Il Santo Vangelo del Giorno mercoledì del Signore 27 maggio 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Mai Dimenticando Che “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, per Intercessione del Cuore Immacolato di Maria, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

Christus vincit! Christus regnat! Christus imperat!

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

A.N.A.Di.M.I. Onlus (@anadimionlus) | Twitter

 

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e Avrai Salva la Vita!   

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, quando il demonio s’insinua nell’Animo agisce come un parassita, nutrendosi d’ogni cosa che attraversa e diffondendo il male tutt’attorno, anche mediante il pettegolezzo. Bisogna tuttavia Aver Pietà per certi versi, poiché il Bene Trionferà in ogni caso, a Prescindere dai comportamenti di coloro che – pur col Cuore Amati, vanno generando scompiglio ovunque. Oggi Ricordiamo la Beata Vergine Maria del Santo Rosario di Pompei, Cui Tanto e a breve dovran Ricorrere le Popolazioni di quei Luoghi, Visto Quanto dagli Elementi Incombe! Pregando Umilmente, andiamo incentivando la Fede, con la Speranza e la Carità, senza pensare ad altro Che al Divin Maestro, il Buon Pastore, Che Avrà Cura dei nostri pesi, Rimettendoci i peccati e Nutrendoci col Suo Cibo d’Eterna e Vera Vita. Buona e Santa Giornata del Signore a tutti, con un Sincero e Forte Abbraccio, in Cristo.

 

 

 

 

 

Gesù GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

 

Testimonianza

(Riceviamo e pubblichiamo)

 

 

 

 

In un Sogno: ““il capo dei demoni, satana il mentitore – il separatore delle genti, provò una profonda Malinconia, ricordando i Tempi Belli, Quando Dio Onnipotente lo Degnava della Sua Luminosa Considerazione.

Dopo “l’alto Tradimento”, non volendo più sottostare alla “Legge dell’Equilibrio” – Ch’E’ del Padre Celeste, compì le tristi gesta che tutti noi conosciamo – e che subiamo, pur senza accorgercene.

Arrivò un Giorno – però, che anche il più diavolo di tutti si pentì di aver voltate le spalle a Cotanta Bellezza, decidendo di Salire Fino al Cielo per chiedere finalmente Perdono, pensando: Egli, non mi Rifiuterà.

La sua figura possente – però, benché molto alta e forte, di colore marmoreo ed alata, venne trattenuta a Terra – per i polpacci, dall’aggrovigliato male che essa stessa aveva generato, giacché invidioso d’un Reale Ravvedimento.

E fu per questo che l’artefice d’ogni negatività Pianse amaramente, poiché Privato dell’Amore Infinito del Creatore.

All’improvviso, Apparve il Cristo – nella Sua Maestosità, Dicendomi: “Ti Benedico e Prometto Che Verrò a Prelevarti Personalmente nel Momento della tua morte, perché hai Pianto persino per la Sofferenza del Mio nemico, impossibilitato a Riconciliarsi col Padre Mio Che E’ in Cielo, in Terra e in Ogni Luogo! Non preoccuparti – Aggiunse l’Agnello Incarnato, perché il Tutto Si Riunirà in un’Unica Armonia, Così Com’E’ Stato Stabilito per il Mondo Che Verrà””.

 

 

 

 

Il quadro della Madonna di Pompei

 

 

 

 

Supplica alla Madonna di Pompei

(da Recitarsi l’8 maggio e la prima Domenica di ottobre – a Mezzogiorno e possibilmente in Ginocchio)

 

 

 

 

I. – O Augusta Regina delle Vittorie, o Vergine Sovrana del Paradiso, al Cui Nome Potente Si Rallegrano i Cieli e Tremano per terrore gli abissi, o Regina Gloriosa del Santissimo Rosario, noi tutti, avventurati Figli Vostri, Che La Bontà Vostra Ha Prescelti in Questo Secolo ad InnalzarVi un Tempio in Pompei, qui Prostrati ai Vostri Piedi, in Questo Giorno Solennissimo della Festa dei Novelli Vostri Trionfi sulla Terra degl’idoli e dei demoni, Effondiamo con Lacrime gli Affetti del nostro Cuore, e con la Confidenza di Figli Vi Esponiamo le nostre miserie.

Dèh! Da Quel Trono di Clemenza Ove Sedete Regina, Volgete, o Maria, Lo Sguardo Vostro Pietoso Verso di noi, su tutte le nostre Famiglie, sull’Italia, sull’Europa, su tutta la Chiesa; e Vi Prenda Compassione degli affanni in cui volgiamo e dei travagli che ne amareggiano la Vita.

Vedete, o Madre, quanti pericoli nell’Anima e nel Corpo ne circondano: quante calamità e afflizioni ne costringono! O Madre, Trattenete il Braccio della Giustizia del Vostro Figliuolo Sdegnato e Vincete colla Clemenza il Cuore dei peccatori: sono pur nostri Fratelli e Figli Vostri, Che Costarono Sangue al Dolce Gesù, e Trafitture di coltello al Vostro Sensibilissimo Cuore.

Oggi MostrateVi a tutti, Qual Siete, Regina di Pace e di Perdono.

Salve Regina

 

II. – È Vero, è Vero che noi per primi, benché Vostri Figliuoli, coi peccati torniamo a Crocifiggere in Cuor nostro Gesù, e trafiggiamo Novellamente il Vostro Cuore.

Sì, lo Confessiamo, siamo meritevoli dei più aspri flagelli.

Ma Voi RicordateVi Che sulla Vetta del Golgota Raccoglieste le Ultime Stille di Quel Sangue Divino e l’Ultimo Testamento del Redentore Moribondo.

E Quel Testamento di un Dio, Suggellato col Sangue di un Uomo-Dio, Vi Dichiarava Madre nostra, Madre dei peccatori.

Voi, dunque, Come nostra Madre, Siete la nostra Avvocata, la nostra Speranza.

E noi Gementi stendiamo a Voi le mani Supplichevoli, Gridando: Misericordia! Pietà Vi Prenda, o Madre Buona, Pietà di noi, delle Anime nostre, delle nostre Famiglie, dei nostri parenti, dei nostri Amici, dei nostri Fratelli Estinti, e soprattutto dei nostri Nemici, e di tanti che si dicono Cristiani, e pur dilacerano il Cuore Amabile del Vostro Figliuolo.

Pietà, dèh! Pietà Oggi Imploriamo per le Nazioni traviate, per tutta l’Europa, per tutto il mondo, che torni Pentito al Cuor Vostro.

Misericordia per tutti, o Madre di Misericordia.

Salve Regina

 

III. – Che Vi Costa, o Maria, l’Esaudirci? Che Vi Costa il Salvarci? Non Ha Gesù Riposto nelle Vostre Mani Tutti i Tesori delle Sue Grazie e delle Sue Misericordie? Voi Sedete Coronata Regina alla Destra del Vostro Figliuolo, Circondata di Gloria Immortale su Tutti i Cori degli Angeli.

Voi Distendete il Vostro Dominio per Quanto Son Distesi i Cieli, e a Voi la Terra e le Creature Tutte Che in Essa Abitano Sono Soggette.

Il Vostro Dominio Si Estende fino all’inferno, e Voi Sola ci Strappate dalle mani di satana, o Maria.

Voi Siete l’Onnipotente per Grazia.

Voi dunque Potete Salvarci.

Che Se Dite di non Volerci Aiutare, perché Figli ingrati ed immeritevoli della Vostra Protezione, Diteci almeno a chi altri mai  dobbiamo Ricorrere per Essere Liberati da tanti flagelli. Ah, no! Il Vostro Cuore di Madre non Patirà di Veder noi, Vostri Figli, perduti.

Il Bambino Che noi Vediamo sulle Vostre Ginocchia, e la Mistica Corona Che Miriamo nella Vostra Mano, c’Ispirano Fiducia Che noi Saremo Esauditi. E noi Confidiamo Pienamente in Voi, ci Gettiamo ai Vostri Piedi, ci Abbandoniamo Come Deboli Figli tra le Braccia Della Più Tenera fra le Madri, ed Oggi Stesso, sì, Oggi da Voi Aspettiamo le Sospirate Grazie.

Salve Regina

 

 

 

 

PIETRE VIVE: Papa Francesco a Pompei: Santo Rosario e supplica ...

 

 

 

Chiediamo la Benedizione a Maria

(Vero Testo della Supplica Scritta dal Beato Bartolo Longo)

 

 

 

Un’ultima Grazia noi ora Vi chiediamo, o Regina, Che non Potete Negarci in Questo Giorno Solennissimo.

Concedete a tutti noi l’Amore Vostro Costante, e in Modo Speciale la Vostra Materna Benedizione.

No, non ci Leveremo dai Vostri Piedi, non ci Staccheremo dalle Vostre Ginocchia, finché non ci Avrete Benedetti.

Benedite, o Maria, in Questo Momento, il Sommo Pontefice.

Ai Prischi Allori della Vostra Corona, agli Antichi Trionfi del Vostro Rosario, Onde Siete Chiamata Regina delle Vittorie, dèh! Aggiungete ancor Questo, o Madre: Concedete il Trionfo alla Religione e la Pace alla umana società. Benedite il nostro Vescovo, i Sacerdoti e Particolarmente Tutti Coloro Che Zelano l’Onore del Vostro Santuario.

Benedite infine tutti gli Associati al Vostro Novello Tempio di Pompei, e Quanti Coltivano e Promuovono la Divozione al Vostro Santo Rosario.

O Rosario Benedetto di Maria; Catena Dolce Che ci Rannodi a Dio; Vincolo di Amore Che ci Unisci agli Angeli; Torre di Salvezza negli assalti d’inferno; Porto Sicuro nel comune naufragio, noi non Ti Lasceremo mai più.

Tu ci Sarai Conforto nell’Ora di agonia; a Te l’Ultimo Bacio della Vita Che Si Spegne.

E l’Ultimo Accento delle smorte labbra Sarà il Nome Vostro Soave, Regina del Rosario della Valle di Pompei, o Madre nostra Cara, o Unico Rifugio dei peccatori, o Sovrana Consolatrice dei mesti.

Siate Ovunque Benedetta, Oggi e Sempre, in Terra e in Cielo.

Così Sia.

Salve Regina

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio e il Suo Preziosissimo Sangue, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino del Cristo di Dio, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, i Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Padre Buono, Accolgo Questo Giorno dalle Tue mani, con la Fiducia di un Bambino. Solo per Te, per Te Presente nei miei Prossimi, siano i Pensieri e le Opere.  Aiutaci, Come Gesù ci Ha Insegnato, a Sentirci con Lui Frutti figli Tuoi e a Comportarci da Fratelli gli uni degli altri. La mia Preghiera si unisce a Quella del Tuo Figlio Gesù, per ChiederTi, con Lui e in Lui, quella Unità di tutti Che E’ un Riflesso della Sua Unità con Te. E che io Possa Essere nel Mondo, Oggi, un Raggio del Tuo Amore Che Illumina e Riscalda i Cuori degli uomini. Amen.

Dagli Atti degli Apostoli (At 20,28-38)

In Quel Tempo, Paolo Diceva agli Anziani della Chiesa di Efeso: “Vegliate su voi stessi e su tutto il Gregge, in Mezzo al Quale lo Spirito Santo vi Ha Posti Come Vescovi a Pascere la Chiesa di Dio, Che Egli Si E’ Acquistata con il Suo Sangue. Io so che dopo la mia partenza entreranno fra voi lupi rapaci, che non risparmieranno il Gregge; perfino di mezzo a voi sorgeranno alcuni a insegnare dottrine perverse per attirare Discepoli dietro di sé. Per questo Vigilate, ricordando che per tre Anni, Notte e Giorno, io non ho cessato di Esortare fra le Lacrime ciascuno di voi. Ed ora vi Affido al Signore e alla Parola della Sua Grazia Che Ha il Potere di Edificare e di Concedere l’Eredità con Tutti i Santificati. Non ho desiderato né argento, né oro, né la veste di nessuno. Voi sapete che alle Necessità mie e di quelli che erano con me hanno provveduto queste mie mani. In tutte le maniere vi ho dimostrato che lavorando così si devono Soccorrere i Deboli, ricordandoci delle Parole del Signore Gesù, Che Disse: Vi E’ più Gioia nel dare che nel ricevere!“. Detto Questo, Si Inginocchiò con tutti loro e Pregò. Tutti scoppiarono in un gran Pianto e gettandosi al collo di Paolo Lo baciavano, addolorati soprattutto perché aveva detto che non avrebbero più rivisto il suo volto. E Lo accompagnarono fino alla nave. Parola di Dio.

Dal Salmo 67

Dispiega, Dio, la Tua Potenza, Conferma, Dio, Quanto Hai Fatto per noi. Per il Tuo Tempio, in Gerusalemme, a Te i re porteranno Doni. Regni della Terra, Cantate a Dio, Cantate Inni al Signore; Egli nei Cieli Cavalca, nei Cieli Eterni, Ecco, Tuona con Voce Potente. Riconoscete a Dio la Sua Potenza. La Sua Maestà su Israele, la Sua Potenza Sopra le Nubi. Sia Benedetto Dio. 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Giovanni (Gv 17,11b-19)

In Quel Tempo, Gesù, Alzati gli Occhi al Cielo, Così Pregò: «Padre Santo, Custodisci nel Tuo Nome Coloro Che Mi Hai Dato, perché Siano Una Cosa Sola, Come Noi. Quand’Ero con Loro, Io Conservavo nel Tuo Nome Coloro Che Mi Hai Dato e Li Ho Custoditi; nessuno di Loro E’ Andato Perduto, tranne il Figlio della perdizione, perché Si Adempisse la Scrittura. Ma Ora Io Vengo a Te e Dico Queste Cose mentre Sono ancora nel mondo, perché Abbiano in Se Stessi la Pienezza della Mia Gioia. Io Ho Dato a Loro la Tua Parola e il mondo Li ha odiati perché Essi non Sono del mondo, Come Io non Sono del mondo. Non Chiedo Che Tu Li Tolga dal mondo, ma Che Li Custodisca dal maligno. Essi non Sono del mondo, Come Io non Sono del mondo. Consacrali nella Verità. La Tua Parola E’ Verità. Come Tu Mi Hai Mandato nel mondo, anch’Io Li Ho Mandati nel mondo; per Loro Io Consacro Me Stesso, perché Siano anch’Essi Consacrati nella Verità». Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Padre Buono, Accogli la nostra Lode e Gratitudine per l’Amore Che Hai Riversato su di noi in Questo Giorno. Tutto, Gioie e Dolori, Sono Stati un Dono del Tuo Amore di Padre. Ti Affido i Tuoi Figli nei quali ho Riconosciuto la Tua Presenza, perché Tu li Custodisca nell’Amore Che in Gesù, Tuo Figlio, ci Hai Dato. Come Lui, abbiamo Consacrato noi stessi per l’Umanità. Ti Rinnoviamo, Padre, alla Fine della Giornata, Questa nostra Consacrazione e Tu Mantieni sempre Acceso nei nostri Cuori quel Fuoco dello Spirito Che ci Purifica e ci Fonde in un Unico Corpo. Amen. 

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

Religión de López Méndez - Blog Banesco

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE AMEN