci nel Momento della Discesa sulla Terra, con gli eventuali Risultati Conseguiti! In Tal preciso Istante, alcuno potrà ingannar la Verità, perché Loro – i nostri Giudici Infallibili, Tutto Sanno. Potrebbe sembrare un gioco di parole … ma così non è, giacché i Segni dei Tempi Sono ora assai Visibili ai nostri occhi, pur socchiusi e ottenebrati dalla imperversante confusione. Viviamo quindi in Semplicità, senza le inutili e obsolete strategie, Rendendo Onore e Gloria alla Santissima Trinità. Buona e Santa Domenica a tutti. 

 

 

 

 

◙ ✝ ✞ GESÙ ALL'UMANITÀ,GRUPPO DI PREGHIERA (Italia): Le chiavi di Roma ora saranno restituite a Dio, Padre onnipotente.

 

 

 

Messaggio di Dio Padre

(A Lec delle Filippine, 23 maggio 2008, h:6,50 a.m.)

 

 

 

“Figlio, non Voglio più Ritardare il Compiersi degli Avvenimenti Profetizzati, mentre tu giorno dopo giorno  sarai Testimone del Loro Svolgersi.   Gli Avvenimenti Che Avranno Luogo Raggiungeranno il Loro picco quando infine Sarà Permesso al figlio di perdizione di entrare in scena, ma egli non sarà solo.   Per Opporsi a lui Vi Saranno i Miei due Testimoni Eletti, Che Mostreranno l’antiCristo come il vero nemico dell’Anima. L’antiCristo arriverà nel bel mezzo di una terribile situazione mondiale, durante una grave mancanza di nutrimento, di energia, nel caos finanziario, e nella prospettiva di grossi conflitti.   Egli offrirà soluzioni apparentemente credibili ai mali dell’Umanità e molti lo ascolteranno. Mentre le cose si aggraveranno, egli proporrà di marca re tutto il mondo sotto forma di una sovvenzione di risorse fruttuose.   Io Ho Avvertito in numerose Riprese nel passato, Mediante i Miei Messaggeri, e Lo Ripeto: non permettete che vi si marchi! Meglio morire di fame e di sete che andare nella Geenna; ma Io Ho Avvertito il Mio Popolo durante tutti questi anni di Prepararsi, perché tutti Questi Avvenimenti Profetizzati Avranno Luogo.   Restate continuamente Legati a Me, Io Darò le Direttive Necessarie ai Miei Fedeli. Non Lascerò subire tormenti al di là delle possibilità di sopportazione.   Per ora, non Rivelerò in Dettaglio i Piani Riguardanti il Momento e la Natura delle Azioni da Fare per Aiutare i Fedeli, ma Sappiate Che voi che Siete Fedeli Siete Protetti Sempre nel Nostro Spirito. Va’ in Pace!”.

 

 

 

 

 

 

Testimonianza

 

 

 

“Cos’E’ Che Serve ai Defunti? Il nostro Sincero Testimoniare al Padre Che abbiamo fatto buon bagaglio del Loro Esempio, astenendoci dal ripetere gli errori commessi in Vita da Quelle Anime … e Pregare, Pregare sempre, perché l’Onnipotente Abbia a MuoverSi a Compassione, Ordinando al Figliolo Prediletto di Lasciar Tornare a Casa – in Cielo, Quelle Tenere e Spaventate Creature”.

 

 

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

Cristo di Dio, Benedici Tutto il Cibo Che ci apprestiamo a consumare, affinché Porti quotidianamente il Frutto Salvifico Tuo ai Corpi e alle Anime delle Creature a Te Fedeli! Amen.

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

Preghiera del Mattino

O Spirito Santo, Anima della mia Anima, io Ti Adoro, Illuminami, Guidami, Fortificami, Consolami, Dimmi Quello Che Devo Fare, Dammi i Tuoi Ordini: Ti Prometto di Sottomettermi a Tutto Quello Che Desideri da me e di Accettare Quello Che Permetterai Che mi Succeda. Fammi soltanto Conoscere la Tua Volontà! Amen.

Dal Libro del Profeta Ezechiele (Ez 34,11-12.15-17)

Così Dice il Signore Dio: “Ecco, Io Stesso Cercherò le Mie Pecore e Ne Avrò Cura. Come un Pastore Passa in Rassegna il Suo Gregge, quando Si Trova in mezzo alle Sue Pecore che erano state disperse, così Io Passerò in Rassegna le Mie Pecore e Le Radunerò da tutti i Luoghi, dove Erano Disperse nei Giorni nuvolosi e di caligine.   Io Stesso Condurrò le Mie Pecore al Pascolo e Io Le Farò Riposare. Oracolo del Signore Dio. Andrò in Cerca della Pecora Perduta e Ricondurrò all’Ovile Quella Smarrita; Fascerò Quella Ferita e Curerò Quella Malata, Avrò Cura della Grassa e della Forte; Le Pascerò con Giustizia. A te, Mio Gregge, Dice il Signore Dio: Ecco, Io Giudicherò fra Pecora e Pecora, fra Montoni e capri”. Parola di Dio.

Dal Salmo 22

Il Signore E’ il Mio Pastore: non Manco di nulla; su Pascoli Erbosi Mi Fa Riposare, ad Acque Tranquille Mi Conduce. Mi Rinfranca, Mi Guida per il Giusto Cammino, per Amore del Suo Nome.   Se Dovessi Camminare in una Valle oscura, non Temerei alcun male, perché Tu Sei con Me. Il Tuo Bastone e il Tuo Vincastro Mi Danno Sicurezza. Davanti a Me Tu Prepari una Mensa sotto gli occhi dei Miei nemici Cospargi di Olio il Mio Capo. Il Mio Calice Trabocca. Felicità e Grazia Mi Saranno Compagne tutti i Giorni della Mia Vita, e Abiterò nella Casa del Signore per Lunghissimi Anni.

Dalla Prima Lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi (1 Cor 15, 20-26.28)

Fratelli, Cristo E’ Risuscitato dai morti, Primizia di coloro che sono morti. Poiché se a Causa di un Uomo venne la morte, a Causa di un Uomo Verrà anche la Risurrezione dei morti; e come tutti muoiono in Adamo, così tutti Riceveranno la Vita in Cristo.  Ciascuno però nel suo Ordine: Prima Cristo, Che E’ la Primizia; poi, alla Sua Venuta, quelli che sono di Cristo; poi Sarà la Fine, quando Egli Consegnerà il Regno a Dio Padre, dopo Aver Ridotto al nulla ogni principato e ogni potestà e potenza.  Bisogna infatti Che Egli Regni finché non Abbia Posto tutti i nemici Sotto i Suoi Piedi. L’ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte.  E quando tutto Gli Sarà Stato Sottomesso, anche Lui, il Figlio, Sarà Sottomesso a Colui Che Gli Ha Sottomesso Ogni Cosa, perché Dio Sia Tutto in tutti. Parola di Dio.
Dal Santo Vangelo  di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 25,31-46)
In Quel Tempo, Gesù Disse ai Suoi Discepoli: “Quando il Figlio dell’Uomo Verrà nella Sua Gloria con Tutti i Suoi Angeli, Si Siederà sul Trono della Sua Gloria. E saranno riunite Davanti a Lui tutte le genti, ed Egli Separerà gli uni dagli altri, Come il Pastore Separa le Pecore dai capri, e Porrà le Pecore alla Sua Destra e i capri alla sinistra.  Allora il Re Dirà a quelli che stanno alla Sua Destra: Venite, Benedetti del Padre Mio, Ricevete in Eredità il Regno Preparato per voi fin dalla Fondazione del Mondo. Perché Io Ho Avuto Fame e Mi Avete Dato da Mangiare, Ho Avuto Sete e Mi Avete Dato da Bere; Ero Forestiero e Mi Avete Ospitato, Nudo e Mi Avete Vestito, Malato e Mi Avete Visitato, Carcerato e siete venuti a TrovarMi.  Allora i Giusti Gli Risponderanno: Signore, quando mai Ti abbiamo veduto Affamato e ti abbiamo Dato da Mangiare, Assetato e Ti abbiamo Dato da Bere? Quando ti abbiamo Visto Forestiero e Ti abbiamo Ospitato, o Nudo e Ti abbiamo Vestito? E quando Ti abbiamo Visto Ammalato o in carcere e siamo venuti a VisitarTi? Rispondendo, il Re Dirà loro: In Verità vi Dico: ogni volta che avete fatto Queste Cose a uno solo di questi Miei Fratelli più piccoli, l’avete Fatto a Me.  Poi Dirà a quelli posti alla sua sinistra: Via, lontano da Me, maledetti, nel Fuoco Eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché Ho Avuto Fame e non Mi Avete dato da Mangiare; Ho Avuto Sete e non Mi avete dato da Bere; Ero Forestiero e non Mi avete Ospitato, Nudo e non Mi avete Vestito, Malato e in carcere e non mi avete Visitato.  Anch’essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto Affamato o Assetato o Forestiero o Nudo o Malato o in carcere e non ti abbiamo Assistito? Ma Egli Risponderà: In Verità vi Dico: ogni volta che non avete fatto Queste Cose a uno di questi Miei Fratelli più piccoli, non l’avete fatto a Me. E se ne andranno, questi al Supplizio Eterno, e i Giusti alla Vita Eterna”. Parola del Signore.
Preghiera della Sera

Angelo Santo di Dio, Che Vegli sulla mia Anima e sul mio Corpo, Perdonami Tutto Quello che ha potuto OffenderTi nel Corso della mia Vita.  Proteggimi nella Notte Che si Avvicina e Guardami dalle insidie e dagli attacchi del nemico, perché non Offenda Dio nel peccato. Intercedi per me Presso il Signore, Insieme alla Vergine Maria, a San Giuseppe e a Tutti i Santi, affinché mi Fortifichi Sempre nel Tuo Santo Timore e Faccia di me un Servo Degno della Sua Santità. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

Come comportarsi in chiesa - Parrocchia di Bozzolo - Diocesi di ...

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen