Il Santo Vangelo del Giorno martedì del Signore 11 agosto 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Mai Dimenticando Che “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, per Intercessione del Cuore Immacolato di Maria, il Santo Vangelo del Giorno E’ Permanentemente Dedicato all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

A.N.A.Di.M.I. Onlus (@anadimionlus) | Twitter

 

 

 

 

 

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.   Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un Forestiero per i Figli di Mia Madre.  Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, molti reali aspetti non vengon riferiti della Vita di Gesù, come a voler coprire dei risvolti che fanno invece parte dell’Umana Esistenza, Comandata da Dio Padre a tutti noi.  Egli ci Creò coi Criteri Di Chi Ama, anche se poi abbiam cambiato rotta proprio in forza della grande confusione che non da poco assilla il mondo! Ma le Verità Son molto Chiare, Come Quelle dei Vangeli.  Le menzogne reiterate hanno relegato la Figura dell’Onnipotente ad un semplice idolo, sino a farceLo Pregare solo in forza dei procurati sensi di colpa…o dei bisogni.  Spogliamoci degli abiti non nostri, chiedendo all’Onnipotente di Darcene degli Altri meno scomodi; sol Così riusciremo a Pulir davvero l’Animo nostro, poiché Liberi di far Volare il Cuore in Alto, Come Merita e Vorrebbe.  Giovanni Paolo ben comprese che non di solo Pane potrem noi sempre Vivere, e che la Vita di quaggiù è davvero un triste inferno, mentre Quella Vera – ricordiamo, E’ un’altra Cosa! Sia Lodato Gesù Cristo

 

 

 

 

 

Alchemists

 

 

 

 

Opera Scritta dalla Divina Sapienza

(per gli Eletti degli Ultimi Tempi – 20 luglio 2010)

 

 

Eletti, Amici Cari, se avete Fede in Me e Mi Servite con Gioia vedrete, Proprio in Questo Tempo, le Grandi Meraviglie del Mio Amore.

 

 

 

Sposa Cara, sia Gioia del Cuore il tempo che passa e non tristezza, perché grandi cose devono ancora accadere per la Gioia di coloro che in Me hanno saputo sempre Confidare. Ho fatto delle Promesse e tutte le voglio mantenere, beato chi persevera fino all’ultimo e non si lascia prendere dallo sconforto per le difficoltà.

Mi dici: “Dolce Amore, quando l’uomo è felice ha sempre tanto bisogno di Te, ma quando è nella prova, ancora di più. Dolce Amore, fa sentire ad ognuno la Tua Presenza Viva e Palpitante, nessuno osi dire nel mondo: “Dio si E’ dimenticato di me”.

Sposa Amata, sempre ti Ho Detto che, proprio in Questo Grande Tempo, Voglio RivelarMi sempre più a chi Mi Ama per Dare Felicità al suo Cuore. Questo Ho Detto e Questo Farò, Mi Rivelerò per la Gioia di chi tanto sospira e la Consolazione per chi soffre con Amore. Sposa Cara, vede sempre meglio alla Mia Luce chi La desidera, chi La cerca e si apre ad Essa. Non ha Luce chi L’ha rifiutata e continua a rifiutarLa. Amata Sposa, guai ai ribelli di questo tempo che si sono induriti nel male, ora sono come gli anoressici senza forze, se hanno detto: “No” continueranno a farlo, chi non ha voluto ascoltare le Mie Parole ancora lo farà, chi si è lasciato andare nell’onda fangosa del mondo, lì vorrà restare.

Mi dici: “Dolce Amore, le Tue Parole mi Ricolmano di tristezza profonda. Certo cosa terribile è l’indurimento del Cuore, ma Tu, Gesù Adorato, Tu, Che Sei l’Amore, non lasciare che “i macigni” restino sempre tali, Spezza i Cuori induriti ed entra in Essi con Potenza”.

Sposa Amata, questo non Posso Fare, perché non Voglio Fare; se così Facessi Renderei nullo il Dono Sublime della Libertà. Busso sempre alla Porta del Cuore, ma non La Forzo per Entrare, Desidero Che Mi venga aperta la Porta spontaneamente, allora, Entro e Prendo Possesso di Quel Cuore. Piccola Mia Sposa, Ho Dato all’uomo la Libertà e non La tolgo fino all’Ultimo, egli Mi può dire di sì, Mi può anche dire di no.

“Dolce Amore – Mi dici – nel presente ho l’impressione che sono in gran numero i no e pochi i sì, mentre si avvicina la conclusione di una lunga era di pene e sacrifici”.

Sposa Cara, le Grazie che i piccoli più piccoli Supplicano, stretti vicino alla Madre Mia, scendono come pioggia fitta, come la neve che scendeva, per la tua Gioia, nell’Amato tuo paese, a larghe falde e copriva ogni cosa. Piccola Mia, chi vuole può avere, chi desidera può essere soddisfatto, ma non dimenticare che Ho Permesso anche al Mio nemico di giocare la sua carta: l’uomo deve essere attento alle scelte che fa, anche alle più piccole: esse preparano le più grandi, se uno devia nel poco, ancora di più farà nel molto.

Mi dici: “Dolce Amore, quando si assopisce la Fede nei Cuori, l’uomo si confonde sempre di più: non vede, non sente, diviene insensibile anche alla Grazia. Dolce Amore, Tu Sai ogni cosa, Tu Vedi ogni cosa: Opera con Potenza sui Cuori pur senza forzarLi, lasciando intatta la Libertà Che non Vuoi Violare. Nessuno, nessuno, nessuno resti fino all’ultimo nel suo fango, ma volga Supplice il suo sguardo al Cielo per avere Vita e non rovina, Vita in Te, Amore Infinito, e non rovina negli artigli del nemico, sempre più feroce perché il tempo gli sfugge”.

Sposa Amata, non Sono Insensibile alle Preghiere dei piccoli più piccoli, tutti Miei nel Cuore, nella mente, nelle Vibrazioni dell’Anima. Ascolto, piccola Mia Sposa, Ascolto ed Esaudisco. Il nemico, certo è molto feroce, ma può fare solo Ciò Che gli Permetto e non altro, gli Permetto Solo Quello Che Serve a Realizzare il Mio Progetto.

Mi dici: “Ho ben compreso Che Tu Sei l’Architetto Sapiente, egli è l’operaio ed il manovale, nulla può fare che Tu non Permetta. Questo, Dolce Amore, mi riempie il Cuore di letizia, qualunque cosa accada dico: Gesù è l’Architetto Sapientissimo, il nemico è il manovale che deve stare all’obbedienza. Dolce Amore, Opera Secondo la Tua Meravigliosa Logica, Secondo la Tua Sapienza, Si Compia in ogni uomo sempre la Tua Sublime Volontà”.

Sposa Cara, Questo dica ogni uomo con Fiducia. Chi Confida in Me mai sarà deluso. Resta nel Mio Cuore e Godine le Delizie d’Amore. Ti Amo. Vi Amo.   (Gesù)

 

 

 

 

Virgen bendice a toda la humanidad

 

 

 

 

La Mamma Parla agli Eletti

 

 

 

Figli Cari e tanto Amati, Gesù E’ un Oceano Infinito d’Amore, entrate in Tale Oceano per avere l’Eterna Felicità con Dio. Voi pensate: “Sulla Terra, la vita non manca di sofferenze, quando finiranno?”. Figli Amati, ecco la Mia Risposta: la Vita sulla Terra E’ di breve durata, pensate al Percorso Terreno Confrontato con l’Eternità è assai breve. Le pene e le sofferenze, dell’Umanità di ogni tempo, sono dovute al peccato di ciascuno e di tutti. Tutta intera l’Umanità costituisce un unico organismo con molte membra. Vi Chiedo, Cari Figli del mondo, fate ogni sforzo per astenervi dal peccato sia quello grave sia anche dal più piccolo. Mi dite nel Cuore: “Non E’ Cosa Facile Ciò Che la Madre Chiede, non E’ Stato Facile nel passato, tanto più non Lo E’ nel presente, quando non pochi osano dire: “Cosa è mai il peccato?” Figli Amati, Dio le Sue Leggi Le Ha Incise nel Cuore a lettere di Fuoco, in ogni Cuore, chi dice diversamente mente a se stesso e agli altri. Piccoli Cari Figli, guardate in voi stessi, nel vostro Profondo e scoprirete le Meraviglie di Dio. Mi dice la Mia piccola. “Madre Cara, Aiutaci, Aiutaci ad entrare in noi stessi per scoprirvi l’Universo Che Dio Ha Messo in ciascuno di noi. Oggi, nel presente, le distrazioni sono tante e tali che, spesso, l’uomo si perde in esse e non vede che Ciò Che E’ nell’esterno, mentre ignora il suo Mondo Interiore Che E’ Grande e Meraviglioso.  Figli Amati, non lasciatevi ingannare e sedurre dal nemico astuto, ogni giorno entrate nel silenzio della vostra stanzetta interiore per sentire le Parole Che Dio vi Dice. Egli Molto vi Vuole Dire in Questo Tempo, Molte Cose Meravigliose: vi Vuole Parlare del Suo Progetto di Amore per ciascuno di voi, vi Vuole Rendere Felici e Darvi la Pace. Se voi non volete ascoltare e vi disperdete nelle cose del mondo, divenite come i sordi ai quali si può fare ascoltare la Musica più Bella, senza che possano provare alcuna Emozione, come i ciechi ai quali si possono mostrare le Opere d’Arte più Sublimi, senza alcun risultato. Figli Amati, usate bene gli Orecchi del Cuore per udire le Parole di Dio Che vi Parla del Suo Amore Immenso, usate gli Occhi del Cuore per vedere le Meraviglie Che Sono Nascoste in voi. Figli Amati, Dio vi Vuole Simili a Se Stesso, pensate a Quale Altezza vi Vuole Portare. Pensate al Sacramento Sublime dell’Eucarestia. Lasciatevi, tutti del mondo, lasciatevi Plasmare da Dio Altissimo Docili ed Umili ed il Suo sublime Progetto su di voi Si Realizzerà. Dio vi Ama, vi Vuole per Sé, non resistete al Suo Amore.  Insieme Uniamoci nell’Adorazione. Vi Amo tutti. Ti Amo, Angelo Mio.   (Maria Santissima)

 

 

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

 

 

Cristo di Dio, Benedici il Cibo Che ci apprestiamo a consumare, affinché Porti Frutto Salvifico ai Corpi e alle Anime delle Creature a Te Fedeli! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio e il Suo Preziosissimo Sangue, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino del Cristo di Dio, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, i Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, quando infine Capirò Che Cosa Ami nei Bambini? Come posso Contribuire a Mantenere in me e negli altri le Qualità che, nei Bambini, Ti Sono Care? Devo resistere alla tendenza di assumere quei modi “mondani”, indipendenti, “adulti” che non sono altro che vanità ed egoismo e devo, invece, Rivolgermi docilmente verso la Madre Chiesa perché mi Sostenga e mi Guidi, affinché io Continui a Nutrirmi dei Suoi Sacramenti e ad Apprendere il Suo Insegnamento. Amen. 

Dal Libro del Profeta Ezechiele (Ez 2,8-3,4)

Così Dice il Signore: «Figlio dell’Uomo, Ascolta Ciò Che ti Dico e non essere ribelle come questa genìa di ribelli: apri la bocca e Mangia Ciò Che Io ti Do». Io guardai, ed ecco, una Mano Tesa verso di me Teneva un Rotolo. Lo Spiegò davanti a me; era Scritto da una parte e dall’altra e conteneva lamenti, pianti e guai. Mi Disse: «Figlio dell’Uomo, Mangia Ciò che ti sta davanti, Mangia Questo Rotolo, poi Va’ e Parla alla Casa d’Israele». Io Aprii la bocca ed Egli mi Fece Mangiare Quel Rotolo, Dicendomi: «Figlio dell’Uomo, Nutri il tuo Ventre e Riempi le tue Viscere con Questo Rotolo Che ti Porgo». Io Lo Mangiai: fu per la mia bocca Dolce Come il Miele. Poi Egli mi Disse: «Figlio dell’Uomo, Va’, Recati alla Casa d’Israele e Riferisci loro le Mie Parole». Parola di Dio.

Dal Salmo 118

Nella Via dei Tuoi Insegnamenti E’ la mia Gioia, più che in tutte le ricchezze. I Tuoi Insegnamenti Sono la mia Delizia: Sono Essi i miei Consiglieri. Bene per me E’ la Legge della Tua Bocca, più di mille pezzi d’Oro e d’Argento. Quanto sono Dolci al mio palato le Tue Promesse, più del Miele per la mia bocca. Mia Eredità per Sempre Sono i Tuoi Insegnamenti, perché Sono Essi la Gioia del mio Cuore. Apro Anelante la mia bocca, perché ho Sete dei Tuoi Comandi. 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 18,1-5.10,12-14)

In Quel Momento i Discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: “Chi dunque E’ il più Grande nel Regno dei Cieli?”. Allora Chiamò a Sé un Bambino, Lo Pose in mezzo a loro e Disse: “In Verità Io vi Dico: se non vi Convertirete e non Diventerete Come i Bambini, non Entrerete nel Regno dei Cieli. Perciò chiunque si farà Piccolo Come Questo Bambino, costui E’ il più Grande nel Regno dei Cieli. E chi Accoglie uno Solo Bambino Come Questo nel Mio Nome, Accoglie Me. Guardatevi di non disprezzare uno solo di Questi Piccoli, perché Io vi Dico che i loro Angeli nel Cielo Vedono sempre la Faccia del Padre Mio Che E’ nei Cieli. “Che cosa vi pare? Se un Uomo Ha cento Pecore e Una di loro Si Smarrisce, non Lascerà le novantanove sui Monti e Andrà a Cercare Quella Che Si E’ Smarrita? In Verità Io Vi Dico: se Riesce a Trovarla, Si Rallegrerà per Quella più che per le novantanove che non si erano smarrite. Così E’ Volontà del Padre vostro Che E’ nei Cieli, Che neanche Uno Solo di questi Piccoli Si Perda”. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Ti Ringrazio, Signore, per Tutti gli Insegnamenti Che mi Hai Impartito Oggi e per i Rimproveri Amorosi con cui mi Hai Corretto, ma, soprattutto, Ti Ringrazio per avermi Fatto Prendere Coscienza delle mie debolezze e dei miei errori, e per Avermi Fatto Capire di dover contare molto meno su me stesso e Molto di più sulla Tua Grazia. Vorrei esprimere la mia pena infinita per tutti gli sbagli originati dalla mia testardaggine: Ti Prometto Che, con il Tuo Aiuto, non ricadrò nello stesso errore. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

Come comportarsi in chiesa - Parrocchia di Bozzolo - Diocesi di ...

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE AMEN