I “maghi dell’alta finanza”: attenti ai raggiri e alle truffe!

 

 

 

 

 

 

 

Sarà che negli ultimi anni la posizione economica s’è aggravata notevolmente, ma sta il fatto che in Italia si stanno sempre più affacciando sullo scenario economico finanziario soggetti privi di scrupoli e professionalità, alcuni di questi al limite della sopravvivenza e/o pluripregiudicati, che si spacciano per operatori economici con spiccate doti manageriali, pur non avendone titolo.

E’ il caso dell’ormai famigerato leveraggio finanziario, con beni mobili e/o immobili posti a garanzia e considerati – in gergo, “sottostanti”.

Proprio recentemente, è capitato di incontrare persone apparentemente normali, alcune anche con un marcato e riferito Senso della Fede, che – rappresentando delle interessanti ipotesi collaborative, hanno cercato di indurre in errore gruppi di Amici, facendo investire a questi ultimi tempo e anche denaro, con il rischio di veder finanche posti a rischio gli stessi beni trattati! Eppure, questi “maghi” del nulla, a ben vedere, mai han davvero concluso alcunché, continuando – però, a bearsi di performance purtroppo concrete solo nella loro testa.

All’uopo e prima di iniziare qualsiasi percorso, suggeriamo di richiedere sempre un curriculum dettagliato ai citati operatori, con evidenza delle credenziali professionali e le iscrizioni ufficiali ai competenti Organismi (Camera di Commercio, ecc.), magari per verificare la liceità dell’attività prospettata e svolta.

Inoltre, senza lasciarsi ingannare da appartenenze ad Aziende di diritto estero (anche se Comunitario), è sempre buona norma interpellare il sito della Banca d’Italia, al fine di verificare le reali posizioni in atto.

Un interessante dossier è pronto per essere pubblicato, mentre esortiamo ancora tutti a stare in guardia, segnalando qualsivoglia anomalia alle Autorità (specialmodo D.I.A., Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate, oltre ad altre), proprio a scongiurare di correre dei seri rischi grazie a “lor signori”, stolti esponenti del “facile guadagno”.

A breve gli ulteriori dettagli.