Preghiera all’Immacolata Concezione.

 

Tempio Divino, Mistico Fiore, ‘sì Delicato, Ardente d’Amore,

Tu, Che del Bianco Forma ed Essenza,

Tu, Silenziosa Potente Presenza,

Tu, Che nel fango ed i drammi Intervieni,

Tu,  Supplicante il Braccio Tieni,

Tu, la Speranza di Risurrezione,

Tu, Verginale Sublime Canzone,

Tu, Che Raccogli Ogni Piccolo Gesto,

Tu, l’Avvocata Che Mette Pretesto,

Grazie E’ Parola insignificante, di Fronte all’Amore Totalizzante, di Fronte a Quel primo Modesto Asserire, Aperta la Porta anche senza Capire, Davanti alla Ferma Fede Totale, Fiducia Gioiosa senza dubbioso male,

Tu, Immobile in Piedi di Fronte all’umano scempio,

Tu, Gloriosissimo Umile Esempio,

Tu, lì a Guardare Dio-Figlio Che Muore,

Tu, Squarciata e Colpita nel Profondo del Cuore,

Tu, per Amore Sopportasti Tal Strazio, di InvocarTi Benigna il Cuore mai sazio, di SupplicarTi Quando Par Che Prevale, Che Schiacci la testa col Tuo Piede Regale,

Tu, Che degli Angeli Sei la Regina,

Tu, Potente Esercito tra i Figli Cammina, Guarda Pietosa l’umano sdegno, Raddrizza e Ripara il malvagio disegno,

Tu, la Speranza,

Tu, la Madre mia, l’Unica Cura, mia Vita, Maria.

Grazie dei Si e di Ogni Dolore, Che Coraggiosissima Sopportasti nel Cuore,

Grazie all’Altissimo Che T’Ha Creata Creatura Splendida, Magnificata,

Grazie allo Spirito Che Ti Ha Abitata, ad Ogni Lacrima Ardente Versata.

Io non son Degna – Maria, di guardarTi, soltanto ogni ora potrò SupplicarTi di ChinarTi – Bellissima, con Soave Canto e nasconderci Sempre Sotto il Tuo Manto.