Preghiera – Adorazione Notturna!

O Cristo di Dio, Tenero Amore del Cuore di Maria e mio, Tu Che Desideravi Vivere nel Santo e Umano Percorso Stabilito dal Padre Tuo, per Salvarci AccettasTi la dolorosa onta della Croce, mentre Altri – prima di Te Inviati quaggiù, Rifiutarono l’Estremo Sacrificio.
Una Notte – per Grazia Ricevuta, Ti vidi Annidato e Orante nel Grembo di Adamo, perché Tornato Eri per RecuperarLo al Trono Celeste.
Anche per Questo, Prescelto e Divino Agnello, coi miei Fratelli Ti osserverò da qui, non meritando noi di guardarTi finanche in Volto.
Tuttavia, o Figlio dell’Uomo, Tu Che da Sempre Vivi, non Ti Scordar di me.

 

 

_________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Dal Salmo 68
(In ginocchio)

 

 

 

 

“Per Te Io Sopporto l’Insulto e la vergogna Mi Copre la Faccia; Sono Diventato un Estraneo ai Miei Fratelli, Uno Straniero per i Figli di Mia Madre.
Perché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, gli insulti di chi Ti Insulta ricadono su di Me.
Mi Sento Venir Meno.
Mi Aspettavo Compassione, ma invano, consolatori, ma non ne Ho Trovati.
Mi Hanno messo veleno nel Cibo e Quando Avevo Sete Mi hanno dato aceto.
Loderò il Nome di Dio con un Canto, Lo Magnificherò con un Ringraziamento, Vedano i Poveri e si Rallegrino; voi Che Cercate Dio, fatevi Coraggio, perché il Signore Ascolta i Miseri e non Disprezza i Suoi che sono prigionieri”.