Il Santo Vangelo del Giorno di Quaresima – martedì del Signore 24 marzo 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE GESU'

 

 

 

 

Christus Vincit, Christus Regnat, Christus Imperat!

 

 

 

 

 

Risultato immagini per gif animate apocalisse

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

L'immagine può contenere: una o più persone, occhiali_da_sole e occhiali

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e Avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, con oggi si chiude il Viaggio nei Meravigliosi meandri dell’Apocalisse di San Giovanni, Ineguagliabile Concetto per la Sana Preparazione alla Nuova Vita nel mondo, Che E’ ormai Prossimo a Divenire. Da domani, con il Consueto Quotidiano Invio del Santo Vangelo del Giorno – Che Concorre a Dimostrar l’Esistenza di Ben Altro, verranno pubblicate Ulteriori Testimonianze giunte da varie parti della Terra, Mediante le Quali la Madre Celeste – con Altri, Esorta noi Figli all’Attenta Riflessione ed al Sincero Pentimento. Non cadiamo nelle trappole del qualunquismo o della superficialità, piuttosto leggiamo con il Cuore ogni pur Piccolo Messaggio di Speranza, Che altro scopo non Ha Che di vederci Felici. Il Signore Iddio, nella Sua infinita Misericordia, Ebbe a Far Sapere Che il Suo Giusto Sarebbe Tornato e Vissuto Mediante la Fede: Questa E’ l’Unica e Vera Chiave di Lettura, Che Sancirà l’Abbandono Generale alla Potenza del Padre Nostro, Che Tanto ci Ama! ….e, poiché Cristo Ha Vinto il mondo, Buona Giornata a tutti.

 

 

 

 

 

Risultato immagini per gif animate apocalisse

 

 

 

 

L’Apocalisse di San Giovanni

(Capitoli 21 e 22)

 

 

 

 

 

Capitolo 21

1Vidi poi un nuovo Cielo e una nuova Terra, perché il Cielo e la Terra di prima erano scomparsi e il Mare non c’era più. 2Vidi anche la Città Santa, la nuova Gerusalemme, Scendere dal Cielo, da Dio, pronta come una Sposa Adorna per il Suo Sposo. 3Udii allora una Voce Potente Che Usciva dal Trono: “‘Ecco la Dimora di Dio con gli uomini! ‘Egli Dimorerà tra di loro ed essi saranno Suo popolo ed Egli Sarà il “Dio-con-loro”‘. 4‘E Tergerà ogni lacrima dai loro occhi’; non ci sarà più la morte, né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate”. 5E Colui Che Sedeva sul Trono Disse: “Ecco, Io Faccio Nuove Tutte le Cose”; e Soggiunse: “Scrivi, perché Queste Parole Sono Certe e Veraci. 6Ecco Sono Compiute! Io Sono l’Alfa e l’Omega, il Principio e la Fine. ‘A colui che ha sete Darò Gratuitamente Acqua della Fonte ‘della Vita’. 7Chi sarà Vittorioso Erediterà Questi Beni; ‘Io Sarò il suo Dio ed egli sarà Mio Figlio’. 8Ma per i vili e gl’increduli, gli abietti e gli omicidi, gl’immorali, i fattucchieri, gli idolàtri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di Fuoco e di zolfo. È questa la seconda morte”. 9Poi venne Uno dei sette Angeli Che Hanno le sette Coppe piene degli ultimi sette Flagelli e mi Parlò: “Vieni, ti Mostrerò la Fidanzata, la Sposa dell’Agnello”. 10L’Angelo mi Trasportò in Spirito su di un Monte grande e alto, e mi Mostrò la Città Santa, Gerusalemme, Che Scendeva dal Cielo, da Dio, Risplendente della Gloria di Dio. 11Il Suo Splendore E’ simile a Quello di una Gemma preziosissima, come pietra di diaspro cristallino. 12La Città E’ Cinta da un grande e alto Muro con dodici ‘Porte’: sopra queste Porte Stanno dodici Angeli e ‘Nomi’ scritti, i Nomi delle dodici ‘Tribù dei Figli d’Israele’. 13‘A Oriente tre Porte, a Settentrione tre Porte, a Mezzogiorno tre Porte e ad Occidente tre Porte’. 14Le Mura della Città Poggiano su dodici Basamenti, sopra i Quali sono i dodici Nomi dei dodici Apostoli dell’Agnello. 15Colui Che mi Parlava Aveva come misura una canna d’oro, per misurare la Città, le sue Porte e le sue Mura. 16La Città è a forma di quadrato, la sua lunghezza è uguale alla larghezza. L’Angelo Misurò la Città con la canna: misura dodici mila stadi; la lunghezza, la larghezza e l’altezza sono eguali. 17Ne misurò anche le Mura: sono alte centoquarantaquattro braccia, secondo la misura in uso tra gli uomini adoperata dall’Angelo. 18Le Mura sono costruite con diaspro e la Città è di oro puro, simile a terso cristallo. 19Le Fondamenta delle Mura della Città sono adorne di ogni specie di pietre preziose. Il primo Fondamento è di diaspro, il secondo di zaffìro, il terzo di calcedònio, il quarto di smeraldo, 20il quinto di sardònice, il sesto di cornalina, il settimo di crisòlito, l’ottavo di berillo, il nono di topazio, il decimo di crisopazio, l’undecimo di giacinto, il dodicesimo di ametista. 21E le dodici Porte sono dodici Perle; ciascuna Porta è formata da una sola Perla. E la piazza della Città è di oro puro, come cristallo trasparente. 22Non vidi alcun Tempio in Essa perché il Signore Dio, l’Onnipotente, e l’Agnello Sono il Suo Tempio. 23La Città non ha bisogno della Luce del Sole, né della Luce della Luna perché la Gloria di Dio La Illumina e la Sua Lampada E’ l’Agnello. 24‘Le nazioni cammineranno alla Sua Luce e i re della Terra a Lei porteranno la loro magnificenza’. 25‘Le’ Sue ‘Porte non si chiuderanno mai durante il giorno’, poiché non vi sarà più notte. 26‘E porteranno a Lei la Gloria’ e l’Onore ‘delle nazioni’. 27‘Non entrerà in Essa nulla d’impuro’, né chi commette abominio o falsità, ma solo Quelli Che Sono Scritti nel Libro della Vita dell’Agnello.

Capitolo 22

1Mi Mostrò poi ‘un Fiume d’Acqua viva’ limpida come cristallo, Che Scaturiva dal Trono di Dio e dell’Agnello. 2‘In mezzo’ alla piazza della Città e ‘da una parte e dall’altra del Fiume si trova un Albero di Vita’ che Dà dodici Raccolti e produce Frutti ogni ‘mese; le Foglie’ dell’Albero servono ‘a Guarire’ le nazioni. 3E non vi sarà più maledizione. Il Trono di Dio e dell’Agnello Sarà in Mezzo a Lei e i Suoi Servi Lo Adoreranno; 4‘vedranno la Sua Faccia’ e porteranno il Suo Nome sulla fronte. 5Non vi sarà più notte e non avranno più bisogno di Luce di lampada, né di Luce di Sole, perché ‘il Signore Dio li Illuminerà e Regneranno nei Secoli dei Secoli’. 6Poi mi Disse: “Queste Parole Sono Certe e Veraci. Il Signore, il Dio Che Ispira i Profeti, Ha Mandato il Suo Angelo per Mostrare ai Suoi Servi Ciò Che Deve Accadere tra breve. 7Ecco, Io Verrò presto. Beato Chi Custodisce le Parole Profetiche di Questo Libro”. 8Sono io, Giovanni, che ho visto e udito Queste Cose. Udite e vedute che Le ebbi, mi Prostrai in Adorazione ai Piedi dell’Angelo Che me Le Aveva Mostrate. 9Ma Egli mi Disse: “Guardati dal farlo! Io Sono un Servo di Dio come te e i tuoi Fratelli, i Profeti, e come Coloro Che Custodiscono le Parole di Questo Libro. È Dio Che devi Adorare”. 10Poi Aggiunse: “Non mettere sotto Sigillo le Parole Profetiche di Questo Libro, perché il Tempo E’ Vicino. 11Il perverso continui pure a essere perverso, l’impuro continui ad essere impuro e il Giusto continui a Praticare la Giustizia e il Santo Si Santifichi ancora. 12Ecco, Io Verrò presto e Porterò con Me il Mio Salario, ‘per Rendere a ciascuno Secondo le sue Opere’. 13Io Sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il Principio e la Fine. 14Beati coloro che Lavano le loro Vesti: Avranno Parte all’Albero della Vita e potranno Entrare per le Porte nella città. 15Fuori i cani, i fattucchieri, gli immorali, gli omicidi, gli idolàtri e chiunque ama e pratica la menzogna! 16Io, Gesù, Ho Mandato il Mio Angelo, per Testimoniare a voi Queste Cose Riguardo alle Chiese. Io Sono la Radice della Stirpe di Davide, la Stella Radiosa del Mattino”.17Lo Spirito e la Sposa Dicono: “Vieni!”. E chi ascolta ripeta: “Vieni!”. Chi ha sete venga; chi vuole Attinga gratuitamente l’Acqua della Vita. 18Dichiaro a chiunque ascolta le Parole Profetiche di Questo Libro: a chi vi aggiungerà qualche cosa, Dio gli Farà Cadere Addosso i Flagelli Descritti in Questo Libro; 19e chi toglierà Qualche Parola di Questo Libro Profetico, Dio lo Priverà dell’Albero della Vita e della Città Santa, Descritti in Questo Libro. 20Colui Che Attesta Queste Cose dice: “Sì, Verrò presto!”. Amen. Vieni, Signore Gesù. 21La Grazia del Signore Gesù Sia con tutti voi. Amen!

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio e il Suo Santissimo Sangue, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, Ti Ringrazio per il Dono dell’Acqua Battesimale. Ti Ringrazio perché Continui a Guarirci dal male Che Paralizza il Cuore e la Mente, e Ci Rendi di Nuovo Capaci di Fare il Bene.  Grazie per lo Spirito Santo Che Fa di noi dei Figli del Padre, a Tua Somiglianza. Fa’ Che io Sia Fedele a Questi Doni e Che, Oggi, Compia la Tua Volontà e non la mia. Amen.

Dal Libro del Profeta Ezechiele (Ez 47,1-9.12)

In Quei Giorni [l’Angelo] mi Condusse all’Ingresso del Tempio e Vidi Che Sotto la Soglia del Tempio Usciva Acqua verso Oriente, poiché la Facciata del Tempio era Verso Oriente. Quell’Acqua Scendeva sotto il Lato Destro del Tempio, dalla Parte Meridionale dell’Altare. Mi Condusse Fuori dalla Porta Settentrionale e mi Fece Girare all’Esterno, Fino alla Porta Esterna Rivolta a Oriente, e Vidi Che l’Acqua Scaturiva dal Lato Destro. Quell’Uomo Avanzò Verso Oriente e con una Cordicella in mano Misurò Mille Cùbiti, poi mi Fece Attraversare quell’Acqua: mi Giungeva alla caviglia. Misurò altri Mille Cùbiti, poi mi Fece Attraversare quell’Acqua: mi Giungeva al ginocchio. Misurò altri Mille Cùbiti, poi mi Fece Attraversare l’Acqua: mi Giungeva ai fianchi. Ne Misurò altri Mille: era un Torrente Che non Potevo Attraversare, perché le Acque erano Cresciute; erano Acque Navigabili, un Torrente Che non si Poteva Passare a Guado. Allora Egli mi Disse: «Hai Visto, figlio dell’Uomo?». Poi mi Fece Ritornare sulla Sponda del Torrente; voltandomi, Vidi Che sulla Sponda del Torrente vi era una grandissima Quantità di Alberi da una Parte e dall’Altra. Mi Disse: «Queste Acque Scorrono verso la Regione Orientale, scendono nell’Aràba ed Entrano nel Mare: Sfociate nel Mare, ne Risanano le Acque. Ogni Essere Vivente Che si Muove Dovunque Arriva il Torrente, Vivrà: il Pesce vi sarà Abbondantissimo, perché Dove Giungono quelle Acque, Risanano, e Là Dove Giungerà il Torrente Tutto Rivivrà. Lungo il Torrente, su una Riva e sull’Altra, Crescerà ogni Sorta di Alberi da Frutto, le Cui Foglie non Appassiranno: i loro Frutti non Cesseranno e Ogni Mese Matureranno, perché le loro Acque Sgorgano dal Santuario. I loro Frutti Serviranno Come Cibo e le Foglie Come Medicina».  Parola di Dio.

Dal Salmo 45

Dio E’ per noi Rifugio e Fortezza, Aiuto Infallibile Si E’ Mostrato nelle angosce. Perciò non Temiamo se Trema la Terra, se Vacillano i Monti nel Fondo del Mare. Un Fiume e i suoi Canali Rallegrano la Città di Dio, la Più Santa delle Dimore dell’Altissimo.  Dio E’ in Mezzo ad Essa: non Potrà Vacillare.  Dio La Soccorre allo Spuntare dell’Alba.  Il Signore degli Eserciti E’ con noi, nostro Baluardo E’ il Dio di Giacobbe.  Venite, vedete le opere del Signore, Egli Ha Fatto Cose Tremende sulla Terra.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Giovanni (Gv 5,1-3a.5-16)

Ricorreva una Festa dei Giudei e Gesù Salì a Gerusalemme. A Gerusalemme, Presso la Porta delle Pecore, vi E’ una Piscina, Chiamata in Ebraico Betzatà, con Cinque Portici, Sotto i Quali Giaceva un grande numero di infermi, ciechi, zoppi e paralitici. Si trovava lì un uomo che da trentotto anni era malato. Gesù, Vedendolo Giacere e sapendo che da molto tempo era così, gli disse: «Vuoi guarire?». Gli rispose il malato: «Signore, non ho Nessuno Che mi Immerga nella Piscina quando l’Acqua si Agita. Mentre infatti Sto per Andarvi, un altro Scende prima di me». Gesù gli Disse: «Àlzati, Prendi la tua Barella e Cammina». E all’istante quell’uomo Guarì: Prese la sua Barella e Cominciò a Camminare.  Quel Giorno però era un Sabato. Dissero dunque i Giudei all’uomo Che Era Stato Guarito: «È Sabato e non ti E’ Lecito Portare la tua Barella». Ma egli Rispose loro: «Colui Che mi Ha Guarito mi Ha Detto: “Prendi la tua Barella e Cammina”». Gli domandarono allora: «Chi E’ l’Uomo Che ti Ha Detto: “Prendi e Cammina”?». Ma colui Che Era Stato Guarito non Sapeva Chi Fosse; Gesù infatti Si Era Allontanato perché vi era folla in Quel Luogo. Poco dopo Gesù lo Trovò nel Tempio e gli Disse: «Ecco: sei Guarito! Non peccare più, perché non ti Accada Qualcosa di Peggio». Quell’uomo se ne Andò e Riferì ai Giudei Che Era Stato Gesù a Guarirlo. Per questo i Giudei Perseguitavano Gesù, perché Faceva Tali Cose di Sabato.  Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Resta con me, Signore Gesù, e Perdonami le colpe di Questo Giorno. Guarisci tutti i Malati nello Spirito e Aiuta i Malati nel Corpo. Salva coloro Che Soffrono e Sono Isolati, Abbandonati a se stessi Come era l’uomo della Piscina di Siloe.  Resta con loro, Signore, in Questa Notte; io Ripongo in Te la mia Fiducia.  Proteggi tutti coloro Che Amo e Che Ti Affido. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: 

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE AMEN

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF GRAZIE DELLA VISITA