Il Santo Vangelo del Giorno giovedì del Signore 14 novembre 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

.

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Popolo di Dio, Che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E ‘Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e salvato Salva la Vita!

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, leggendo il Santo Vangelo del Giorno – con Tutti i Sacri Scritti Che Concernono alle Cose Belle del Signore, Sale dal Cuore una Profonda malinconia, per via delle ormai innumerevoli nefandezze che abbiamo purtroppo modo di osservare in questi Tempi! Per la Salvezza delle Anime, non indugiamo ancora nelle inutilità del mondo, Volgendo piuttosto i nostri Cuori alla Meravigliosa Luce di Gesù Cristo, Mossi dalla Incessante Preghiera d’Amore per le Sue Opere, giacché E’ Pronta l’Annunciata Sua Seconda Manifestazione tra noi. Si Accenda un Cero Sacro di Speranza in ogni Creatura di Buona Volontà, perché Riceveremo Doni Inenarrabili proprio Grazie alla Fede, Quale Premio per il nostro Genuino e Filiale Zelo. Buona Giornata a tutti.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Siracide

Raccolta di Sentenze – Capitolo 35

 

 

 

Legge e Sacrifici

[1]Chi Osserva la Legge Moltiplica le Offerte; chi Adempie i Comandamenti Offre un Sacrificio di Comunione. [2]Chi Serba Riconoscenza Offre Fior di Farina, chi Pratica l’Elemosina Fa Sacrifici di Lode. [3]Cosa Gradita al Signore E’ Astenersi dalla malvagità, Sacrificio Espiatorio E’ Astenersi dall’ingiustizia. [4]Non Presentarti a mani vuote Davanti al Signore, Tutto Questo E’ Richiesto dai Comandamenti. [5]L’Offerta del Giusto Arricchisce l’Altare, il Suo Profumo Sale Davanti all’Altissimo. [6]Il Sacrificio dell’uomo Giusto E’ Gradito, il Suo Memoriale non Sarà Dimenticato. [7]Glorifica il Signore con Animo Generoso, non essere avaro nelle Primizie Che Offri. [8]In ogni Offerta Mostra Lieto il tuo volto, Consacra con Gioia la Decima. [9]Da’ all’Altissimo in Base al Dono da Lui Ricevuto, da’ di Buon Animo Secondo la tua Possibilità, [10]perché il Signore E’ Uno Che Ripaga, e sette volte ti Restituirà.

 

La Giustizia Divina

[11]Non cercare di corromperLo con Doni, non Accetterà, non Confidare su una vittima ingiusta, [12]perché il Signore E’ Giudice e non V’E’ Presso di Lui Preferenza di persone. [13]Non E’ Parziale con nessuno contro il Povero, anzi Ascolta proprio la Preghiera dell’Oppresso. [14]Non Trascura la Supplica dell’Orfano né la Vedova, quando si Sfoga nel Lamento. [15]Le Lacrime della Vedova non scendono forse sulle sue guance e il suo grido non si alza contro chi glieLe fa versare? [16]Chi Venera Dio Sarà Accolto con Benevolenza, la sua Preghiera Giungerà Fino alle Nubi. [17]La Preghiera dell’Umile Penetra le Nubi, finché non Sia Arrivata, non Si Contenta; [18]non Desiste finché l’Altissimo non Sia Intervenuto, Rendendo Soddisfazione ai Giusti e Ristabilendo l’Equità. [19]Il Signore non Tarderà e non Si Mostrerà Indulgente sul loro conto, [20]finché non Abbia Spezzato le reni agli spietati e Si Sia Vendicato delle nazioni; [21]finché non Abbia Estirpato la moltitudine dei violenti e Frantumato lo scettro degli ingiusti; [22]finché non Abbia Reso a ognuno Secondo le sue Azioni e Vagliato le Opere degli uomini Secondo le Loro intenzioni; [23]finché non Abbia Fatto Giustizia al Suo popolo e non lo Abbia Allietato con la Sua Misericordia. [24]Bella E’ la Misericordia al Tempo dell’afflizione, Come le Nubi Apportatrici di Pioggia in Tempo di siccità.

 

 

Siracide

Capitolo 36

 

Preghiera per la Liberazione e la Rinascita di Israele

 

 

 

[1]Abbi Pietà di noi, Signore Dio di Tutto, e Guarda, Infondi il Tuo Timore su tutte le nazioni.

[2]Alza la Tua Mano sulle nazioni straniere, perché vedano la Tua Potenza.

[3]Come ai loro occhi Ti Sei Mostrato Santo in Mezzo a noi, Così ai nostri occhi MostraTi Grande fra di loro.

[4]Ti Riconoscano, Come noi Abbiamo Riconosciuto Che non C’E’ un Dio Fuori di Te, Signore.

[5]Rinnova i Segni e Compi Altri Prodigi, Glorifica la Tua Mano e il Tuo Braccio Destro.

[6]Risveglia lo Sdegno e Riversa l’ira, Distruggi l’avversario e Abbatti il nemico.

[7]Affretta il Tempo e RicordaTi del Giuramento; Si Narrino le Tue Meraviglie.

[8]Sia consumato dall’Ira del Fuoco chi cerca scampo; gli avversari del Tuo Popolo vadano in perdizione.

[9]Schiaccia le teste dei capi nemici che dicono: «Non c’è nessuno fuori di noi».

[10]Raduna Tutte le Tribù di Giacobbe, Rendi Loro il Possesso Come Era al Principio.

[11]Abbi Pietà, Signore, del Popolo Chiamato con il Tuo Nome, di Israele Che Hai Trattato Come un Primogenito.

[12]Abbi Pietà della Tua Città Santa, di Gerusalemme Tua Stabile Dimora.

[13]Riempi Sion della Tua Maestà, il Tuo Popolo della Tua Gloria.

[14]Rendi Testimonianza alle Creature Che Sono Tue Fin dal Principio, Adempi le Profezie Fatte nel Tuo Nome.

[15]Ricompensa Coloro Che Sperano in Te, i Tuoi Profeti Siano Degni di Fede.

[16]Ascolta, Signore, la Preghiera dei Tuoi Servi, Secondo la Benedizione di Aronne sul Tuo Popolo.

[17]Sappiano Quanti Abitano sulla Terra Che Tu Sei il Signore, il Dio dei Secoli.

 

Discernimento

[18]Il ventre consuma ogni Cibo, eppure un Cibo E’ Preferibile a un altro.

[19]Il palato distingue al gusto la Selvaggina, Così una Mente Assennata Distingue i discorsi bugiardi.

[20]Un Cuore perverso causerà dolore, un uomo dalla molta Esperienza saprà ripagarLo.

 

Scelta di una donna

[21]Una donna accetterà qualsiasi marito, ma una giovane è migliore di un’altra.

[22]La Bellezza di una donna allieta il volto; e sorpassa ogni Desiderio dell’uomo;

[23]se vi è poi sulla sua lingua Bontà e Dolcezza, suo marito non è più uno dei comuni mortali.

[24]Chi si procura una Sposa, possiede il Primo dei Beni, un Aiuto adatto a lui e una Colonna d’appoggio.

[25]Dove non esiste siepe, la proprietà è saccheggiata, ove non c’è Moglie, l’uomo geme randagio.

[26]Chi si fida di un ladro armato che corre di città in città?

[27]Così dell’uomo che non ha un nido e che si corica là dove lo coglie la notte.

 

 

Siracide

Capitolo 37

 

 

Falsi Amici

[1]Ogni Amico dice: «Anch’io ti sono Amico», ma esiste l’Amico che lo è solo di nome.

[2]Non è forse un dolore mortale un Compagno e un Amico trasformatosi in nemico?

[3]O inclinazione malvagia, da dove sei balzata, per ricoprire la Terra con la tua malizia?

[4]Il Compagno si rallegra con l’Amico nella Felicità, ma al momento della disgrazia gli sarà ostile.

[5]Il Compagno Soffre con l’Amico per ragioni di stomaco, ma di fronte al conflitto prenderà lo scudo.

[6]Non ti Dimenticare dell’Amico dell’Anima tua, non Scordarti di lui nella tua prosperità.

 

I consiglieri

[7]Ogni consigliere suggerisce consigli, ma c’è chi consiglia a proprio vantaggio.

[8]Guardati da un consigliere, informati quali siano le sue necessità – egli nel consigliare penserà al suo interesse – perché non getti la sorte su di te

[9]e dica: «La tua via è buona», poi si terrà in disparte per vedere quanto ti accadrà.

[10]Non consigliarti con chi ti guarda di sbieco, nascondi la tua intenzione a quanti ti invidiano.

[11]Non consigliarti con una donna sulla sua rivale, con un pauroso sulla guerra, con un mercante sul commercio, con un compratore sulla vendita, con un invidioso sulla riconoscenza, con uno spietato sulla bontà di Cuore, con un pigro su un’iniziativa qualsiasi, con un mercenario annuale sul raccolto, con uno schiavo pigro su un gran lavoro; non dipendere da costoro per nessun consiglio.

[12]Invece  frequenta spesso un uomo Pio, che tu conosci come Osservante dei Comandamenti e la cui Anima E’ come la tua Anima; se tu inciampi, saprà Compatirti.

[13]Segui il consiglio del tuo Cuore, perché nessuno ti sarà più Fedele di Lui.

[14]La Coscienza di un uomo talvolta suole avvertire meglio di sette sentinelle collocate in alto per spiare.

[15]Al di sopra di tutto questo Prega l’Altissimo, perché Guidi la tua Condotta secondo Verità.

 

Vera e falsa Sapienza

[16]Principio di ogni Opera E’ la Ragione, prima di ogni azione è bene riflettere.

[17]Radice dei pensieri è il Cuore, queste quattro parti ne derivano:

[18]bene e male, vita e morte, ma su tutto domina sempre la lingua.

[19]C’è l’uomo esperto maestro di molti, ma inutile per se stesso.

[20]C’è chi posa a saggio nei discorsi ed è odioso, a costui mancherà ogni nutrimento;

[21]non gli è stato concesso il Favore del Signore, poiché è privo di ogni Sapienza.

[22]C’è chi è Saggio solo per se stesso, i Frutti della sua scienza sono sicuri.

[23]Un uomo Saggio istruisce il suo popolo, dei Frutti della sua Intelligenza ci si può Fidare.

[24]Un uomo Saggio è colmato di Benedizioni, quanti lo vedono lo Proclamano Beato.

[25]La Vita dell’uomo ha i giorni contati; ma i giorni di Israele sono senza numero.

[26]Il Saggio otterrà fiducia tra il suo popolo, il suo nome Vivrà per Sempre.

 

La temperanza

[27]Figlio, nella tua Vita prova te stesso, vedi quanto ti nuoce e non concedertelo.

[28]Difatti non tutto conviene a tutti e non tutti approvano ogni cosa.

[29]Non essere ingordo per qualsiasi ghiottoneria, non ti gettare sulle vivande,

[30]perché l’abuso dei cibi causa malattie, l’ingordigia provoca coliche.

[31]Molti sono morti per ingordigia, chi si controlla vivrà a lungo.

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, Il Sangue dei Martiri, I Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti ei Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti ei Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera,gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù – nostro Signore, e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

http://www.partecipiamo.it/gif/sacro/16.gif

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino   

Mi Prostro nell’Adorazione, o Cristo, Splendore della Sapienza Eterna, Pura Immagine del Padre, “Immagine della Sua Bontà”. Rinnova Ogni Cosa e Concedici il Tuo Spirito di Santità. Hanno voluto spegnere Te, Viva Fiamma d’Amore che nulla può soffocare. Tu Hai Attraversato le angosce della morte, ma Ti so Vivo e io, Immerso nel Tuo Sangue nel Battesimo, ne sono uscito Rivestito del Tuo Splendore. Una stessa Purezza di Vita ha Conferito, per Pura Grazia, un Particolare Ordine alla nostra Relazione. Solo il mio peccato può infrangerlo. Custodiscimi tutto il Giorno nel Tuo Cuore.

Dal Libro della Sapienza (Sap 7,22 – 30.8,1)

Nelle Sapienza C’E’ uno Spirito Intelligente, Santo, Unico, Molteplice, Sottile, Mobile, Penetrante, senza macchia, Terso, Inoffensivo, Amante del Bene, Pronto, Libero, Benefico, Amico dell’uomo, Stabile, Sicuro, senz’affanni, Onnipotente, Onniveggente e Che Pervade Tutti gli Spiriti Intelligenti, Puri, Sottilissimi. La Sapienza E’ il Più Agile di Tutti i Moti; per la Sua Purezza Si Diffonde e Penetra in Ogni Cosa. È un’Emanazione della Potenza di Dio, un Effluvio Genuino della Gloria dell’Onnipotente, per Questo nulla di contaminato in Essa s’infiltra. È un Riflesso della Luce Perenne, uno Specchio senza macchia dell’Attività di Dio e un’Immagine della Sua Bontà. Sebbene Unica, Essa Può Tutto; pur Rimanendo in Se Stessa, Tutto Rinnova e Attraverso le Età Entrando nelle Anime Sante, Forma Amici di Dio e Profeti. Nulla infatti Dio Ama se non chi Vive con la Sapienza. Essa in Realtà E’ Più Bella del Sole e Supera Ogni Costellazione di Astri; Paragonata alla Luce, Risulta Superiore; a Questa, infatti, Succede la Notte, ma contro la Sapienza la malvagità non può prevalere. Essa Si Estende da un Confine all’Altro con Forza, Governa con Bontà Eccellente Ogni Cosa.

Dal Salmo 118 

Per Sempre, o Signore, la Tua Parola E’ Stabile nei Cieli. La Tua Fedeltà di Generazione in Generazione; Hai Fondato la Terra ed Essa E’ Salda. Per i Tuoi Giudizi Tutto E’ Stabile fino a Oggi, perché Ogni Cosa E’ al Tuo Servizio. La Rivelazione delle Tue Parole Illumina, Dona Intelligenza ai Semplici. Fa’ Risplendere il Tuo Volto sul Tuo Servo e Insegnami i Tuoi Decreti. Che io possa Vivere e DarTi Lode: mi Aiutino i Tuoi Giudizi.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo  Luca (Lc 17, 20-25)

In Quel Tempo, i farisei domandarono a Gesù: «Quando Verrà il Regno di Dio?». Egli Rispose loro: «Il Regno di Dio non Viene in modo da Attirare l’Attenzione, e nessuno dirà: “Eccolo Qui”, oppure: “Eccolo Là”. Perché, ecco, il Regno di Dio E’ in Mezzo a voi!». Disse poi ai Discepoli: «Verranno Giorni in cui Desidererete Vedere anche Uno Solo dei Giorni del Figlio dell’Uomo, ma non lo vedrete. Vi diranno: “Eccolo Là”, oppure: “Eccolo Qui”; non andateci, non seguiteli. Perché come la Folgore, Guizzando, Brilla da un capo all’altro del Cielo, così sarà il Figlio dell’Uomo nel Suo Giorno. Ma prima E’ Necessario Che Egli Soffra molto e Venga Rifiutato da questa Generazione».  Parola del Signore.

Preghiera della Sera 

Come di consueto Ritorno a Te questa Sera, annebbiato dall’abitudine e dal peso delle fatiche e Tu mi dici ancora Questa Parola Che Abbaglia: “Il Regno di Dio E’ in mezzo a voi”. Sono spesso soffocato e temo di annegare, mentre Tu non mi Lasci mai solo. Tu Cospargi le nostre Strade di Segni Impercettibili che l’occhio Che Ama Riconosce. Tu Dici: “Ecco, Sono con voi Tutti i Giorni sino alla Fine del Mondo”. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate della Bibbia

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)