Il Santo Vangelo del Giorno lunedì del Signore 16 dicembre 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

  Visualizza immagine di origine Christus Vincit, Christus Regnat, Christus Imperat! Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E ‘Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e salvato Salva la Vita!

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Visualizza immagine di origineNel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen! Visualizza immagine di origine

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

                                                                                                           Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, leggendo il Santo Vangelo del Giorno, Accompagnati dalla Profonda Riflessione di Monsignor Tonino Bello e Cullati dalla Preghierina Scritta dai Bambini, Appare ancor più Chiaro Che Quel Che noi tra un po’ vedremo altro non sarà che il Sunto di Quanto Fatto giungere ai Cuori in ascolto, poiché il Cielo non smette mai di Cantar Lodi, che potremmo tutti udire se solo fossimo meno distratti dallo scorrer quotidiano della Vita. E non V’E’ Segreto alcuno Che Possa ormai Stupire, proprio a Dire Come Fosse Stato Tutto Scritto già a Partire dal Primo Figlio, Adamo! Già, Questo nostro Fratello, il Cui Ventre Custodiva Cristo, Osservato mentre Lui – da Lì, Si Poneva al Mondo – Accovacciato e Pronto al Parto. La Storia, Quella Vera, Verrà Riscritta appieno, senza fronzoli e orpelli, Sciorinando Suoni e Verità nel momento in cui la Nuova Era Andrà a Sostituirsi al caos che – dallo Spirito Santo Consolatore, nel buio eterno verrà Precipitato. Amen

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

A coloro che Soffrono nel Corpo

(Mons. Tonino Bello)

 

 

 

 

Non è di Compatimento che avete Bisogno.  Prima di tutto, perché il Compatimento E’ una spartizione fittizia del dolore. Poi, perché vi toglie la fierezza di rimaner soli sulla Croce.  E infine, perché rischia di fermarsi alla soglia delle parole.  Al paraplegico che sta inchiodato su una sedia a rotelle, che Sollievo può dare il Sermone di circostanza fatto da chi magari, subito dopo, deve correre in palestra per una partita di basket? “Ognuno prenda la sua Croce e Mi segua”. (Mc 8, 34)  Carissimi, non scrivo per Consolarvi.  Anche perché so bene quanto fastidio vi diano le declamazioni di coloro che, sentendosi sempre in dovere di spendere qualche Buona Parola con voi, ricorrono ai prontuari dei più indisponenti fraseggi.   All’handicappato che ti interpella sui grandi perché della Vita, e vuol rendersi conto delle Ragioni Misteriose Che Stanno all’Origine della sua sfortuna, che Conforto possono recare i luoghi comuni tratti dai repertori della Compassione? A chi è ridotto all’impotenza da una malattia irreversibile o da un improvviso declino della Salute o da un fatale incidente sulla strada, e ti pone la scomoda domanda del «che ci sto a fare più sulla Terra», quale Aiuto possono dare le tue maldestre Citazioni Bibliche? Davanti a chi Soffre come voi, l’atteggiamento più giusto sembrerebbe quello del Silenzio. Però, anche il Silenzio può essere frainteso o come segno di imbarazzo, o come tentativo di rimozione del problema.  E allora, tanto vale parlarne. Semmai, con Pudore.  Chiedendovi Scusa per ogni parola di troppo. Come, per esempio, una parola di troppo potrà sembrare il Segreto Che vi Confido sulla mia Consuetudine con Questa Preghiera Che recito ogni Mattina: “Padre mio, io mi abbandono a Te. Fa’ di me Ciò Che Ti Piace. Qualsiasi Cosa Tu Faccia di me, io Ti Ringrazio. Sono pronto a Tutto. Accetto Tutto. Purché la Tua Volontà Sia Fatta in me e in Tutte le Tue Creature. Non Desidero altro, mio Dio. Rimetto la mia Anima nelle Tue Mani. Te La Dono, mio Dio, con Tutto l’Amore del mio Cuore, perché Ti Amo. Ed E’ per me una Necessità di Amore Donarmi e Rimettermi nelle Tue Mani, senza misura, con Infinita Fiducia. Perché Tu mi Sei Padre”.  E’ una Preghiera Difficile, lo ammetto. Forse E’ Stata Difficile anche per Charles de Foucauld Che L’Ha Composta.  Questo brillante ufficiale di cavalleria, Amante della Vita eppure Spinto a Fare un Cammino di Conversione nelle aridità del Deserto, non poteva mai immaginare che un Giorno Sarebbe Caduto assassinato da un beduino, mentre era assorto in Adorazione Davanti al Santissimo Sacramento. Ebbene, Ciò Che L’Ha Reso Celebre non E’ Stato il Suo Martirio, Quanto Quella Preghiera di Abbandono.   È una Preghiera Difficile, lo ammetto.   Forse E’ Difficile pure per voi, Piagati nel Corpo, Che Tremate a PronunciarLa anche dopo Che la Prova vi E’ già Caduta addosso.   Tutto sommato, potrebbe Essere una Preghiera di Comodo, sapendo che a ribellarvi non è che cambiereste la vostra situazione, anzi, Accettandovi, potreste Cambiare addirittura in Preziosissimi Assegni Circolari le Stigmate del vostro fallimento umano. Ma quando si Soffre, è difficile fare di Necessità Virtù, se non Viene una Forza dall’Alto. Al massimo, ci si può Rassegnare. Stoicamente.   Col sarcasmo sulle labbra, che spesso è peggio della bestemmia.   Ed eccomi allora Chiamato dal mio Dovere di Vescovo ad Additarvi con Fermezza lo Scandalo della Croce. Dire che col vostro Dolore Contribuite alla Salvezza del mondo, può sembrarvi letteratura Consolatoria. Ricorrere alle frasi fatte degli Occhi Che Vedono Bene Solo Attraverso le Lacrime, può essere inteso, se non proprio come un insulto gratuito, almeno come un ritrovato sterile della Saggezza umana. Accennarvi che, in fondo, ognuno si porta dentro il suo carico di Dolori e che, tutto sommato, non siete poi così soli come sembra, potrebbe accrescere il vostro sdegno. Aggiungere che un Giorno sarete Schiodati pure voi dalla Croce, può apparire uno scampolo di quell’eloquenza mistificatoria che non convince nessuno. Ma dirvi Che sulla Croce un Giorno Ci E’ Salito un Uomo Innocente, e Che sul Retro della Croce C’E’ un Posto Vuoto Dove un Altro Innocente E’ Chiamato a Far Compagnia ai Rantoli di Cristo, Appartiene al Messaggio Inquietante, eppur Dolcissimo, Che un Ministro della Parola non Può né Accorciare né Mettere tra parentesi. Quel Posto E’ tuo, Ignazio, paralizzato per sempre; e di nessun altro. E tuo, Ruggero, che ti trascini a tentoni per la casa e mugoli parole indistinte. Chiamalo, il tuo Signore: E’ un Nome Breve. Non può non sentirti: E’ Inchiodato appena dietro di te.   Quel Posto E’ tuo, Giuseppe, che ti portano da una clinica all’altra per un male incurabile e hai solo trent’anni: non fare lo Sbaglio di Rinunciare a Quel Posto. E tuo, Nadia, Splendida Bambina: non cederLo a nessuno. Forse un Giorno Quel Posto Sarà mio.   O Lo E’ già da adesso, ed E’ solo l’Esemplarità del vostro Martirio più Grande Che me ne Rende Agevole il tormento. Non fosse altro Che per Questo, vorrei dirvi: Grazie! Ma Grazie soprattutto perché, se E’ Vero Che Dobbiamo Adorare e Benedire Gesù Cristo – Che con la Sua Santa Croce Ha Redento il mondo, E’ altrettanto Vero Che, in Cooperativa con Lui, voi ci Avete Comprato le Gioie Che Fanno Fremere il mondo: le Sue Canzoni, le Sue Attese di Libertà, le Sue Esplosioni di Luce, i Suoi Tripudi di Vita, le Sue Ansie di Festa senza Tramonti, le Sue Speranze di Cieli Nuovi e Terre Nuove.   Sapete Che vi dico? Il Mattino di Pasqua, nella Corsa Verso il Sepolcro, voi Sarete più Veloci di tutti, e ci Precederete Come Giovanni. E forse vi Fermerete sulla Soglia, per farci vedere «le Bende per Terra e il Sudano Piegato in disparte».   E l’ultima Carità Che ci aspettiamo da voi.  Un Abbraccio.

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

Preghiera dei Bambini

(scritta dai Bambini)

 

 

 

“Cuore di Gesù Che Ami i Bambini, noi Confidiamo in Te e Ti Amiamo al di Sopra di Tutto e Tutti. Aiuta e Difendi ognuno di noi Che Viene al mondo, Specialmente i più Poveri, i meno fortunati: Fa’ Che Guariscano i malati, Che Te ne Siano Sempre Grati e Crescano Cristianamente, AmandoTi e FacendoTi Amare. Aiuta i Genitori, i Fratelli e gli Amici. Te Lo chiediamo e Ti mandiamo tanti Bacini. Grazie, Divin Bambino Gesù, Benedicici! Amen”. (3 Gloria al Padre)

(Dall’Associazione Salesiana del Sacro Cuore Bologna)

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

Visualizza immagine di origineNovena di NataleVisualizza immagine di origine

A Gesù Bambino di Praga

 

(1 ° giorno: 16 dicembre 2019)

 

 

 

O Bambino Gesù, eccomi ai Tuoi Piedi.  Mi Rivolgo a Te Che Sei Tutto.  Ho tanto Bisogno del Tuo Aiuto! Donami, o Gesù, uno Sguardo di Pietà e, poiché Sei Onnipotente, Soccorrimi nella mia necessità..

1 Pater, 1 Ave, 1 Gloria.

Per la Tua Divina Infanzia, o Gesù, Concedimi la Grazia Che Istantemente Ti chiedo (si esprime) se E’ Conforme al Tuo Bene Placito ed al mio Vero Bene.  Non Guardare alla mia indegnità, ma alla mia Fede ed alla Tua Misericordia Infinita.

Inno: (da ripetere per i nove Giorni assieme alla Preghiera)

Gesù, Dolce Ricordo, Che Dà le Gioie del Cuore; ma più che il Miele e Tutte le Cose e Dolce la Sua Presenza. Niente Si Canta di Più Soave, niente Si Ode di Più Lieto, niente Si Pensa di Più Dolce di Gesù, Figlio di Dio.

Gesù, Speranza per quelli che si Pentono, Quanto Pietoso Sei per quelli che Ti Pregano, Quanto Buono per quelli che Ti Cercano, ma Che Cosa Sei per quelli che Ti trovano?  Né la lingua basta a dirLo né Lo scritto ad Esprimere: chi ha Provato può Credere Che Cosa Sia Amare Gesù.   Sii, Gesù, nostra Gioia Tu Che Sei il Premio Futuro.  La nostra Gloria Sia in Te Sempre, per Tutti i Secoli. Amen.

Preghiamo:

Dio, Che Costituisti l’Unigenito Tuo Figlio Salvatore del genere Umano e Ordinasti Che Si Chiamasse Gesù, Concedi Propizio Che di Colui il Cui Santo Nome Veneriamo in Terra Possiamo Godere in Cielo anche la Vista.  Per lo Stesso Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

Visualizza immagine di originePreghiera per la Benedizione del CiboVisualizza immagine di origine
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, Il Sangue dei Martiri, I Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti ei Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti ei Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera,gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù – nostro Signore, e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Preghiera del MattinoVisualizza immagine di origine

Signore, all’Inizio di Questo Giorno sono qui, di Fronte a Te.  Tu Sei la Luce del Mondo: Illumina il mio Cammino! Chi Ti Segue non Cammina nelle tenebre.   Liberami, Signore, dalle tenebre della mia Vita. Amen.

Dal Libro dei Numeri (24,2-7.15-17)Visualizza immagine di origine

In Quei Giorni, Balaam alzò gli occhi e vide Israele accampato, Tribù per Tribù. Allora lo Spirito di Dio fu sopra di lui. Egli pronunciò il suo Poema e disse: «Oracolo di Balaam, figlio di Beor, e Oracolo dell’uomo dall’occhio penetrante; Oracolo di chi ode le Parole di Dio, di chi vede la Visione dell’Onnipotente, cade e gli E’ Tolto il Velo dagli occhi. Come sono Belle le Tue Tende, Giacobbe, le Tue Dimore, Israele! Si Estendono Come Vallate, Come Giardini lungo un Fiume, Come Aloe, Che il Signore Ha Piantato, Come Cedri lungo le Acque. Fluiranno Acque dalle Sue Secchie e il Suo Seme Come Acque Copiose. Il Suo Re Sarà più Grande di Agag e il Suo Regno Sarà Esaltato». Egli Pronunciò il suo Poema e disse: «Oracolo di Balaam, figlio di Beor, Oracolo dell’uomo dall’occhio penetrante, oracolo di chi ode le Parole di Dio e Conosce la Scienza dell’Altissimo, di chi vede la Visione dell’Onnipotente, cade e gli è tolto il Velo dagli occhi.  Io Lo Vedo, ma non ora, Lo Contemplo, ma non da vicino: una Stella Spunta da Giacobbe e uno Scettro Sorge da Israele». Parola di Dio.

Dal Salmo 24Visualizza immagine di origine

Fammi Conoscere, Signore, le Tue Vie, Insegnami i Tuoi Sentieri. Guidami nella Tua Fedeltà e Istruiscimi, perché Sei Tu il Dio della mia Salvezza. Ricordati, Signore, della Tua Misericordia e del Tuo Amore, Che E’ da Sempre. Ricordati di me nella Tua Misericordia, per la Tua Bontà, Signore. Buono e Retto E’ il Signore, Indica ai peccatori la Via Giusta; Guida i poveri Secondo Giustizia, Insegna ai poveri la Sua Via.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 8,23-27)Visualizza immagine di origine

In Quel Tempo, Essendo Gesù Salito su una Barca, i Suoi Discepoli Lo Seguirono.  Ed ecco Scatenarsi nel Mare una Tempesta così violenta che la Barca era Ricoperta dalle Onde; ed Egli Dormiva.  Allora, Accostatisi a Lui, Lo Svegliarono Dicendo: «Salvaci, Signore, siamo Perduti!».  Ed Egli Disse Loro: «Perché avete paura, uomini di Poca Fede?».  Quindi Levatosi, Sgridò i Venti e il Mare e Si Fece una Grande Bonaccia.  I presenti furono Presi da Stupore e Dicevano: «Chi E’ mai Costui al Quale i Venti e il Mare Obbediscono?». Parola del Signore.

Preghiera della SeraVisualizza immagine di origine

Viene la Sera.  Anche Questo Giorno Si Sta per Compiere.  Sì, perché il Tempo della Vita non Finisce, ma Si Compie.  Così Ogni Giornata E’ un Tratto di Esistenza Che Giunge alla Meta.  Provo a Fermarmi un Attimo in Silenzio per far mente locale, Ripensando alle Cose Vissute, ai Volti incontrati, le Azioni Compiute.   Sono le Cose, i Volti e le Azioni Che Danno Senso al mio Vivere. Grazie per Questo Giorno, Signore.  Ho Cercato di Viverlo con Fede e di Vedere e Accogliere nelle Situazioni, ma soprattutto nelle persone, un Segno della Tua Presenza.  E’ Bello, Sai, VederTi e ScoprirTi Segretamente Come lo Sconosciuto Che Cammina con noi! Questo mi Dà anche una Carica Forte per Essere Testimone, Attraverso il mio Modo di Stare con la gente.  Venendo la Sera Tutto Affido a Te e Ti Chiedo Che Scenda su Tutti la Tua Misericordia e ci Doni di Riposare Sereni. Tu Che non Dormi Mai perché, Risorto, Vivi e Vigili sull’Umanità per Tutti i Secoli dei Secoli.   Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate della Bibbia

 

Visualizza immagine di origineNel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!Visualizza immagine di origine

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Visualizza immagine di origine