Il Santo Vangelo del Giorno di Quaresima – giovedì del Signore 19 marzo 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE GESU'

 

 

 

 

Christus Vincit, Christus Regnat, Christus Imperat!

 

 

 

 

 

Risultato immagini per gif animate crocifisso

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

L'immagine può contenere: una o più persone, occhiali_da_sole e occhiali

 

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e Avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle in Cristo, leggendo il Santo Vangelo del Giorno, Dedicato al Prode San Giuseppe – Amorevole Custode della Sacra Famiglia, Dolcemente Accompagnati dall’Apocalisse di San Giovanni, constatiamo che nemmeno i Delegati ci Dicono Quanto Veramente Grande Sia il Creatore, e quel che ormai inevitabilmente sta per abbattersi sul mondo! Infatti, come in una buia camera di compensazione, Egli Viene posto alla stregua della Natura, quasi Quest’ultima dipendesse dalle stolte scienze umane.    Alcun titolato ha il coraggio di rivelar le Verità, nascoste a noi Figli di quaggiù per via dei machiavellici disegni umani, onde mantenere inalterato l’effimero potere, negando – così, la Salvezza a coloro che non Credono al Salvatore Gesù – Quale Figlio Prediletto di Dio Padre Onnipotente.  Chi ha speculato sulle emotività delle genti, allontanandole dalla Fede, Ne Risponderà Davanti all’Eterno, patendo le Sofferenze che in Vita diede al Prossimo suo.    Ma noi Preghiamo insieme – quindi, affinché L’Agnello Voglia ancor Donare Misericordia alle Misere Anime nostre, sempre più inquinate dal famigerato e diabolico progresso.  Proprio in tema di confusione, non poche volte è stato scritto dei 7 vizi capitali, che tanto male e in modo subdolo recano forte danno all’Animo umano.   Eccoli:

1) superbia, ovvero il desiderio disordinato di essere superiori agli altri, fino al disprezzo degli ordini e delle leggi tutte;

2) avarizia, desiderio disordinato dei beni temporali;

3) lussuria, spiccata dedizione al piacere e al sesso;

4) invidia, tristezza per il Bene e la Grazia altrui, percepiti come male proprio;

5) gola, abbandono ed esagerazione nei piaceri della tavola, senza preoccuparsi di chi nulla ha di che sfamarsi;

6) ira, disordinato desiderio di vendicare un torto subito;

7) accidia, lasciarsi andare al torpore dell’Animo, fino a provare fastidio per le Cose Spirituali: in particolare, abbandono della Preghiera e dell’Amicizia Verso Dio, perché faticosa.

 

 

 

Risultato immagini per gif animate di San Giuseppe

 

 

 

Sette Suppliche a San Giuseppe

 (in Ginocchio)

 

 

 

O Dio, Vieni in mio Aiuto.

Signore, Vieni Presto in Soccorso di me, misero peccatore.

Gloria al Padre…

 

 

 

1. Amabilissimo San Giuseppe, per l’Onore Che Ti Concedette l’Eterno Padre, InnalzandoTi a Fare le Sue Veci in Terra col Suo Figlio Gesù, ed Esserne Padre Putativo, Ottienimi Da Dio la Grazia Che desidero.

Gloria al Padre…

2 Amabilissimo San Giuseppe, per l’Amore Che Ti Portò Gesù, RiconoscendoTi Qual Tenero Padre ed ObbedendoTi Qual Rispettoso Figlio, Implorami Da Dio la Grazia Che Ti domando.

Gloria al Padre…

3. Purissimo San Giuseppe, per la Grazia Specialissima Che Ricevesti dallo Spirito Santo, Quando Ti Diede in Sposa la Stessa Sua Sposa, Madre nostra Carissima, Implorami Da Dio la Grazia Tanto Desiderata.

Gloria al Padre…

4. Tenerissimo San Giuseppe, per l’Amore Purissimo con Cui AmasTi Gesù Come Tuo Figlio e Dio, e Maria Come Tua Diletta Sposa, Prega l’Altissimo Iddio, Che mi Conceda la Grazia per Cui Ti Supplico

Gloria al Padre…

5. Dolcissimo San Giuseppe, per il Godimento Grandissimo Che Sentiva il Tuo Cuore Conversando con Gesù e Maria e Loro Servendo, mi Conceda il Misericordiosissimo Iddio la Grazia Che Tanto Bramo.

Gloria al Padre…

6. Fortunatissimo San Giuseppe, per la Bella Sorte Che AvesTi di Morire Fra le Braccia di Gesù e di Maria, e di Essere Confortato nella Tua Agonia e Morte, mi Ottenga la Potente Tua Intercessione Da Dio la Grazia per Cui Ti Prego.

Gloria al Padre…

7. Gloriosissimo San Giuseppe, per la Riverenza Che Ha per Te Tutta la Corte Celeste, Come Padre Putativo di Gesù e Sposo di Maria, Esaudisci le Suppliche Che con Viva Fede Ti faccio, Ottenendomi la Grazia Che Tanto Desidero. Così Sia.

Gloria al Padre…

 

 

Prega per noi, o Beato Giuseppe, perché Siamo Fatti Degni delle Promesse di Cristo

 

 

Preghiamo:

 

 

Meraviglioso e Onnipotente Dio, Che nel Tuo Disegno di Amore Hai Voluto Affidare gli Inizi della nostra Redenzione alla Custodia Premurosa di San Giuseppe, per Sua Intercessione, Concedi alla Tua Originaria e Delegata Chiesa la Stessa Fedeltà nel Condurre a Compimento l’Intera Opera di Salvezza. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

 

 

 

 

Risultato immagini per gif animate dell'Apocalisse

 

L’Apocalisse di San Giovanni

(Capitoli 11 e 12)

 

 

 

Capitolo 11

[1]Poi mi Fu Data una canna simile a una verga e mi Fu Detto: “Alzati e misura il Santuario di Dio e l’Altare e il numero di quelli che vi stanno Adorando. [2]Ma l’atrio che è fuori del Santuario, lascialo da parte e non lo misurare, perché è stato dato in balìa dei pagani, i quali calpesteranno la città Santa per quarantadue mesi. [3]Ma Farò in modo che i Miei due Testimoni, vestiti di sacco, Compiano la loro Missione di Profeti per milleduecentosessanta giorni”. [4]Questi Sono i due Olivi e le due Lampade Che Stanno Davanti al Signore della Terra. [5]Se qualcuno pensasse di far Loro del male, uscirà dalla Loro bocca un Fuoco che divorerà i loro nemici. Così deve perire chiunque pensi di far Loro del male. [6]Essi Hanno il Potere di chiudere il Cielo, perché non cada pioggia nei giorni del Loro Ministero Profetico. Essi Hanno anche Potere di cambiar l’Acqua in Sangue e di colpire la Terra con ogni sorta di flagelli tutte le volte che lo Vorranno. [7]E quando poi avranno Compiuto la Loro Testimonianza, la bestia che sale dall’Abisso farà guerra contro di Loro, Li vincerà e Li ucciderà. [8]I Loro Cadaveri rimarranno esposti sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sòdoma ed Egitto, dove appunto il Loro Signore Fu Crocifisso. [9]Uomini di ogni popolo, tribù, lingua e nazione vedranno i Loro cadaveri per tre giorni e mezzo e non permetteranno che i Loro cadaveri vengano deposti in un sepolcro. [10]Gli abitanti della terra faranno festa su di Loro, si rallegreranno e si scambieranno doni, perché Questi due Profeti erano il tormento degli abitanti della Terra. [11]Ma dopo tre giorni e mezzo, un Soffio di Vita Procedente da Dio Entrò in Essi e Si alzarono in piedi, con grande terrore di quelli che stavano a guardarLi. [12]Allora udirono un Grido Possente dal Cielo: “Salite Quassù” e Salirono al Cielo in una Nube sotto gli sguardi dei Loro nemici. [13]In quello stesso momento ci fu un grande terremoto che fece crollare un decimo della città: perirono in quel terremoto settemila persone; i superstiti presi da terrore Davano Gloria al Dio del Cielo.  [14]Così passò il secondo “guai”; ed ecco viene subito il terzo “guai”. [15]Il settimo Angelo Suonò la Tromba e nel Cielo Echeggiarono Voci Potenti Che Dicevano: “Il Regno del mondoAppartiene al Signore nostro e al Suo Cristo: Egli Regnerà nei Secoli dei Secoli”. [16]Allora i ventiquattro Vegliardi Seduti sui Loro Troni al Cospetto di Dio, Si Prostrarono Faccia a terra e Adorarono Dio Dicendo: [17]“Noi Ti Rendiamo Grazie, Signore Dio Onnipotente, Che Sei e Che Eri, perché Hai Messo Mano alla Tua Grande Potenza, e Hai Instaurato il Tuo Regno. [18]Le genti ne fremettero, ma E’ Giunta l’Ora della Tua Ira, il Tempo di Giudicare i morti, di Dare la Ricompensa ai Tuoi Servi, ai Profeti e ai Santi e a quanti Temono il Tuo Nome, piccoli e grandi, e di annientare coloro che distruggono la Terra”. [19]Allora Si Aprì il Santuario di Dio nel Cielo e Apparve nel Santuario l’Arca dell’Alleanza. Ne seguirono Folgori, Voci, scoppi di Tuono, terremoto e una Tempesta di Grandine.

Capitolo 12

[1]Nel Cielo Apparve poi un Segno grandioso: una Donna Vestita di Sole, con la Luna sotto i Suoi Piedi e sul Suo Capo una Corona di dodici Stelle. [2]Era Incinta e Gridava per le Doglie e il Travaglio del Parto. [3]Allora apparve un altro segno nel Cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; [4]la sua coda trascinava giù un terzo delle Stelle del Cielo e le precipitava sulla Terra. Il drago si pose davanti alla Donna Che Stava per Partorire per divorare il Bambino appena Nato. [5]Essa Partorì un Figlio Maschio, Destinato a Governare tutte le nazioni con Scettro di Ferro, e il Figlio Fu subito Rapito Verso Dio e Verso il Suo Trono. [6]La Donna invece Fuggì nel Deserto, ove Dio Le Aveva Preparato un Rifugio perché vi Fosse Nutrita per milleduecentosessanta giorni. [7]Scoppiò quindi una Guerra nel Cielo: Michele e i Suoi Angeli Combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme con i suoi angeli, [8]ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi in Cielo. [9]Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la Terra, fu precipitato sulla Terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli. [10]Allora udii una gran Voce nel Cielo Che Diceva: “Ora Si E’ Compiuta la Salvezza, la Forza e il Regno del nostro Dio e la Potenza del Suo Cristo, poiché è stato precipitato l’accusatore dei nostri Fratelli, colui che Li accusava Davanti al nostro Dio giorno e notte. [11]Ma Essi lo Hanno Vinto per Mezzo del Sangue dell’Agnello e Grazie alla Testimonianza del Loro Martirio; poiché Hanno Disprezzato la Vita fino a morire. [12]Esultate, dunque, o Cieli, e Voi Che Abitate in Essi. Ma guai a voi, Terra e Mare, perché il diavolo è precipitato sopra di voi pieno di grande furore, sapendo che gli resta poco tempo”. [13]Or quando il drago si vide precipitato sulla Terra, si avventò contro la Donna Che Aveva Partorito il Figlio Maschio. [14]Ma Furono Date alla Donna le due Ali della grande Aquila, per volare nel Deserto Verso il Rifugio Preparato per Lei per Esservi Nutrita per un tempo, due tempi e la metà di un tempo lontano dal serpente. [15]Allora il serpente vomitò dalla sua bocca come un fiume d’Acqua dietro alla Donna, per farLa travolgere dalle sue Acque. [16]Ma la Terra Venne in Soccorso alla Donna, aprendo una voragine e inghiottendo il Fiume che il drago aveva vomitato dalla propria bocca. [17]Allora il drago si infuriò contro la Donna e se ne andò a far guerra contro il resto della Sua Discendenza, contro Quelli Che Osservano i Comandamenti di Dio e Sono in Possesso della Testimonianza di Gesù. [18]E si fermò sulla spiaggia del Mare.

 

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio e il Suo Santissimo Sangue, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Caro San Giuseppe, Sii per noi un Padre. Proteggi la nostra Chiesa, il Corpo di Cristo, Come un Tempo Hai Protetto la Santa Madre di Dio e il Suo Figlio Divino.  Sostienici in tutte le Prove con le Tue Preghiere. Per i Meriti Che Ti Sei Guadagnato PrendendoTi Cura, in Egitto, di Maria e di Suo Figlio, Intercedi per tutti i rifugiati di oggi, che sono stati banditi dalla loro Terra Natale. Durante il nostro Esilio Spirituale, Mantieni il nostro Cuore nella Gioia; Aiutaci a Fare la Volontà di Dio e ad Accettare il Suo Insegnamento, facendo tacere, con Spirito Sottomesso, la nostra volontà, fino alla nostra Ultima Ora. Caro Padre, Rimani al nostro fianco Fino alla Fine (Che E’ una Rinascita); Implora per noi il Dono della Perseveranza Finale, perché, una volta pagato il Debito dei nostri peccati, possiamo (in Compagnia della Madonna e di Te Stesso, con gli Angeli e con i Santi) Condividere Eternamente la Gloria del Tuo Figlio Adottivo che, dopo la Sua Morte sulla Croce e la Sua Discesa agli inferi, Ha Voluto FarTi Uscire dal Limbo e dalla Dimora di schiavitù. Amen. 

Dal Secondo Libro di Samuele (Sam 7,4-5a.12-14a.16)

In Quei Giorni, la Parola del Signore Fu Rivolta a Natan: «Va’ e riferisci al Mio servo Davide: Dice il Signore: Forse tu Mi costruirai una Casa, perché Io Vi Abiti? Quando i tuoi Giorni Saranno Compiuti e tu Giacerai con i tuoi padri, Io Assicurerò dopo di te la Discendenza Uscita dalle tue Viscere, e Renderò Stabile il Suo Regno. Egli Edificherà una Casa al Mio Nome e Io Renderò Stabile per Sempre il Trono del Suo Regno. Io Gli Sarò Padre ed Egli Mi Sarà Figlio. La Tua Casa e il Tuo Regno Saranno Saldi per Sempre Davanti a Me e il Tuo Trono Sarà Reso Stabile per Sempre». Parola di Dio.

Dal Salmo 88

“Canterò senza fine le Grazie del Signore, con la Mia Bocca Annunzierò la Tua Fedeltà nei Secoli, perché Hai Detto: «La Mia Grazia Rimane per Sempre»; la Tua Fedeltà E’ Fondata nei Cieli. Ho Stretto un’Alleanza con il Mio Eletto, Ho Giurato a Davide Mio servo: Stabilirò per Sempre la tua Discendenza, ti Darò un Trono Che Duri nei Secoli. Egli Mi Invocherà: Tu Sei Mio Padre, Mio Dio e Roccia della Mia Salvezza. Gli Conserverò Sempre la Mia Grazia, la Mia Alleanza Gli Sarà Fedele”.

Dalla Lettera di San Paolo Apostolo ai Romani (Rm 4,13.16-18.22)

Fratelli, non in Virtù della Legge Fu Data ad Abramo o alla Sua Discendenza la Promessa di Diventare Erede del mondo, ma in Virtù della Giustizia Che Viene dalla Fede; Eredi quindi Si Diventa per la Fede, perché Ciò Sia per Grazia e Così la Promessa Sia Sicura per Tutta la Discendenza, non soltanto per Quella Che Deriva dalla Legge, ma anche per Quella Che Deriva dalla Fede di Abramo, il Quale E’ Padre di tutti noi. Infatti Sta Scritto: Ti Ho Costituito padre di molti Popoli; (E’ nostro padre) Davanti al Dio nel Quale Credette, Che Dà Vita ai morti e Chiama all’Esistenza le Cose Che ancora non Esistono. Egli Ebbe Fede Sperando contro ogni Speranza e Così Divenne padre di molti Popoli, Come Gli Era Stato Detto: “Così Sarà la tua Discendenza“. Ecco perché Gli Fu Accreditato Come Giustizia. Parola di Dio.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo  Matteo (Mt 1,16.18-21.24a)

Giacobbe Generò Giuseppe, lo Sposo di Maria, dalla Quale E’ Nato Gesù Chiamato Cristo. Ecco Come Avvenne la Nascita di Gesù Cristo: Sua Madre Maria, Essendo Promessa Sposa di Giuseppe, prima Che Andassero a Vivere Insieme Si Trovò Incinta per Opera dello Spirito Santo. Giuseppe Suo Sposo, Che Era Giusto e non Voleva ripudiarLa, Decise di licenziarLa in segreto. Mentre però Stava Pensando a Queste Cose, Ecco Che Gli Apparve in Sogno un Angelo del Signore e Gli Disse: «Giuseppe, Figlio di Davide, non Temere di Prendere con Te Maria, Tua Sposa, perché Quel Che E’ Generato in Lei Viene dallo Spirito Santo. Essa Partorirà un Figlio e Tu Lo Chiamerai Gesù: Egli infatti Salverà il Suo Popolo dai suoi peccati». Destatosi dal Sonno, Giuseppe Fece Come Gli Aveva Ordinato l’Angelo del Signore. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Ti Onoriamo, o Glorioso San Giuseppe, perché Sei il Santo più Onorato del Cielo e della Terra. Dio Padre Ti Onorò Affidando alla Tua Custodia il Suo Figlio Gesù e la Sua Figlia Maria, i Due Tesori più Amati del Suo Cuore. Dio Figlio Ti Onorò ChiamandoTi Padre, ObbedendoTi e Affidando la Sua Vita e la Sua Cura nelle Tue Mani. Lo Spirito Santo Ti Onorò ConsegnandoTi la Sua Sposa, la Vergine Maria, Come Tua Sposa. Gesù e Maria, dopo AverTi Onorato StandoTi Sottomessi per Trent’Anni, Assistettero alla Tua Preziosa morte. La Chiesa Ti Onora Istituendo Feste in Tuo Onore, ChiamandoTi Patrono della Chiesa Universale, Assicurando Che Sei Degno di Sommi Onori e Lodi. I Santi e i Fedeli, tutti ti Invocano con Perseveranza, con Entusiasmo e Amore Sempre Crescente, Come Santo senza Eguali, Che Soccorre in Tutte le Necessità, Che Difende in tutte le difficoltà, Consola in tutte le tribolazioni, e Protegge in tutte le disgrazie della Vita, e in Modo Speciale, nell’Ora della morte. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: 

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE AMEN

 

 

 

Risultato immagini per GIF GRAZIE DELLA VISITA