Il Santo Vangelo del Giorno martedì del Signore 28 gennaio 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

Immagine correlata

 

 

Christus Vincit, Christus Regnat, Christus Imperat!

 

 

 

Risultati immagini per gif animate Gesù

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E ‘Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e salvato Salva la Vita!

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, come già preannunciato, si avrà a breve un capovolgimento delle abitudini ordinarie, con la profonda Sorpresa persino in coloro che già avevano ascoltato con il Cuore la Venuta del Signore! In tutto il mondo v’E’ Necessità di Perdonare, giacché il Padre Onnipotente Manda a Dire Molte Cose, ed E’ Giunto il Tempo Che non pochi Annunciarono.  E Lui E’ Là, nel Cuor di Roma, la Città dei Martiri Che Lo Ospita a Dispetto del Popolo che Lo Crocifisse. Non preoccupiamoci oltre e lasciamo Fare a Loro di Lassù, Che Tutto Sanno, mentre noi siamo qui che Attendiamo il Glorioso Manifestarsi del Figlio dell’Uomo, la Venuta Intermedia.  Alcuni Sanno Bene dove, Quel Che Fa e Quanto il Creatore Permette Che Gli Accada Attorno.  V’è un forte imbarazzo, soprattutto tra la terrena parentela, così come 2000 anni addietro. Conserviamo Quanto qui, giacché Si Rivelerà Quanto Detto da Chi ben più Grande! “Una Donna raccoglierà la Stola d’ermellino, Che il Papa Dovrà Dismettere”. La Mamma Celeste nostra – Ch’E’ della Rivelazione, non Mancherà di MostrarSi, poiché E’ Così Che Dev’Essere.  In Cristo.

 

 

 

Risultati immagini per GIF ANIMATA ASINO

 

 

Gli Animali del Vangelo Raccontano…,

(di Alessandro Pronzato – Ed. Gribaudi)

 

 

 

Quale Animale Meraviglioso, l’Asino! L’Asino, Nato a quanto pare nelle steppe che circondano il mar Caspio e d’Aral, è sempre stato tenuto in gran conto nell’antichità a motivo della sua velocità e della straordinaria resistenza alla fatica. Parecchi popoli, come gli Egizi, i Greci, ma anche gli Ebrei, riconoscevano una certa Sacralità all’Asino. Aristofane lo considerava un portatore di misteri. L’Asino nella Bibbia: l’Asino compare in numerose Pagine della Bibbia. Vengono ricordati, ad esempio, per documentare la consistenza del patrimonio di alcuni personaggi famosi, compresi i Patriarchi. Debora nel suo Cantico dirà: Voi che cavalcate Asine bianche, seduti su gualdrappe…( Gdc 5,10 ). L’Asina che bloccandosi ferma Balaam che, istigato dal re di Moab, stava recandosi a far danni agli Ebrei, divenne Intermediario di Dio, in difesa del Popolo Eletto. Il Commento di San Pietro, davanti all’incredulità di alcuni studiosi della scuola razionalista, dice: Un muto giumento parlando con voce umana, impedì la demenza del Profeta ( 2^ Pt 2,16).  La Verità, per Essere Proclamata, non Ha Bisogno delle nostre Intelligenze, poiché Possiede una Sua Luce in Se Stessa, non in colui che La dice.  Il ruolo dell’Asina Che Porta Gesù nel Suo Ingresso Messianico in Gerusalemme E’ Fondamentale: Esulta Grandemente Figlia di Sion, Giubila Figlia di Gerusalemme! Ecco, Viene a Te il Tuo Re. Egli E’ Giusto e Vittorioso, Umile, Cavalca un Asino, un Puledro Figlio d’Asina (Zc 9,9-10). Gesù Sceglie l’Asino Come Cavalcatura, Rifiutando il Cavallo di cui non potevano fare a meno condottieri altezzosi e principi guerrieri. Ha Preteso l’Asino, una cavalcatura modesta, e da Parte di Gesù Questa Scelta Assume un Significato Preciso, un Orientamento di Fondo: l’Adozione di uno Stile  di Umiltà e Semplicità, il Ripudio di ogni forma di esibizionismo, mania di grandezza, sfoggio di potenza. Gesù non Ha nessuna Pretesa di ImporSi, Sbalordire, Fare Sfoggio di Potenza, Apparire Come un dominatore, né tantomeno Intimorire. L’Asino, invece, ci Suggerisce Che Per il Signore nulla E’ troppo poco… La Causa della Fede non progredisce con il troppo , ma con il  poco. Lo sfoggio di mezzi umani rappresenta un impedimento più che una possibilità. Gesù Avanza, Guadagna Terreno nel mondo, Silenziosamente, Lentamente, Discretamente. Egli Vuole Dominare senza forzatura, nessuna Impresa Clamorosa, nessuna Battaglia (nemmeno pubblicitaria ). Il Ritmo lento dell’Asino Gli Va Bene. Gli uomini non si raggiungono con la fretta. Le distanze non si superano con gli aerei capaci di velocità supersonica. La Vittoria di Cristo Esige il Prezzo della Tenacia, della Dedizione Quotidiana, del Sacrificio, del Lavoro oscuro. Il Suo Dominio E’ Reale Quando non E’ Appariscente, il Suo Potere Si Stabilisce senza ricorrere al Potere. Lui E’ il Più Forte, perché non Ricorre alla Forza. Lo Zoccolare Sommesso del Ciuco sulla soffice Terra Può Essere, in quest’epoca di frastuono e di rimbombi sgangherati, una Bellissima Musica, Capace magari di Aprire qualche Cuore. San Francesco Aveva due Asini; ambedue Li Chiamava col Nome di Fratello. Uno Gli Serviva, specie quando Era Infermo, per i Viaggi; l’Altro Era il Suo Corpo. San Francesco Chiamava Asino il Suo Corpo, quasi per Distaccarsene senza RespingerLo, poiché E’ con Questo Compagno Che Bisogna Andare in Cielo. Non Esiste altra Via  d’Accesso alle Sommità Eterne Che Questa Strada ripida, sassosa, una Vera Mulattiera! L’Asino Rappresenta tutti i bastonati della Terra, bastonati e umiliati, sfruttati ignobilmente, maltrattati dalla Vita e dai propri simili. Shakespeare, ne “La commedia degli errori” interpreta così i Sentimenti del Somaro: Sono proprio un Asino… Ho servito l’Uomo dal Momento della Nascita fino a questo istante e dalle sue mani, per il mio Servizio, non ho ricevuto che bastonate. Non so granché mio Signore, ma so di portarTi sul mio dorso: e ne sono molto Fiero…sono io che Lo Porto, ma E’ Lui Che mi Guida, tiro avanti a passettini e quando inciampo il mio Signore Traballa, ma non mi Rimprovera mai niente. La Sua Pazienza e Gentilezza con me Sono Meravigliose ed io – sereno, tiro avanti in silenzio. Tanto noi Due ci Capiamo anche senza parlare.

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, Il Sangue dei Martiri, I Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti ei Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti ei Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera,gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

Preghiera del Mattino

All’inizio del Nuovo Giorno, Signore nostro Dio, noi siamo qui per fare la Tua Volontà, Imitando Tuo Figlio Prediletto. Spiegaci Come Fare per Riconoscere i Tuoi Desideri, e Concedici la Forza di SeguirLi Come Figli Fedeli. Gesù Si Offrì a te, Padre, in una Offerta Perfetta. Fa’ Che il nostro Impegno Quotidiano Assomigli al Suo, per la nostra Obbedienza continua alla Tua Volontà, Padre nostro.  Amen.

Dal Secondo Libro di Samuele (2 Sam 6,12-15.17-19)

Ma poi fu detto al Re Davide: “Il Signore Ha Benedetto la casa di Obed-Edom e quanto gli appartiene, a Causa dell’Arca di Dio”. Allora Davide Andò e Trasportò l’Arca di Dio dalla casa di Obed-Edom nella città di Davide, con Gioia. Quando quelli che portavano l’Arca del Signore ebbero fatto sei passi, Egli Immolò un bue e un ariete grasso. Davide Danzava con tutte le forze Davanti al Signore. Ora Davide Era cinto di un efod di lino. Così Davide e tutta la casa d’Israele Trasportavano l’Arca del Signore con tripudi e a suon di tromba. Introdussero dunque l’Arca del Signore e La collocarono al Suo Posto, in mezzo alla tenda che Davide aveva piantata per Essa; Davide Offrì Olocausti e Sacrifici di Comunione Davanti al Signore. Quando Ebbe finito di Offrire gli Olocausti e i Sacrifici di Comunione, Davide Benedisse il popolo nel Nome del Signore degli Eserciti e distribuì a tutto il popolo, a tutta la moltitudine d’Israele, uomini e donne, una focaccia di Pane per ognuno, una porzione di Carne e una schiacciata di Uva passa. Poi tutto il popolo se ne andò, ciascuno a casa sua.  Parola del Signore.

Dal Salmo 23

Grande in mezzo a noi E’ il Re della Gloria. Alzate, o porte, la vostra fronte, Alzatevi, soglie antiche, ed Entri il Re della Gloria. Chi E’ Questo Re della Gloria? Il Signore Forte e Valoroso, il Signore Valoroso in battaglia. Alzate, o porte, la vostra fronte, Alzatevi, soglie antiche, ed Entri il Re della Gloria. Chi E’ mai Questo Re della Gloria? Il Signore degli Eserciti E’ il Re della Gloria.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Marco (Mc 3,31-35)

Giunsero Sua Madre e i Suoi Fratelli e, stando fuori, Lo Mandarono a chiamare. Tutto attorno era seduta la folla e Gli dissero: «Ecco Tua Madre, i Tuoi Fratelli e le Tue Sorelle Sono fuori e Ti cercano». Ma Egli Rispose loro: «Chi E’ Mia Madre e chi Sono i Miei Fratelli?». Girando lo Sguardo su quelli che Gli stavano seduti Attorno, Disse: «Ecco Mia Madre e i Miei Fratelli! Chi Compie la Volontà di Dio, costui E’ Mio Fratello, Sorella e Madre».  Parola di Dio.

Preghiera della Sera

Signore, Felici sono coloro Che Vivono nella Tua Casa in Qualità di Figli e Invocano il Tuo Santo Nome. Felici sono coloro che Ascoltano la Tua Parola e la Mettono in Pratica. In Te, o Dio, noi ci Compiaceremo, perché Tu Sei il nostro Rifugio, di Generazione in Generazione. In Comunione di Fede e di Lode con il Tuo Popolo di Figli noi ti Acclamiamo, al Giungere della Sera, Come Re di Gloria e Padre nostro.  Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

Immagine correlata