Il Santo Vangelo del Giorno martedì del Signore 22 ottobre 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

Poiché “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, Dedicheremo il Santo Vangelo del Giorno all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire .

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E ‘Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e salvato Salva la Vita!

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

 

 

 

 

Il Ritorno di Gesù Cristo in Terra – la Parusia o Seconda Venuta, Son Stati Profetizzati sin dalla Notte dei Tempi, proprio a Manifestar la Misericordia del Cielo nei confronti di noi figli del mondo. Eppure, alcuni Sacerdoti e laici – studiosi dell’Evento, son stati esposti alla berlina o – altrimenti, confinati in qualche sperduto Eremo, comunque posti nella condizione di non divulgare altro. Ma il Signore Iddio Fa Quel Che Vuole e – Come Sempre, Organizza Bene il Campo! Infatti, il Popolo Eletto – i Fratelli Maggiori, conosce assai Dettagliatamente il Mistero Che Incombe sull’Umanità intera, ma le questioni di ordinaria amministrazione impongono il riserbo su Quello Che Potrebbe Alterar lo status quo. Eppure, leggendo il Santo Vangelo verrebbe da chiedersi qual sarebbe il danno arrecato all’Anima nostra da questa tal Fede tiepida, che paragona il nostro Salvatore – l’Agnello Prediletto, ad un mero Strumento del ricordo, Posto là – a disposizione di chiunque, nel momento del Bisogno! Fratelli e Sorelle Carissimi, l’Amore – Quello Vero, E’ Cosa Ben Diversa da quanto ci vanno propinando ormai da tempo, mentre a noi conviene – ora, di cambiar davvero Rotta, onde evitare d’Esser Vomitati dalla Bocca di Colui Che – come già, tuttavia e tra non molto Si Manifesterà. Benedetto nei Secoli il Signore.

 

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

Siracide

Capitolo 11 – Raccolta di Sentenze

Non fidarsi delle apparenze

 

 

 

 

[1]La Sapienza dell’umile gli farà tenere alta la testa, gli permetterà di sedere tra i grandi.

[2]Non lodare un uomo per la sua bellezza e non detestare un uomo per il suo aspetto.

[3]L’Ape è piccola tra gli Esseri alati, ma il suo Prodotto Ha il Primato fra i Dolci Sapori.

[4]Non ti vantare per le vesti che indossi e non insuperbirti nel giorno della Gloria, poiché Stupende Sono le Opere del Signore, eppure Sono Nascoste agli uomini le Opere Sue.

[5]Molti sovrani sedettero sulla polvere e uno Sconosciuto cinse il loro diadema.

[6]Molti potenti furono umiliati profondamente; uomini illustri furono consegnati in potere altrui.

 

Riflessione e lentezza

 

[7]Non biasimare prima di avere indagato, prima rifletti e quindi condanna.

[8]Non rispondere prima di avere ascoltato, in mezzo ai discorsi non intrometterti.

[9]Per una cosa di cui non hai bisogno non litigare, non immischiarti nelle liti dei peccatori.

[10]Figlio, la tua attività non abbracci troppe cose; se esageri, non sarai esente da colpa; anche se corri, non arriverai e non riuscirai a scampare con la fuga.

[11]C’è chi lavora, fatica e si affanna: eppure resta tanto più indietro.

 

Fiducia in Dio Solo

 

[12]C’è chi è debole e ha bisogno di soccorso, chi è privo di beni e ricco di miseria: eppure il Signore lo Guarda con Benevolenza, lo Solleva dalla sua bassezza

[13]e lo Fa Stare a testa alta, sì che molti ne sono stupiti.

[14]Bene e male, Vita e morte, povertà e ricchezza, Tutto Proviene dal Signore.

[15]Sapienza, Senno e Conoscenza della Legge Vengono dal Signore; Carità e Rettitudine Sono Dono del Signore.

[16]Errore e tenebre sono per gli empi e il male resta per i malvagi.

[17]Il Dono del Signore E’ Assicurato ai Pii e il Suo Favore Li Rende Felici per sempre.

[18]C’è chi è ricco a forza di attenzione e di risparmio; ed ecco la parte della sua Ricompensa:

[19]mentre dice: «Ho trovato riposo; ora mi godrò i miei beni», non sa quanto tempo ancora trascorrerà; lascerà tutto ad altri e morirà.

[20]Sta’ fermo al tuo impegno e fanne la tua Vita, invecchia compiendo il tuo lavoro.

[21]Non ammirare le opere del peccatore, Confida nel Signore e Persevera nella fatica, perché è Facile per il Signore Arricchire un povero all’improvviso.

[22]La Benedizione del Signore E’ la Ricompensa del Pio; in un istante Dio Farà Sbocciare la Sua Benedizione.

[23]Non dire: «Di che cosa ho bisogno e di quali beni disporrò d’ora innanzi?».

[24]Non dire: «Ho quanto mi occorre; che cosa potrà ormai capitarmi di male?».

[25]Nel tempo della prosperità si dimentica la sventura; nel tempo della sventura non si ricorda la prosperità.

[26]E’ Facile per il Signore nel Giorno della morte Rendere all’uomo Secondo la sua Condotta.

[27]L’infelicità di un’ora fa dimenticare il Benessere; alla morte di un uomo si rivelano le sue Opere.

[28]Prima della Fine non chiamare nessuno Beato; un uomo si conosce veramente alla Fine.

 

Diffidare del cattivo

 

[29]Non portare in casa qualsiasi persona, perché sono molte le insidie del fraudolento.

[30]Una pernice da richiamo in gabbia, tale il Cuore del superbo; come una spia egli attende la tua caduta.

[31]Cambiando il Bene in male tende insidie, troverà difetti anche nelle cose migliori.

[32]Con una scintilla di fuoco si riempie il braciere, il peccatore sta in agguato per spargere Sangue.

[33]Guardati dal malvagio, poiché egli il male prepara, che non contamini per sempre anche te.

[34]Ospita un estraneo, ti metterà sottosopra ogni cosa e ti renderà estraneo ai tuoi.

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, Il Sangue dei Martiri, I Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione a Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti ei Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti ei Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera,gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti ei sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia del Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Risultato per immagine della Festa in Paradiso

 

 

 

 

Festa permanente del Padre Onnipotente, del  Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Cura della Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

http://www.partecipiamo.it/gif/sacro/16.gif

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, Tu Sei Venuto di Notte, e Verrai di Notte, Notte Profonda del Mondo: “Quando il Figlio dell’Uomo Verrà, Troverà ancora la Fede?”.  Può darsi che sia già più tardi di quanto Crediamo, e Tu ci Chiedi di Vegliare in queste tenebre che avvolgono la Terra, non dormendo ma Restando Vigili, Spiritualmente Svegli, più Sicuri della Tua Venuta che colui che veglia di quella dell’Aurora. Viene l’Ora in cui Tutto Si Svela, in cui Strapperai per Sempre il Velo Che ci Privava della Tua Vista. Amen.

Dalla Lettera di San Paolo Apostolo ai Romani (Rm 5,12.15.17-19.20-21)

Fratelli, come a causa di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e, con il peccato, la morte, e così in tutti gli uomini si è propagata la morte, poiché tutti hanno peccato, Molto di Più la Grazia di Dio, e il Dono Concesso in Grazia del Solo Uomo Gesù Cristo, si sono Riversati in Abbondanza su Tutti. Infatti se per la caduta di uno solo la morte ha regnato a causa di quel solo uomo, Molto di Più quelli Che Ricevono l’Abbondanza della Grazia e del Dono della Giustizia Regneranno nella Vita per Mezzo del Solo Gesù Cristo.   Come dunque per la caduta di uno solo si è riversata su tutti gli uomini la condanna, Così Anche per l’Opera Giusta di Uno Solo Si Riversa su tutti gli uomini la Giustificazione, Che Dà Vita. Infatti, come per la disobbedienza di un solo uomo tutti sono stati costituiti peccatori, così anche per l’Obbedienza di Uno Solo Tutti Saranno Costituiti Giusti.  Ma dove abbondò il peccato, Sovrabbondò la Grazia. Di modo che, come regnò il peccato nella morte, Così Regni anche la Grazia Mediante la Giustizia per la Vita Eterna, per Mezzo di Gesù Cristo nostro Signore. Parola di Dio.

Dal Salmo 39

Sacrificio e Offerta non Gradisci, gli Orecchi Mi Hai Aperto, non Hai Chiesto Olocausto né Sacrificio per il peccato. Allora Ho Detto: «Ecco, Io Vengo. Nel Rotolo del Libro su di Me E’ Scritto di Fare la Tua Volontà: mio Dio, Questo Io Desidero; la Tua Legge E’ nel Mio Intimo». Ho Annunciato la Tua Giustizia nella Grande Assemblea; Vedi: non Tengo Chiuse le Labbra, Signore, Tu Lo Sai. Esultino e Gioiscano in Te quelli Che Ti Cercano; dicano sempre: «Il Signore E’ Grande!» quelli che Amano la Tua Salvezza.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Luca (Lc 12, 35-38)

In Quel Tempo, Gesù Disse ai Suoi Discepoli: «Siate Pronti, con le Vesti Strette ai Fianchi e le Lampade Accese; siate Simili a quelli Che Aspettano il loro Padrone Quando Torna dalle Nozze, in Modo Che, Quando Arriva e Bussa, Gli Aprano Subito.   Beati quei Servi Che il Padrone al Suo Ritorno Troverà ancora Svegli; in Verità Io vi Dico, Si Stringerà le Vesti ai Fianchi, li Farà Mettere a Tavola e Passerà a Servirli.  E se, Giungendo nel mezzo della Notte o prima dell’Alba, li Troverà Così, Beati loro!». Parola del Signore.

Preghiera della Sera

“Dunque non siete più di Passaggio, né stranieri, ma Fate Parte della Città dei Santi, della Famiglia di Dio…”. Che Parola Meravigliosa ci Rivolgi, Signore, e Com’E’ Esigente! Concedici di Cogliere Tutti i Mezzi di Santificazione Che Metti a nostra Disposizione affinché possiamo Rispondere in Egual Misura alla Grazia Che Fai Scendere su di noi nella Persona di Gesù Cristo. Disponi la nostra Anima alle Nozze con il Verbo Divino affinché noi facciamo veramente Parte della Famiglia di Dio. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

Risultati immagini per GIF animate della Bibbia

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)