Rivelazioni su Maometto (da uno Scritto di San Giovanni Bosco – 24 giugno 2017)

Prima che tutte le Religioni (vere o false) confluiscano nell’Originaria Regola, leggiamo Attentamente le Considerazioni su Maometto di un Uomo Illuminato.
 
 
 
La tua cena aziendale per Natale all'Osteria Righetto | Osteria Righetto
 
 
 
San Giovanni Bosco Così stigmatizzava la figura di Maometto e la sua falsa religione islamica
“Il famoso impostore Maometto nacque in seno a povera famiglia di padre pagano e di madre ebrea nella Mecca, città dell’Arabia.
Vagando in cerca di fortuna, fu fatto agente di una vedova mercantessa ebrea di Damasco, che presto lo sposò.
Siccome pativa epilessia, egli seppe servirsi di questa sua infermità a provare la religione da sé inventata, affermando quelle frequenti cadute essere altrettanti rapimenti, in cui esso teneva colloqui con l’Arcangelo Gabriele.
La religione che esso predicava è un miscuglio di paganesimo, di giudaismo e di Cristianesimo.
Ammette un solo Dio, non riconosce Gesù Cristo Come Dio, ma soltanto Come Suo Profeta.
(…) Dettò la sua credenza in lingua araba, compilando un libro, cui diede nome di Corano, ossia di libro per eccellenza; nel quale si vanta di aver operato un miracolo, per altro molto ridicolo.
Narra cioè, che essendo caduto un pezzo di luna in una sua manica, egli seppe per bene racconciarla; ecco perché i maomettani presero per insegna la mezzaluna.
Conosciuto per uomo perturbatore, i suoi concittadini volevano ucciderlo.
Ma l’accorto Maometto pigliò la fuga, e ripiegò a Medina con parecchi avventurieri, che l’aiutarono ad impadronirsi di quella città.
Questa fuga di Maometto appellasi Egira, che vuol dire persecuzione; e da essa appunto cominciò l’Era Musulmana, corrispondente all’anno di Gesù Cristo 622.
Il suo Corano è pieno di contraddizioni, assurdità e ripetizioni.
Non sapendo scrivere, Maometto fu aiutato da un ebreo a da un monaco apostata persiano, di nome Sergio.
Il Maomettismo ebbe presto molti seguaci, ed in breve il suo autore divenuto capo di formidabili masnadieri, poté con le parole, e assai più con le armi, dilatarlo quasi per tutto l’Oriente”.