Testimonianza – 13 luglio 2012/2029 A.D. (Riceviamo e pubblichiamo).

Nella tarda mattinata del giorno 13 luglio 2012, durante un improvviso bisogno di riposare, ho avuto modo di “sognare nitidamente” quanto sono qui a narrare.

“In una calda sera d’Estate – resa scura dalla mancanza della luminosità lunare, mentre parlavo con un amico, incontravo una compagna di scuola che non vedevo da almeno 30 anni (R.S.).
Ci riconoscevamo immediatamente, salutandoci in maniera veloce ma intensa; mi lanciò un sorriso di complicità, quasi sapendo cosa sarebbe accaduto da lì a poco.
Qualche ora dopo ed in compagnia di altri mi ritrovai in una zona di Roma, ove la ferrovia per l’aeroporto sovrasta un’ampia strada che porta all’E.U.R.; improvvisamente e come attratti da qualcosa alzavamo gli occhi al Cielo, notando una miriade di fari color bianco lucente disposti ad ala di gabbiano.
Man mano che si avvicinavano al suolo, le luci cominciavano ad assumere forme nitide ed ampie, mostrando una numerosa serie di velivoli ad energia silenziosa.
Atterrati nella pubblica via, tra i palazzi, dal mezzo a capo della formazione usciva una Donna giovane e aggraziata nei modi, che mi invitava ad entrarvi dopo che il mio nome veniva scandito in maniera forte e ferma, suscitando imbarazzo.
All’interno, notavo una luce blu soffusa e calda, rassicurante.
L’accompagnatrice si occupava di me, emanando un Amore particolare e puro, già provato in passati e straordinari Eventi.
Un’esaminatrice, posta alle mie spalle e seduta ad un piccolo tavolo bianco, con una donna ritta al Suo cospetto, enunciava velocemente il mio Vissuto sulla Terra, attimo per attimo, Dandomi il Via Libera per il “Grande Viaggio”.
Dall’interno, avevo modo di osservare la zona esterna da cui provenivo – quasi le pareti fossero trasparenti, mentre avvertivo l’irrefrenabile desiderio di porre una domanda alla Donna che mi aveva accompagnato a bordo, e cioè Chi Fosse Stato ad Inviarli e da dov’è che provenivano.
La stessa, con un tono di Dolcezza ed Infinita Saggezza, replicava così, oltre ad una serie di sigle: “quaggiù, avete un inutile bisogno di porvi tanti interrogativi, quando la Risposta E’ Semplicemente Una Sola: Tutto Quel Che Si Manifesta altro non E’ Che l’Opera del Creatore, Che Ha Tanto Amato il Figliolo Cristo Prediletto da ConferirGli Ogni Potere su di voi, mentre noi – d’ogni mondo, siamo i già Elevati Figli Suoi!””.

Dopo Ciò, mi risvegliavo Pervaso da un Senso di Pace e di Felicità.