Messaggio di Gesù (a Giovanni, Giovedì 21 maggio 2020).

 

 

 

 

“…. non pochi sono Come Me, Uguali in Tutto, perché il Padre ci Forgiò Prima ancora del Concepimento nel Grembo Materno, benché le abitudini delle genti del mondo – poi, abbiano fatto la Differenza! Infatti, Venni Dato alla Luce con un Preciso Disegno del Cielo, perché Si Compisse Quanto Predetto dai Profeti al Mio Riguardo: e Così E’ per lo Spirito d’ognuno di voi, nulla di meno.  Io So chi Sarà Sempre al Mio Fianco, Conosco Ogni Singolo Cuore di Me Innamorato e Pronto ad Annullarsi per la Causa della Verità, Quel Mistero Che mi Ha Preceduto sulla Via delle Redenzioni, da Me Favorite per l’Esaltazione dei Buoni Sentimenti d’Animo, Che Son Quelli Che Testimoniano la vostra Presenza ai Piedi del Mio Trono sulla Terra.  Non Curatevi d’altro che non sia il Puro Amore, poiché E’ l’Autentica Chiave Che vi Spalancherà la Porta Sul Cielo, Ripagandovi di un’Esistenza Incentrata sulla Fede.  Piangete e Commuovetevi anche in pubblico, senza vergognarvi di mostrare agli altri la Sensibilità Che Alberga nei vostri Cuori, perché E’ da Ciò Che vi Riconosceranno”.