Il Santo Vangelo del Giorno Venerdì del Signore 22 novembre 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E ‘Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e salvato Salva la Vita!

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, Oggi – col Santo Vangelo del Giorno, mentre Rendiamo Omaggio alla Solennità di nostro Signore Gesù Cristo – Re dell’Universo, rammentiamo Che l’Onnipotente Dio Comandò all’Uomo di Governare la Terra, affinché la Stessa Continuasse ad Operare Quanto Stabilito nell’Armonia della Creazione.  Non vadano – quindi, trascurati gli Obblighi del Fraterno Amore, Che Ogni Cosa Muove, Ogni Giorno, in Ogni Luogo, Onorando con il Cuore la Divina Sapienza, in Ginocchio! Non illudiamoci – però, poiché nulla ci appartiene, mentre Tutto Torna al Padre, poiché E’ Così Che Dev’Essere. Buono e Santo Venerdì a Tutte le Creature di Buona Volontà. Amen.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

La Solennità di Cristo Re

 

 

 

 

Questa Solennità – Che Segna la fine dell’Anno Liturgico, nella Chiesa Cattolica, nella Chiesa Luterana ed in altre Denominazioni Cristiane, Indica un Ricordo Particolare di Gesù Cristo Visto Come Re di Tutto l’Universo. Con Essa Si Vorrebbe Sottolineare Che la Figura di Cristo Rappresenta per i Cattolici il Signore della Storia e del Tempo. Questa Festa Fu Introdotta da Papa Pio XI, con l’Enciclica “Quas Primas” “Sulla Regalità di Cristo” dell’11 dicembre 1925. Dice il Papa nell’Enciclica: “E perché più Abbondanti Siano i Desiderati Frutti e Durino più Stabilmente nella società Umana, E’ Necessario Che Venga Divulgata la Cognizione della Regale Dignità di nostro Signore quanto più è possibile. Al Quale Scopo ci sembra che nessun’altra cosa possa maggiormente giovare Quanto l’Istituzione di una Festa Particolare e Propria di Cristo Re”. Nella Forma ordinaria del Rito Romano la Festa Coincide con l’ultima Domenica dell’Anno Liturgico, mentre nella Forma straordinaria la Festa Coincide con l’ultima Domenica di ottobre. Anche nel Rito ambrosiano, la Solennità di Cristo Re Corrisponde all’ultima Domenica dell’Anno Liturgico, ma – poiché l’Avvento ambrosiano, con Cui Comincia l’Anno Liturgico, E’ più lungo di due Settimane rispetto all’Avvento romano – Essa Si Colloca all’inizio e non alla fine di novembre. L’Appellativo di “Cristo Re” Ha Origine da alcuni Passi Biblici: nel Nuovo Testamento Gesù Viene Detto Re (βασιλεύς, basilèus), Re dei Giudei (βασιλεύς τῶν Ἰουδαίων, basilèus ton Iudàion), Re d’Israele (βασιλεύς Ἰσραήλ, basilèus Israèl), Re dei re (βασιλεύς βασιλέων, basilèus basilèon) per un totale di 35 volte, soprattutto nei Racconti della Passione, e Figlio di Davide (υἱός Δαυὶδ, uiòs Davìd) altre 12 volte.

 

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, Il Sangue dei Martiri, I Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti ei Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti ei Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera,gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù – nostro Signore, e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

http://www.partecipiamo.it/gif/sacro/16.gif

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Gesù, tutto il popolo Pendeva dalle Tue Labbra e per questo non potevano arrestarTi e veniva ritardata l’ora della Tua morte. Tu Hai Fatto di noi un Popolo di Profeti. Mentre molti vogliono MandarTi a morte, Fa’ Che, Grazie alla Tua Parola Che Feconda il Regno, cerchiamo instancabilmente di FarTi Vivere Estendendo il Tuo Regno sulla Terra. Amen. 

Dal Primo Libro dei Maccabei (1Mac 4,36-37.52-59)

In Quei Giorni, Giuda e i suoi fratelli dissero: «Ecco, sono stati sconfitti i nostri nemici: andiamo a Purificare il Santuario e a RiconsacrarLo». Così si radunò tutto l’esercito e salirono al Monte Sion. Si radunarono il Mattino del venticinque del nono Mese, cioè il Mese di Chisleu, nell’anno centoquarantotto, e Offrirono il Sacrificio Secondo la Legge sul Nuovo Altare degli Olocausti che avevano costruito. Nella stessa Stagione e nello stesso Giorno in cui l’avevano profanato i pagani, fu Riconsacrato fra Canti e Suoni di Cetre e Arpe e Cimbali. Tutto il Popolo si Prostrò con la faccia a Terra, e Adorarono e Benedissero il Cielo che era stato loro Propizio. Celebrarono la Dedicazione dell’Altare per otto Giorni e Offrirono Olocausti con Gioia e Sacrificarono vittime di Ringraziamento e di Lode. Poi Ornarono la Facciata del Tempio con Corone d’Oro e piccoli Scudi. Rifecero i Portoni e le Celle Sacre, munendole di porte. Grandissima fu la Gioia del Popolo, perché era stata cancellata l’onta dei pagani. Giuda, i suoi fratelli e tutta l’assemblea d’Israele, poi, stabilirono che si Celebrassero i Giorni della Dedicazione dell’Altare nella loro Ricorrenza, ogni Anno, per otto Giorni, cominciando dal venticinque del Mese di Chisleu, con Gioia ed Esultanza.  Parola di Dio. 

Dal Salmo 50 (Cant.1Cron 29,10-12)

Benedetto Sei Tu, Signore, Dio d’Israele, nostro Padre, Ora e per Sempre. Tua, Signore, E’ la Grandezza, la Potenza, lo Splendore, la Gloria e la Maestà: perché Tutto, nei Cieli e sulla Terra, E’ Tuo. Tuo E’ il Regno, Signore: Ti Innalzi Sovrano Sopra Ogni Cosa. Da Te Provengono la Ricchezza e la Gloria. Tu Domini Tutto; nella Tua Mano C’E’ Forza e Potenza, con la Tua Mano Dai a tutti Ricchezza e Potere.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Luca (19,45-48)

In Quel Tempo, Gesù, Entrato nel Tempio, Si Mise a Scacciare quelli che vendevano, Dicendo loro: «Sta Scritto: “La Mia Casa Sarà Casa di Preghiera”. Voi invece ne avete fatto un covo di ladri». Ogni Giorno Insegnava nel Tempio. I capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano di farLo morire e così anche i capi del popolo; ma non sapevano che cosa fare, perché tutto il Popolo Pendeva dalle Sue Labbra nell’ascoltarLo. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Giovanni Mangiò la Tua Parola, ed Essa Fu Amara nelle sue viscere e Dolce Come il Miele sulle sue labbra. Le Tue Viscere di Misericordia Si Torsero e Tu Conoscesti il Dolore dell’Amore non condiviso, della Parola che non arrivava a Compiersi tra gli uomini ribelli alla Misericordia. Eppure, Tu non Proferisti la più piccola Parola di Lamento, e le Tue parole per coloro Che Ti Rattristavano furono Dolci. Concedici questa stessa Dolcezza, quando il Fuoco della Parola, i Tormenti della Predicazione, sono Amari Come i Dolori del Parto.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate della Bibbia

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)