Riflessioni dello Spirito (Riceviamo e pubblichiamo).

 

 

 

 

….. al mondo, pochi son coloro in grado di parlare e scrivere Compiutamente del Signore, benché molti dicano di Pregare – pur senza saper Davvero chi.  Eppure, Consolidato E’ il Concetto Che Gesù non Sia “Cosa” per tutti, men che meno per quelli che – ufficialmente Consacrati e che fuggendo da una pregressa e umana realtà, Abbracciaron la Santa Croce per terreno bisogno – e non già per Amore Innato.   Senza giudicare l’operato altrui, benché in Totale Umiltà, E’ Bene però sapere che seriamente dannoso è per l’Animo nostro il trascinar Gesù nei dibattiti televisivi, radiofonici o giornalistici, in tutti quei confronti – cioè, ove gli ammaestrati media si beffano pubblicamente di color che tentano di illustrar le Vicende Celesti, gettando così strumentale fango sulla Storia, a detrimento della Fede e dell’Immagine Stessa di un Caro e Preziosissimo Amico nostro, Ch’E’ il Cristo di Dio – per l’appunto.   In Verità, Considerate le Sacre Scritture e le Svariate Profezie – ormai pressoché Compiute pei Previsti Tempi Nuovi, male alcuni non farebbero a scender nel “Nascondimento” e nel più “Religioso Silenzio”, così evitando – con le inutili comparse sullo scenario, non solo di prestare il fianco all’incombente e siriano antiCristo – presente in Roma coi suoi “accoliti”, ma di risparmiarsi persino d’esser tacciati di mondano protagonismo, lasciando Unicamente al Giusto Re le Sue Celesti Prerogative, mai dimenticando l’Imminente Manifestazione tra noi di quaggiù, Come Da Promessa Solenne dell’Onnipotente Padre.    Un Fraterno Abbraccio.