Il Santo Vangelo del Giorno Domenica del Signore 19 luglio 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

Mai Dimenticando Che “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, per Intercessione del Cuore Immacolato di Maria, il Santo Vangelo del Giorno E’ Permanentemente Dedicato all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

A.N.A.Di.M.I. Onlus (@anadimionlus) | Twitter

 

 

 

 

 

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.   Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un Forestiero per i Figli di Mia Madre.  Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

 Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

 

 

 

 

La Storia narra d’un Grande Evento, la torre di Babele, dove l’uomo – con la sua superbia, offese Dio, Che gli Offuscò i ricordi.   Nacquero così gli idiomi ed i dialetti, le lingue diverse tra di loro, il mescolarsi dei popoli e delle razze, la confusione e i vizi in generale.  Oggi più che mai c’è forte evidenza di ciò, poiché non ci riconosciamo! Alla base d’ogni cosa v’è la discordia, poiché il maligno approfittò delle Creature deboli e allontanatesi da Dio, inquinando Loro le Menti.  Non sarebbe difficile comprender Come Ovviare a ciò, se solo ci soffermassimo a riflettere su Quale Potrebbe Essere il Piano del Padre, e Che ai Suoi occhi non siamo ormai tutti uguali! L’Elevazione dello Spirito ci Distacca dalla materia, ci Rende Liberi di Pregare e Amare in Modo Sano, non come istintivamente siamo usi fare.  Quindi, nulla ci appartiene, ma il fardello che grava sulle nostre spalle non è leggero affatto, poiché chi s’è beato di avere perderà tutto – anche la Pace, mentre chi cercava troverà Grazie, Mediante la Fede! Buon Venerdì a tutti. Sia Lodato Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

Tammuz | MA DOVE STIAMO ANDANDO?

 

 

 

 

 

Fratelli, proprio in merito ai 7 vizi capitali, oggi tratteremo dell’avarizia, al cui proposito Gesù un giorno Disse: “Badate e guardatevi da ogni avarizia; perché non è dall’abbondanza de’ beni che uno possiede ch’egli ha la sua Vita” (Luca 12:15).  Quindi, Come S’Addice a dei Santi, noi dobbiamo guardarci da ogni avarizia. Si, ma che cosa è l’avarizia? E’ un attaccamento smodato al denaro e agli averi, che porta chi da esso è dominato a volerne accumulare sempre più per sé, e a non volere fare parte agli altri dei propri beni materiali. L’Apostolo Paolo l’ha Definita la radice di tutti i mali; infatti Ha Detto a Timoteo: “Perciocché la radice di tutti i mali è l’avarizia; alla quale alcuni datisi, si sono smarriti dalla Fede, e si sono fitti in molte doglie” (1 Tim. 6:10 Diod.), ed Ha Detto che nessuno “avaro (che è un idolatra) ha Eredità nel Regno di Cristo e di Dio” (Ef. 5:5). Uomini particolari, Quali il Buon Padre Pio da Pietrelcina, hanno sì utilizzato danaro, ma come strumento per il Compimento delle Opere, Che Tanto Gusto Danno a Dio!  Riflettiamo insieme, quindi, perché nessuno tra noi lascerà la Terra con al seguito le ricchezze ivi accumulate. Benedetto nei Secoli il Signore.

 

 

 

 

 

IL MIO AMICO GESÙ: giugno 2015

 

 

 

 

 

Opera Scritta dalla Divina Sapienza per gli Eletti degli Ultimi Tempi

(04 luglio 2010)

 

 

 

 

Eletti, Amici Cari, Sono il vostro Dio, Colui Che vi Ha Creati per Amore. Sono il vostro Salvatore, Colui Che Ha Versato fino all’ultima Goccia di Sangue per la vostra Salvezza. Sono lo Spirito d’Amore Che vi Abbraccia e vi Permea. TestimoniateMi davanti al mondo gelido e incredulo.

Sposa Amata, chi molto ha avuto da Me molto dia a Me. Vedi come il mondo è freddo ed incredulo? Sarebbe così se ci fossero tanti arditi testimoni?  Mi dici: “Dolce Amore, Dio di Infinita Tenerezza, quando Parli Così, il mio Cuore diviene triste e pensoso, perché noi, che in Te Crediamo e che Viviamo nell’Onda Soave del Tuo Amore, potremmo fare di più, molto di più. Il mondo Crederebbe e la Terra sarebbe un Giardino Fiorito ed Olezzante se ogni Cristiano Cattolico fosse Ardente nella Testimonianza, se fosse Operoso e pronto a ServirTi con zelo. Dolce Amore, Tu, per noi, Gesù, Hai Dato tutto. Certo non Ti Sei Risparmiato fatica alcuna, ogni Goccia del Tuo Preziosissimo Sangue ci Hai Donato per la Salvezza, ma noi, che pur Ti Adoriamo giorno e notte, notte e giorno, non facciamo abbastanza, non siamo Operosi da smuovere il mondo: siamo sempre deboli nella Testimonianza e pigri, il Sacrificio non ci piace e, spontaneamente proprio non lo facciamo. Quando ce Lo Chiedi, Dolce Amore, anche se piccolo ci sembra grandissimo, perché l’uomo è sempre svelto nel prendere, ma assai lento nel Donare. Perdono, Ti chiedo, Gesù Adorato, per la nostra pigrizia e per la nostra ingratitudine. Se dovessimo ricambiare il Bene ricevuto, dovremmo sempre essere pronti a qualunque Sacrificio per Testimoniare la nostra bella Fede”.  Sposa Amata, so bene come è fatto l’uomo: Ama la Gioia ed il benessere e non vuole la fatica ed il Sacrificio. Piccola Sposa, tale è la natura umana ferita dal peccato d’origine. Se gli uomini Mi Offrissero spontaneamente il loro Sacrificio tutto cambierebbe subito. Apprezzo molto il Sacrificio spontaneo, vale molto davanti ai Miei Occhi, ma sono ben pochi quelli disposti a farlo per darMi Ardita Testimonianza; vedendo questo Io, Io, Gesù, Chiedo, talora, il Sacrificio ed Attendo la risposta. Sposa Cara, pensi che molti siano i sì?  Mi dici: “Amore, Amore Infinito, so che l’uomo davanti al Sacrificio trema, anche se questo è piccolo trema ed esita nella risposta, se poi Chiedi la Donazione di tutto l’essere a Te, ancora più deboli sono le risposte. Penso alla mancanza di Sacerdoti in questo grande tempo: ognuno a Te dovrebbe Offrirsi con Gioia per ServirTi e TestimoniarTi, ma la Tua Vigna molto grande Ha così pochi operai, la risposta alla Tua Dolce Chiamata è debole. Non capisco ciò che accade nel mondo: non è la Cosa più bella lasciare tutto per Te, Gesù? Non è la Cosa più allettante DonarTi la Vita? Chi è Tuo Fedele Amico non è forse l’uomo più Felice della Terra? Dopo più di venti secoli di Cristianesimo, non dovrebbe essere la Terra stracolma di Sacerdoti? Per logica così dovrebbe essere, non dovrebbe sentirsi in Cielo un Canto Sublime d’Amore per Te, Gesù, un Canto che viene dalla Terra dove anche le pietre dovrebbero darTi Gloria? Per logica tutto questo dovrebbe accadere, ma così non è. Forse le pietre sono capaci di darTi Gloria, ma l’uomo no: osa vivere senza darTi Gloria, senza Lodare il Tuo Nome Santissimo, senza dare a Te, Amore Infinito, ogni pensiero, ogni sentimento, ogni vibrazione del Cuore. Questo osa fare l’uomo nel terzo millennio, mentre il minuscolo Uccellino sul ramo gorgheggia felice per darTi Lode e RingraziarTi del Semino che gli Hai Fatto Trovare. Gesù Adorato, Ti chiedo umilmente Perdono per l’ingratitudine del mondo, per l’inerzia generale: Perdona, Dolce Amore, Perdona e Tieni Sospesa ancora la Tua Perfetta Giustizia, Donando la Tua Meravigliosa Misericordia. Se così non facessi, Dolce Amore, chi si Salverebbe, quell’Uragano che vedo arrivare, chi lascerebbe incolume? Dolce Amore, sono ai Tuoi Piedi per Supplicare il Perdono e chiederTi di Impedire al Tuo nemico ferocissimo di giocare la sua terribile carta”.  Sposa Amata, egli farà solo ciò che gli Permetto di fare. La Terra, prima di Fiorire come il più bel Giardino, deve essere Purificata, ognuno capisca ciò che deve fare: l’uomo già Puro non ha bisogno di Purificazione, Essa Sarà per chi non ha voluto Obbedire al Mio Comando. Resta felice, Sposa Cara e Fedele, resta Felice nel Mio Cuore e Godine le Delizie D’amore. Ti Amo. Vi Amo.   (Gesù).

 

 

 

 

IMMAGINI SACRE

 

 

 

 

 

La Mamma Parla agli Eletti

 

 

 

 

Figli Cari e Tanto Amati, in questi anni molte Cose vi Ho Detto, abbiateLe tutte presenti perché Sono importanti per il vostro Cammino. Voi, Figli Cari, vi preoccupate di molte cose, ma Una Soltanto vi Deve Stare a Cuore: Volare Verso la Santità. Voi dite: “Non è facile”. Figli Cari, non siete soli, ma la Madre del Cielo E’ con voi, E’ per voi. Voi pensate: “Il Mondo non insegna a Fare la Volontà di Dio, ma, al contrario, a non farLa, ecco perché dobbiamo essere Aiutati in Modo Speciale in tale Cammino”. Figli Cari, la Madre del Cielo E’ con voi e vi Guida col Suo Amore. Se avete difficoltà, chiamateMi ed Io Vengo subito. Figli Cari, Vedo Ogni Cosa, Conosco i vostri problemi, ogni piega del Cuore Conosco. Ogni giorno, Intercedo per voi Presso Mio Figlio, così Gli Dico: Aiutali, Allevia le pene, Rafforza la Fede, Alleggerisci le difficoltà, non lasciare che la corrente del Mondo li travolga nei suoi gorghi. Così Dico a Mio Figlio ogni giorno. Ecco la Sua Sublime Risposta: “Madre Cara, non si lascia travolgere dai gorghi chi si lascia guidare da Te. Chi Ama Te ed ha Fiducia in Te, Ama Me ed ha Fiducia in Me, si Affidi alla Tua Guida ogni Figlio e, certo, a Me giungerà Vittorioso”. Figli Cari, affidateMi la vostra Vita, Voglio Prepararvi all’Incontro con Gesù. Voi subito pensate alla morte, quando l’Anima Si Incontra con Gesù Giudice; Figli Amati, Quello E’ l’Incontro Definitivo, ma vi sono anche Altri Incontri prima di Quello, anzi, sono proprio gli Altri Che Preparano Quello Conclusivo. Mi dice la Mia Piccola: “Madre Amata, durante gli studi, talora, prima di un grande esame ve ne sono molti più piccoli che si chiamano preesami. Chi ha esperienza di studio lo sa bene. Dolce Tesoro, Madre del Cielo Dolcissima, Aiutaci nei preesami per essere pronti a superare tutti gli Altri. Abbiamo tanto bisogno del Tuo Aiuto, con Te sappiamo fare Bene tutto, ma senza di Te che possiamo fare? Guidaci col Tuo Amore, illuminaci con la Tua Luce, Sei la Stella Che Dà Luce al mondo, tutti possono vedere Tale Splendore, ma quanti tengono chiuse ancora porte e finestre per non vedere! Madre Cara, vedo spesso il Tuo Viso triste e capisco che Hai Grande Dolore per le Anime che ancora non Si Sono Aperte a Dio. Noi, piccoli più piccoli, siamo tutti con Te per Supplicare, per Offrire Sacrifici, affinché si Salvino le Anime. Dolce Tesoro, Conta su di noi, Offri al Tuo Gesù, Che Adoriamo giorno e notte, Offri ogni giorno un Vassoio Colmo delle nostre Preghiere e dei nostri Sacrifici ed Egli, Oceano Infinito di Misericordia, Concederà, certo Concederà”. Figli Amati, fate sempre Così. Insieme, Adoriamo, Adoriamo, Adoriamo! Vi Amo tutti. Ti Amo, Angelo Mio.   (Maria Santissima).

 

 

 

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

 

 

 

 

Cristo di Dio, Benedici il Cibo Che ci apprestiamo a consumare, affinché Porti Frutto Salvifico ai Corpi e alle Anime delle Creature a Te Fedeli! Amen.

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio e il Suo Preziosissimo Sangue, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino del Cristo di Dio, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, i Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Padre Buono, prima Che l’Alba Faccia Vibrare la Terra, prima Che il Chiarore La Vivifichi, prima Che il Sole Renda al Mondo la Sua Energia Vitale, Tu Sei già Qui, Vivo e Attento, Come una Madre Affettuosa per i Suoi Figli. Prima Che i nostri Pensieri Riprendano il Ritmo di tutti i Giorni, ci Riconosci già, ti Ricordi di noi, e Sei per noi il Soffio di una Nuova Creazione. Prima Che il nostro Cuore Ricominci ad Amare e a Temere, a Gioire e a Soffrire, il Tuo Cuore Aperto ci Ha Ricevuti e Si E’ Riversato su di noi in Grazia senza Frontiere. Prima Che i nostri Passi ci Portino al Tuo Incontro e a Quello dei nostri Fratelli, Tu ci Hai Preceduti con uno Slancio di Amore. È per Questo Che Questa Mattina noi Lodiamo la Tua Tenerezza e la Tua Fedeltà, Che Si Rinnovano Come l’Aurora, in Eterno.  Amen. 

Dal Libro della Sapienza (Sap 12,13.16-19)

Non C’E’ Dio fuori di Te, Che Abbia Cura di Tutte le Cose, perché Tu Debba Difenderti dall’accusa di Giudice Ingiusto. La Tua Forza infatti E’ il Principio della Giustizia, e il fatto Che Sei Padrone di Tutti, Ti Rende Indulgente con tutti. Mostri la Tua Forza quando non si Crede nella Pienezza del Tuo Potere, e Rigetti l’insolenza di coloro che pur La Conoscono. Padrone della Forza, Tu Giudichi con Mitezza e ci Governi con Molta Indulgenza, perché, Quando Vuoi, Tu Eserciti il Potere. Con Tale Modo di Agire Hai Insegnato al Tuo Popolo Che il Giusto Deve Amare gli uomini, e Hai Dato ai Tuoi Figli la Buona Speranza che, dopo i peccati, Tu Concedi il Pentimento. Parola di Dio.

Dal Salmo 85

Tu Sei Buono, Signore, e Perdoni, Sei Pieno di Misericordia con chi T’Invoca. Porgi l’Orecchio, Signore, alla mia Preghiera e Sii Attento alla voce delle mie Suppliche. Tutte le genti Che Hai Creato verranno e si Prostreranno Davanti a Te, Signore, per Dare Gloria al Tuo Nome. Grande Tu Sei e Compi Meraviglie: Tu Solo Sei Dio. Ma Tu, Signore, Dio Misericordioso e Pietoso, Lento all’ira e Ricco di Amore e di Fedeltà, Volgiti a me e Abbi Pietà.

Dalla Lettera di San Paolo Apostolo ai Romani (Rm 8,26-27)

Fratelli, lo Spirito Viene in Aiuto alla nostra debolezza; non sappiamo infatti Come Pregare in Modo Conveniente, ma lo Spirito Stesso Intercede con Gemiti Inesprimibili; e Colui Che Scruta i Cuori Sa Che Cosa Desidera lo Spirito, perché Egli Intercede per i Santi Secondo i Disegni di Dio. Parola di Dio.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 13,24-43)

In Quel Tempo, Gesù Espose alla folla un’altra Parabola, Dicendo: «Il Regno dei Cieli E’ Simile a un uomo che ha Seminato del Buon Seme nel suo Campo. Ma, mentre tutti dormivano, venne il suo nemico, seminò della zizzania in mezzo al Grano e se ne andò. Quando poi lo Stelo Crebbe e Fece Frutto, spuntò anche la zizzania.  Allora i servi andarono dal Padrone di Casa e gli dissero: “Signore, non Hai Seminato del Buon Seme nel Tuo Campo? Da dove viene la zizzania?”. Ed Egli Rispose loro: “Un nemico ha fatto questo!”.  E i servi gli dissero: “Vuoi che andiamo a raccoglierla?”. “No, rispose, perché non succeda che, raccogliendo la zizzania, con essa Sradichiate anche il Grano. Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla Mietitura e al momento della Mietitura dirò ai mietitori: Raccogliete prima la zizzania e legatela in fasci per bruciarla; il Grano invece Riponetelo nel Mio Granaio”». Espose loro un’altra Parabola, Dicendo: «Il Regno dei Cieli E’ Simile a un Granello di Senape, che un uomo Prese e Seminò nel suo Campo. Esso è il più Piccolo di Tutti i Semi ma, una volta Cresciuto, E’ più Grande delle altre Piante dell’Orto e Diventa un Albero, tanto che gli Uccelli del Cielo Vengono a Fare il Nido fra i suoi Rami».   Disse loro un’altra Parabola: «Il Regno dei Cieli E’ Simile al Lievito, che una donna prese e Mescolò in tre Misure di Farina, finché non fu Tutta Lievitata».  Tutte Queste Cose Gesù Disse alle folle con Parabole e non Parlava ad esse se non con Parabole, perché Si Compisse Ciò Che Era Stato Detto per Mezzo del Profeta: «Aprirò la Mia Bocca con Parabole, Proclamerò Cose Nascoste fin dalla Fondazione del Mondo».  Poi Congedò la folla ed Entrò in Casa; i Suoi Discepoli Gli Si Avvicinarono per dirGli:«Spiegaci la Parabola della zizzania nel Campo». Ed Egli Rispose: «Colui Che Semina il Buon Seme E’ il Figlio dell’Uomo. Il Campo E’ il Mondo e il Seme Buono sono i Figli del Regno. La zizzania sono i figli del Maligno e il nemico che l’ha seminata è il diavolo. La Mietitura E’ la Fine del Mondo e i Mietitori sono gli Angeli. Come dunque si raccoglie la zizzania e la si brucia nel Fuoco, Così Avverrà alla Fine del Mondo. Il Figlio dell’Uomo Manderà i Suoi Angeli, i Quali Raccoglieranno dal Suo Regno tutti gli scandali e tutti quelli che commettono iniquità e li getteranno nella Fornace Ardente, Dove Sarà Pianto e Stridore di denti. Allora i Giusti Splenderanno Come il Sole nel Regno del Padre loro. Chi ha orecchi, ascolti!».   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Dammi il Coraggio, Signore, di non Sottrarmi alla Croce. Accetto la Croce se E’ Abbandonarmi a Te, Riconoscendo di Essere nelle Tue Mani. Accetto la Croce se E’ Amare con Te fino a Rischiare la mia Vita. Accetto la Croce se E’ Annunciare il Dio della Vita, Donare Assieme a Te la Speranza. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Come comportarsi in chiesa - Parrocchia di Bozzolo - Diocesi di ...

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:

 

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE AMEN